sabato 31 marzo 2018

Recensione 'Le poche cose certe' di Valentina Farinaccio - Mondadori


Trama: Le poche cose certe || Autore: Valentina Farinaccio || Editore: Mondadori
Data di pubblicazione: 27 marzo 2018 || Pagine: 150

"Arturo si era convinto di potere una vita speciale, ma poi non muoveva passi, verso l'ignoto, per paura di una vita vera. Il risultato era una vita fasulla, come quella delle formiche inoperose." È da dieci anni che Arturo non sale su un tram. L'ultima volta che lo ha fatto era un giovane attore di belle speranze e andava a incontrare una ragazza perfetta e misteriosa, con il nome di un'isola, quella leggendaria di Platone: Atlantide. Ma il destino cancella il loro appuntamento e, da lì in poi, niente andrà come doveva andare. Oggi Arturo è un quarantenne tormentato da mille paure. Mentre attorno tutto si muove, lui resta fermo, immobile, come un divano rimasto con la plastica addosso in quelle stanze in cui non si entra per paura di sporcare. Quando sale sul tram 14, che da Porta Maggiore scandisce piano tutta la Prenestina, ha un cappellino in testa per nascondere i pensieri scomodi e nella pancia il peso rumoroso dei rimpianti. E mentre i binari scorrono lenti, in una Roma che si risveglia dall'inverno, e la gente sale e scende, ognuno con la sua storia complicata appesa al braccio come una ventiquattrore, Arturo, che nella sua vita sbagliata ha sempre aspettato troppo, fa i conti con il passato, cercando il coraggio di prenotare la sua fermata. Perché nel posto in cui sta andando c'è forse l'ultima possibilità di ricominciare daccapo, e di prendersi quel futuro bello da cui lui è sempre scappato.

Trama: 5 || Personaggi: 5 || Stile: 5

venerdì 30 marzo 2018

[REVIEW PARTY] Recensione 'Non si uccide per amore' di Rosa Teruzzi - Sonzogno


Titolo: Non si uccide per amore || Autore: Rosa Teruzzi || Editore: Sonzogno
Data di pubblicazione: 29 marzo 2018 || Pagine: 240

Un biglietto, ormai ingiallito, trovato in una vecchia camicia a quadri nel fondo di un armadio, riporta la memoria di Libera, la fioraia del Giambellino, all'episodio più doloroso della sua vita. Quella camicia è del marito, ucciso vent'anni prima senza che mai sia stato trovato il colpevole, e quel biglietto sembra scritto da una donna. Ma tanto tempo è passato: perché riaprire antiche ferite? Libera ha sempre cercato di dimenticare, piano piano ha messo su un'attività che funziona, se la cava abbastanza bene, altri uomini la sfiorano e la corteggiano. Eppure, quel buco nero della sua esistenza continua a visitare le sue notti insonni, tanto più che - ora lo vede bene - alcuni particolari, nell'archiviazione del caso, la convincono sempre meno. E così, dopo essersi improvvisata detective, nei romanzi precedenti, per risolvere i casi degli altri, questa volta Libera vuole trovare il coraggio per rivangare le vicende del suo passato. Con l'aiuto della madre, eccentrica insegnante di yoga dalla battuta facile e dai costumi spregiudicati, e di una giovane cronista di nera con un sesto senso per i misteri - e nonostante la vana opposizione della figlia poliziotta - Libera si spingerà dalla sua Milano fino in Calabria, per trovare una risposta alle domande che l'opprimono da vent'anni e per guardare in faccia l'amara verità. E per scoprire che forse il nemico si nasconde molto più vicino di quanto avesse mai immaginato.

