Recensione 'Quattro etti d'amore, grazie' di Chiara Gamberale - Mondadori

by - 4/23/2013 05:30:00 PM


Quattro etti d'amore, grazie

Titolo: Quattro etti d'amore, grazie
Autore: Chiara Gamberale
Editore: Mondadori
Data di pubblicazione: 26 marzo 2013
Pagine: 242
Prezzo: 17,00 €
Versione e-book: 9,90 €

Trama: Quasi ogni giorno Erica e Tea s'incrociano tra gli scaffali di un supermercato. Erica ha un posto in banca, un marito devoto, una madre stralunata, un gruppo di ex compagni su facebook, due figli. Tea è la protagonista della serie TV di culto "Testa o Cuore", ha un passato complesso, un marito fascinoso e manipolatore. Erica fa la spesa di una madre di famiglia, Tea non va oltre gli yogurt light. Erica osserva il carrello di Tea e sogna: sogna la libertà di una donna bambina, senza responsabilità, la leggerezza di un corpo fantastico, la passione di un amore proibito. Certo non immaginerebbe mai di essere un mito per il suo mito, un ideale per il suo ideale. Invece per Tea lo è: di Erica non conosce nemmeno il nome e l'ha ribattezzata "signora Cunningham". Nelle sue abitudini coglie la promessa di una pace che a lei pare negata, è convinta sia un punto di riferimento per sé stessa e per gli altri, proprio come la madre impeccabile di "Happy Days". Le due donne, in un continuo gioco di equivoci e di proiezioni, si spiano la spesa, si contemplano a vicenda: ma l'appello all'esistenza dell'altra diventa soprattutto l'occasione per guardare in faccia le proprie scelte e non confonderle con il destino. che comunque irrompe, strisciante prima, deflagrante poi, nelle case di entrambe. Sotto la lente divertita e sensibile della scrittura di Chiara Gamberale, ecco così le lusinghe del tradimento e del sottile ma fondamentale confine tra fuga e ricerca.


Voti:

Trama  8
Personaggi  9
Stile  8
Incipit  8
Finale  7
Copertina  7
Voto complessivo  7.8


 Premessa: adoro Chiara Gamberale! Ho amato "Le luci nelle case degli atlri" e "L'amore quando c'era". Quindi, acquistando questo suo ultimo lavoro, ero sicura di spendere bene i miei soldi. E così è stato!
Appena aperto il libro, vi immergerete nelle vite di Erica e Tea. Due esistenze contrapposte, due vite diverse, agli antipodi, che, però, si incrociano quasi quotidianamente in un supermercato, si sfiorano nella quotidianità anche più distante. E si spiano. Ognuna guarda il carrello dell'altra e dell'altra desidera la vita...o meglio, quella che crede che sia la vita.
Erica si dibatte tra lavoro, famiglia, quotidianità e, guardando Tea e il suo carrello fatto di yogurt e acqua minerale, desidera la sua spensieratezza, la sua leggerezza.
Tea, invece, guarda Erica, guarda quel carrello pieno di sughi, di pasta, di biscotti, di tagli di carne di cui le non conosce neanche l'esistenza e vede in lei una quotidianità, una pace, una serenità che lei non ha mai conosciuto.
In questo libro, la Gamberale ci porta a riflettere su quanto ognuno di noi idealizzi ciò che non conosce, non sia (quasi) mai soddisfatto di ciò che ha e cerchi altrove quella parvenza di felicità a cui tutti sembriamo ambire.
Erica è certa che Tea, bella e famosa, sia felice. Tea è sicura che ad Erica non manchi nulla. Ma è proprio così? Andando avanti nella lettura, ci accorgeremo che non sempre l'erba del vicino è quella più verde. Ma, soprattutto, capire che, spesso, la felicità risiede in ciò che abbiamo già, ma dobbiamo rischiare di perderlo per rendercene conto.
Brava a Chiara Gamberale che, con una scrittura scorrevole e mai noiosa, riesce a strappare sempre qualche riflessione ai suoi lettori!
Bella, inoltre, l'idea, di far iniziare ogni capitolo con il contenuto di un carrello della spesa "spiato" da una delle due protagoniste!

L'AUTORE: Chiara Gamberale nasce a Roma il 27 aprile 1977. E' una scrittrice, conduttrice radiofonica e televisiva.
Laureata al DAMS di Bologna con una tesi in storia del cinema, ottiene la ribalta in campo letterario quando, poco più che maggiorenne, pubblica il romanzo Una vita sottile (1999), ispirato ad una vicenda auto biografica. gamberale
A partire dal 2002 ha cominciato a lavorare come autrice e conduttrice televisiva. Dal 2005 al 2008 è stata autrice e conduttrice su Radio 24.
Nel 2008 riceve il Premio Campiello per il libro La zona cieca.
E' sposata con lo scrittore Emanuele Trevi.
 


CITAZIONI DAL LIBRO
I nostri ex sono come delle tappe della nostra esistenza e ci piacerebbe restassero lì fermi, a disposizione del ruolo che gli abbiamo dato noi.
Ora la aspetta un periodo terribile. Le lacrime si sveglieranno con lei. Passeranno mesi, ma questo dolore non passerà. Però si fidi. Un giorno aprirà gli occhi. Forse si ritroverà ancora le lacrime per la faccia. Comunque sentirà di essere sopravvissuta. E sarà una grande scoperta. Da cui ricominciare.
Di che colore è il retro del cielo?

La mia valutazione:  Photobucket - Video and Image Hosting Photobucket - Video and Image Hosting Photobucket - Video and Image Hosting Photobucket - Video and Image Hosting Photobucket - Video and Image Hosting



You May Also Like

0 pensieri dei lettori