Passa ai contenuti principali

Recensione 'È tempo sprecato uccidere i morti' di Diego Di Dio

è tempo sprecato uccidere i morti
Titolo: È tempo sprecato uccidere i morti
Autore: Diego Di Dio

Voti
Trama  n.c.
Personaggi  n.c.
Stile  8
Incipit  n.c.
Finale  n.c.
Copertina  4
(sembra la copertina di un libro per bambini)
Voto complessivo  6


Questa è una recensione particolare. Tante volte mi è capitato di ricevere mail di autori esordienti che si appoggiano a noi blogger per presentare i loro libri. E spesso ho rifiutato, per svariati motivi: ci sono autori che scrivono chiedendo recensioni positive per i loro libri. Io scrivo le mie recensioni in base a ciò che il libro mi ha trasmesso: se un libro non mi è piaciuto, mi sento in dovere di dirlo ai miei lettori, che, tra l'altro, sono intelligenti e decidono autonomamente cosa leggere e cosa no!
Poi ci sono gli autori che scrivono a qualunque blogger, senza neanche dare un'occhiata a ciò che quella persona legge e recensisce; così, spesso, mi ritrovo la casella mail intasata da autori di genere fantasy che mi chiedono di recensire i loro libri. Avete mai visto una recensione del genere tra i miei libri?!!
Infine, ci sono gli autori che si lodano e si imbrodano da soli: mail piene di errori grammaticali, dove, inoltre, decantano i pregi del loro scritto, il fatto che chiunque lo abbia letto, lo abbia giudicato superlativo, come dimostrano le recensioni ricevute da altre persone (che poi scopri che sono due e, magari, anche parenti!).
Detto questo, ovviamente, ci sono anche le eccezioni e Diego Di Dio, autore di questo libro, è una di queste. Ho ricevuto una mail molto carina, ben scritta, dove si capisce che segue realmente il mio blog e ha percepito quali tipi di letture possano interessarmi e, quindi, mi ha chiesto di recensire il suo libro! Detto, fatto.
Il libro di Diego è una raccolta di 12 racconti con un il dramma come filo conduttore. Sono racconti brevi, che si leggono velocemente e che, tutto sommato, lasciano degli spunti di riflessione.
La scrittura è fluida, ben composta, corretta e piacevole.
Se c'è un appunto che mi sento di fare a Diego è che, spesso, direi quasi sempre, i racconti sembrano castrati. Si leggono, si arriva alla fine e ci si chiedi: "E poi?". Come se, arrivato ad un certo punto, Diego si sia staccato dalla sua penna, dal suo computer, e sia andato a prendere un caffè. Tornato al tavolo, però, non ha più ripreso la scrittura, ma è passato ad altro. Questo è ciò che mi trasmetto i suoi racconti. Ripeto, nonostante questa piccola pecca, la lettura rimane comunque piacevole.
In bocca al lupo!
L'autore: Diego Di Dio è nato nel 1985 e vive a Procida.
Lettore onnivoro, collezionista di fumetti, si divide tra la scrittura e la passione editoriale. Sul primo versante, ha pubblicato una trentina di racconti, che spaziano dal noir all’horror, dalla fantascienza al mainstream, con altrettanti editori (Delos Books, Edizioni Montag, Perrone Lab, Leone Editore). Nell’estate 2012 il suo racconto I dodici apostoli è stato scelto dalla Mondadori per comparire in appendice a un classico del Giallo.
Ha conseguito numerosi premi e riconoscimenti. Ha vinto il premio Mario Casacci (Orme Gialle) 2011 con il racconto La signora, un noir ambientato a Procida. L’anno successivo ha vinto l’edizione di maggio del premio Nero Lab con il racconto Troppo bella, un thriller ambientato a Napoli. Da ultimo, ha vinto il premio Writers Magazine Italia 2013 con il racconto C’è ancora tempo, una storia d’amore e viaggi nel tempo e il Nero Premio, con il racconto Il Coltellaio, inserito in questa raccolta. Attualmente sta portando avanti numerosi progetti, sia letterari che fumettistici.
Ha pubblicato saggi su Stephen King, Thomas Harris, Sergio Bonelli, Batman, Matrix e Giorgio Faletti su riviste di settore.
Sul secondo versante, da qualche anno collabora come correttore di bozze e editor per case editrici, agenzie letterarie e committenti privati.
Gestisce un blog personale all’indirizzo:
www.dieguitodidio.blogspot.it
La mia valutazione: Photobucket - Video and Image HostingPhotobucket - Video and Image HostingPhotobucket - Video and Image Hosting

Commenti

Post popolari in questo blog

Recensione 'Le madri non dormono mai' di Lorenzo Marone - Einaudi

  LE MADRI NON DORMONO MAI   || Lorenzo Marone || Einaudi || 10 maggio 2022 || 352 pagine Acquista qui Un bambino, sua madre. Due vite fragili tra altre vite fragili: donne e uomini che passano sulla terra troppo leggeri per lasciare traccia. Intorno, a contenerle, un luogo che non dovrebbe esistere, eppure per qualcuno è perfino meglio di casa. Lorenzo Marone scrive uno struggente romanzo corale, un cantico degli ultimi che si interroga, e ci interroga, su cosa significhi davvero essere liberi o prigionieri. Diego ha nove anni ed è un animale senza artigli, troppo buono per il quartiere di Napoli in cui è cresciuto. I suoi coetanei lo hanno sempre preso in giro perché ha i piedi piatti, gli occhiali, la pancia. Ma adesso la cosa non ha più importanza. Sua madre, Miriam, è stata arrestata e mandata assieme a lui in un Icam, un istituto a custodia attenuata per detenute madri. Lì, in modo imprevedibile, il ragazzino acquista sicurezza in sé stesso. Si fa degli amici; trova una sorella n