Trama: 5 || Personaggi: 5 || Stile: 5

giovedì 29 marzo 2018

Recensione 'La quinta Sally' di Daniel Keyes - Nord


Titolo: La quinta Sally || Autore: Daniel Keyes !! Editore: Nord
Data di pubblicazione: 22 febbraio 2018 || Pagine: 358

Sally Porter apre gli occhi in un letto d'ospedale. Non ha nessun ricordo della sera precedente, né di come sia finita lì. Di una cosa però è certa: non è possibile che abbia tentato il suicidio, come le hanno riferito i medici, né che abbia quasi ucciso i due uomini che l'hanno salvata, per poi cercare di violentarla. Eppure i medici non mentono, ed è così che Sally scopre di soffrire di un grave disturbo dissociativo dell'identità. Infatti era Nola, l'artista che possiede uno studio al Greenwich Village, che voleva morire, ed è stata Jinx, la violenta assassina, a difendersi dagli aggressori. Tuttavia in Sally albergano altre due personalità, che prendono di volta in volta il sopravvento e la spingono a comportarsi in maniera bizzarra: Derry, la cameriera gentile e affabile con tutti, e Bella, la seduttrice. Sconvolta da quella rivelazione, Sally chiede aiuto al dottor Roger Ash, un esperto di personalità multipla. Per il dottor Ash, l'unica soluzione è fondere le diverse personalità per dare vita alla «quinta Sally», una Sally fnalmente unita e completa. Si tratta di un procedimento complesso e doloroso, in cui Sally dovrà rivivere i traumi che hanno causato la scissione e accettarli come parte integrante del suo passato. Ma non sarà facile nemmeno per Roger Ash, perché le ombre nascoste nel labirinto della psiche di quella donna così tormentata ed enigmatica lo costringeranno ad affrontare anche i suoi demoni...

Trama: 4 || Personaggi: 4 || Stile: 4


mercoledì 28 marzo 2018

Recensione 'Una vita da libraio' di Shaun Bythell - Einaudi


Titolo: Una vita da libraio || Autore: Shaun Bythell || Editore: Einaudi
Data di pubblicazione: 6 marzo 2018 || Pagine: 378

Dal cliente che entra per complimentarsi dell'esposizione in vetrina, senza accorgersi che le pentole servono a raccogliere la perdita d'acqua dal tetto, alla vecchietta che chiama periodicamente chiedendo i titoli più assurdi, alle mille, tenere vicende di quanti decidono di disfarsi dei libri di una vita. The Book Shop, la libreria che Shaun Bythell contro ogni buonsenso ha deciso di prendere in gestione, è diventata un crocevia di storie e il cuore di Wigtown, villaggio scozzese di poche anime. Con puntuta ironia, Shaun racconta i battibecchi quotidiani con la sua unica impiegata perennemente in tuta da sci, e le battaglie, tutte perse, contro Amazon. La sua è l'esistenza dolce e amara di un libraio che non intende mollare.

Trama: 3 || Personaggi: n.c. || Stile: n.c.

lunedì 26 marzo 2018

[BLOGTOUR] Non si uccide per amore di Rosa Teruzzi || Vittoria


Inizia la settimana che ci porterà alla tanto attesa data di uscita del nuovo romanzo di Rosa Teruzzi, "Non si uccide per amore".
Sabato scorso, Chiara ci ha parlato di Vittoria, una delle tre donne protagoniste dell'amata serie ambientata nell'ex casello ferroviario del quartiere Giambellino, a Milano.

A me, oggi, tocca parlarvi di Vittoria, forse il personaggio con l'animo più cupo, quello con cui si fa fatica ad entrare in sintonia.
Sin dal primo romanzo, Rosa Teruzzi ci presenta Vittoria come una ragazza schiva, chiusa in se stessa, sempre in lotta col mondo e arrabbiata con la madre, colpevole, a suo dire, di non aver mai preteso di andare a fondo nella ricerca della verità sulla morte del padre, Saverio.

Sin dal primo romanzo, Vittoria mi ha conquistata: la sua rabbia, i suoi silenzi, il suo sguardo fiero e la sua voglia di verità a tutti costi, nascosti dietro silenzi prolungati, mi hanno fatto pensare ad una ragazza bisognosa di abbracci e di carezze.

