Recensione 'La battaglia della vendetta' di Andrea Frediani

by - 9/02/2014 09:42:00 PM


SINOSSI
È giovane Ottaviano, ma già console. Eppure il suo ruolo non gli è sufficiente per portare a termine la vendetta contro gli assassini di Giulio Cesare, l'amato padre adottivo. La sua sete di giustizia non può essere placata nelle aule di un tribunale. Si trova degli alleati potenti: Marco Antonio e Lepido, con cui forma il triumvirato. Comincia a seminare un clima di terrore per le strade di Roma. Ma non è ancora abbastanza e così alimenta il clima di tensione che potrà sciogliersi solo su un campo di battaglia. Il momento non si fa attendere troppo: eccoli lì schierati, i due eserciti, con quattro grandi condottieri pronti a scontrarsi a viso aperto in Macedonia, lontano dall'Urbe e dalla sua corruzione. Bruto e Cassio da una parte, Ottaviano e Marco Antonio dall'altra. È la battaglia di Filippi, una delle più famose delal storia romana. Qui si compirà finalmente vendetta sugli assassini di Cesare?
TITOLO: La battaglia della vendetta
SOTTOTITOLO: La saga degli invincibili
AUTORE: Andrea Frediani
EDITORE: Newton Compton
DATA DI PUBBLICAZIONE: 7 ottobre 2013
PAGINE: 421
CODICE ISBN: 9788854160255
PREZZO: 9.90 €
E-BOOK: 4.99 €
TRAMA 8
PERSONAGGI 8
STILE 9
INCIPIT 8
FINALE 9
COPERTINA 7
VALUTAZIONE COMPLESSIVA

42 a. C., ritroviamo Ottaviano, Mecenate, Agrippa, Gaio Cherea e tutti i personaggi conosciuti ne Gli invincibili.
In questo secondo romanzo de La Saga degli Invincibili, Andrea Frediani ci narrerà le vicende che hanno portato al triumvirato composto da Ottaviano Augusto, Marco Antonio e Marco Emilio Lepido allo scopo di vendicare la morte di Giulio Cesare e di riappropriarsi delle terre da lui conquistate e di cui i cesaricidi stanno cercando di impossessarsi.
Scopriremo così cosa ne sarà della setta di Marte Ultore e ci addentreremo nei combattimenti che diedero luogo alla famosa battaglia di Filippi.
Come sempre, Andrea Frediani ha la grande capacità di narrare la storia antica senza mai annoiare. Chi legge si appassiona e si ritrova coinvolto al punto di non riuscire a mettere da parte il libro finché non giunge all'ultima pagina.
Anche in questo romanzo, come nei suoi precedenti, le descrizioni di luoghi, personaggi ed avvenimenti storici sono precise e puntigliose, rendendo così ancora più piacevole addentrarsi in una storia, quella romana, sempre troppo poco approfondita.
2289
 TEMPO DI LETTURA: 4 giorni

You May Also Like

0 pensieri dei lettori