Recensione IN ANTEPRIMA 'Trust' di Hernan Diaz - Feltrinelli

  TRUST || Hernan Diaz || Feltrinelli || 14 giugno 2022 || 384 pagine  https://amzn.to/3zvjBk7 New York, anni cinquanta. Dopo la pubblicazione di un romanzo mendace e offensivo sulla sua vita, il ricchissimo finanziere Andrew Bevel, diventato milionario dopo alcune speculazioni seguite al crollo in Borsa del ’29, assume la giovane Ida Partenza, figlia di un anarchico italiano, perché lo aiuti a scrivere un’autobiografia in grado di raccontare finalmente la verità sui suoi successi e sulla sua defunta moglie, Mildred. Ida intuisce presto che nemmeno dalla sua penna, strettamente controllata dal committente, uscirà il ritratto fedele di una donna complessa la cui reale personalità continua a sfuggirle, e la morte improvvisa di Bevel la costringe infine a lasciare incompleto il lavoro. Soltanto trent’anni dopo ha la possibilità di accedere agli archivi della Fondazione Bevel, dove trova finalmente il diario di Mildred, prezioso tassello mancante all’enigma che ha lasciato nella sua vita u

Recensione IN ANTEPRIMA 'Tutto il blu del cielo' di Mélissa Da Costa - Rizzoli

TUTTO IL BLU DEL CIELO || Mélissa Da Costa || Rizzoli || 29 marzo 2022 || 624 pagine Acquista qui Cercasi compagno/a di viaggio per un’ultima avventura: sono le prime parole dell’annuncio che Émile pubblica online un giorno di fine giugno. Ha deciso di fare ciò che ancora non ha mai fatto, che ha sempre rimandato, perché nella vita va così. Partire per un viaggio on the road, setacciare paesaggi vicini eppure mai esplorati, affondare occhi e naso là dove non c’è altro che natura e silenzio, senza data di ritorno. Ha solo ventisei anni e una forma di Alzheimer precoce e inesorabile, per questo vuole vivere in completa libertà, lontano da chiunque lo conosca, fintanto che il suo corpo glielo concederà. Non si aspetta che qualcuno davvero risponda al suo appello, ma sbaglia. Qualche giorno dopo in una stazione di servizio, pronta a partire, protetta da un informe abito nero, con un cappello a tesa larga, sandali dorati ai piedi e zaino rosso in spalla, c’è Joanne. E così, su un piccolo ca

Recensione 'La cameriera' di Nita Prose - La nave di Teseo

  LA CAMERIERA   || Nita Prose || La nave di Teseo || 7 aprile 2022 || 448 pagine Acquista qui Molly Gray non è come tutti gli altri. Fatica a intrattenere rapporti sociali e interpreta a modo suo le intenzioni di chi le è vicino. La nonna, che l’aveva cresciuta, rielaborava il mondo per lei, codificandolo in semplici regole secondo le quali Molly poteva vivere, ma da quando la nonna è morta, la venticinquenne Molly ha dovuto affrontare da sola le complessità della vita. Lanciandosi con ancor più passione nel suo lavoro di cameriera d’albergo. Il carattere riservato, il suo amore ossessivo per la pulizia e l’ordine, la rendono una cameriera eccezionale. Si diverte a indossare la sua uniforme impeccabile ogni mattina, a rifornire il suo carrello di saponi e bottiglie in miniatura e a riportare le camere degli ospiti del lussuoso Regency Grand Hotel a uno stato di perfezione. Ma la vita ordinata di Molly viene sconvolta quando entrando nella suite del milionario Charles Black lo trova mo

Il Giveaway per Babbani e Creature Magiche - Terza tappa

Buongiorno!!! Siete pronti? Siete caldi (oddio, che sembro Madonna?!)? Oggi inizia la terza tappa del giveaway per Babbani e Creature Magiche nato dalla collaborazione con  La biblioteca di Eliza   e le Due Lettrici quasi Perfette . Avete fatto in tempo a rispondere alle domande della seconda tappa? Vi sono sembrate facili? Pensate di aver indovinato tutto? Vediamo un po'... DOMANDA 1. Questa è l'immagine completa da cui era stato tratto il particolare dell'illustrazione... Mrs Norris, la gatta del custode, pendeva appesa per la coda dal braccio della torcia. Era rigida come uno stoccafisso e gli occhi spalancati fissavano il vuoto (capitolo 8). DOMANDA 2. Cos'è un Rivelatore? Oggetto che somiglia ad una gomma da cancellare di colore rosso acceso, usata da Hermione sul diario di Tom Riddle (capitolo 13). DOMANDA 3.  A cosa servono Mosche Crisopa, sanguisughe, erba fondente, centinodia, polvere di corno Bicorno, pelle tritata di Girilacco? Sono g