Vittoria è sempre in prima linea, tenace nel voler scoprire a tutti costi chi le ha portato via l'adorato padre, rubandole quella serenità cui tutti i bambini hanno diritto.
Il rapporto con Libera, la madre, così pacata e quasi rassegnata, profuma di ricerca di complicità!
Ad allontanare le due donne, inoltre, la comparsa di Achille, pseudo-fidanzato di Vittoria che poco piace alla madre.

In questo terzo romanzo, Vittoria rimane quasi ai margini della storia, presa dal bisogno di allontanarsi dalla famiglia e dal luogo di lavoro, in cui pare vedere nemici ad ogni angolo.
Vittoria, che come il padre ha scelto una carriera nell'arma, pare non fidarsi più delle persone che la circondano.

Nel finale, però, Rosa apre uno spiraglio su quelli che potrebbero essere nuovi sviluppi che la vedranno protagonista
...all'improvviso fu scossa da un sussulto che si trasformò in una risatina gorgogliante come l'acqua di un rigagnolo quando diventa torrente trovando la sua strada tra le pietre, dopo un forte temporale.
NON SI UCCIDE PER AMORE - GIVEAWAY 

Il Blogtour prende il via giovedì 22 marzo e si chiuderà giovedì 29 marzo. Alla fine del blogtour, tutti coloro che avranno seguito le regole potranno partecipare all’estrazione di una copia cartacea del romanzo “Non si uccidere per amore” di Rosa Teruzzi, copia gentilmente messa a disposizione dalla Casa Editrice Sonzogno, che ringraziamo.

Avrete tempo per commentare le tappe sino alle ore 19 di giovedì 29 marzo. La copia in palio sarà estratta tramite il sito Random.org e il vincitore sarà annunciato venerdì 30 marzo su tutte le pagine Facebook dei blog organizzatori. Regole di partecipazione al Blogtour:

• Essere follower di tutti i Blog:

• Mettere Mi Piace alle pagine Facebook dei Blog:

• Mettere Mi piace alla pagina Facebook Sonzogno
• Mettere Mi piace alla pagina Facebook di Rosa Teruzzi
• Commentare tutte le tappe del blogtour. Nella prima tappa (e solo nella prima tappa!) sarà necessario lasciare una mail a cui essere contattati in caso di vittoria.

venerdì 23 marzo 2018

[Questa volta leggo...] Recensione 'Il metodo del coccodrillo' di Maurizio de Giovanni - Einaudi

Torna Questa volta leggo, rubrica nata in collaborazione con Chiara La lettrice sulle nuvole e Dolci de Le mie ossessioni librose.
L'argomento comune scelto per il mese di marzo è
un libro che non sei riuscita a leggere nel 2017
Capirete che la mia lista era lunghissima, ma ho deciso di approfittarne per iniziare una serie che mi è stata caldamente raccomandata!


Titolo: Il metodo del coccodrillo || Autore: Maurizio de Giovanni || Editore: Einaudi
Data di pubblicazione: 30 aprile 2012 || Pagine: 300

Un killer freddo e metodico sta seminando il panico in città. Lo chiamano il Coccodrillo. Come il rettile sa aspettare la preda e colpirla al momento giusto, e dopo aver ucciso piange, o almeno cosí sembra. Delle indagini finirà con l'occuparsi, quasi per caso e con disappunto dei superiori, un ispettore siciliano trasferito da Agrigento per punizione. Un pentito lo ha accusato di collaborare con la mafia e lui ha perso ogni cosa: il lavoro, la moglie, la figlia. Il suo nome è Giuseppe Lojacono e sorprenderà tutti, tranne il giovane magistrato Laura Piras, donna brusca e appassionata che crede in lui da subito. I due avranno modo di incontrarsi di nuovo: a Pizzofalcone.

Trama: 5 || Personaggi: 5 || Stile: 5

giovedì 22 marzo 2018

Tutti a Hogwarts con le 3 ciambelle - Prima fermata per il mondo Babbano


Streghette carissime, sono già trascorsi tre mesi dall'inizio delle lezioni ed è arrivato il momento di stilare un primo bilancio! 
Avete inviato più di 400 recensioni e noi ne abbiamo respinte alcune. Ma pare che la nostra rigidità stia dando i suoi frutti, perché state diventando sempre più brave nell'esprimere il vostro pensiero!
Abbiamo avuto 12 Prefetti che hanno svolto egregiamente il loro lavoro. E abbiamo anche 4 streghette che hanno dovuto far ritorno al mondo Babbano. 
Ma il gioco prosegue e i gufi vi hanno appena consegnato le lettere con i nuovi obiettivi che saranno validi, come ormai ben sapete, per il prossimo trimestre di gioco. Ciò che cambierà, di mese in mese, saranno i titoli imposti e quelli celati dai Cappelli Parlanti.

IL BOCCINO D'ORO

Come avete capito c'è un Boccino d'Oro che viaggia per tutta Italia e che tocca a voi afferrare! Quando questo accade e tutte le regole vengono rispettate la Casa della streghetta prescelta vedrà incrementare il proprio punteggio di 10 punti. Tranquille! Quando il Boccino d'Oro avrà terminato il suo volo, vi sveleremo chi sono state le streghette che hanno portato (o meno) a termine il compito loro assegnato!
E ora facciamo un bel ripasso delle regole, che ne dite?
Regola numero 1 - Essere Lettori Fissi di tutti e tre i blog: La Libridinosa, La Biblioteca di Eliza e Due lettrici quasi perfette
Regola numero 2 - Aver messo Mi Piace a tutte e tre le nostre pagine Facebook: La Libridinosa, La Biblioteca di Eliza e Due lettrici quasi perfette
Regola numero 3 - Far parte del Macrogruppo Facebook e del microgruppo relativo alla Casa che vi è stata assegnata
Regola numero 4 - Condividere il Banner sul vostro blog o, se non ne avete uno, sul profilo Facebook

Per quanto riguarda le vostre letture, invece...

  • I libri che sceglierete di leggere dovranno avere minimo 150 pagine (farà fede l'edizione cartacea presente su Amazon, se esiste)
  • Per quanto riguarda i titoli che vi "imporremo" noi tre, non ci sarà, a differenza degli anni scorsi, un numero limite di pagine. Ma, benché molte di voi pensino che siamo Carogne patentate, così non è (almeno non del tutto) e cercheremo di non appiopparvi Ken Follett!
  • Per gli obiettivi che richiedano la lettura di un genere specifico, potrete controllare, come al solito, le schede Amazon (anche in questo caso, controllate sempre la scheda della versione cartacea del libro, se esiste). Se avete qualche dubbio, scriveteci in gruppo!
  • Per le copertine colorate chiedete sempre a noi prima di iniziare a leggere (pare che ci siano, tra voi, evidenti casi di daltonismo!!!).
  • Quando avrete bisogno di chiederci qualcosa, usate il macrogruppo e TAGGATECI SEMPRE, altrimenti, nel marasma di post che vengono pubblicati, rischiamo di perderci le vostre domande!
  • Se volete pubblicizzare le iniziative dei vostri blog o delle vostre pagine Facebook, potrete farlo (sempre chiedendo prima l'autorizzazione ad una di noi tre), ma solo nel macrogruppo.
Vi ricordiamo che se avete qualche dubbio o qualche domanda siamo a vostra completa disposizione sia nel gruppo Facebook che alla nostra mail:

lauralaura.challenge@gmail.com

Non rimane altro da fare che augurarvi un buon proseguimento delle lezioni letture e lasciarvi il nuovo modulo che vi servirà per inviare i link delle vostre recensioni (abbiamo chiuso quello che avete usato finora, da oggi potrete usare solo quello qui di seguito) !




lunedì 19 marzo 2018

Recensione 'L'illusione della verità' di Wendy Walker - Nord


Titolo: L'illusione della verità || Autore: Wendy Walker || Editore: Nord
Data di pubblicazione: 8 marzo 2018 || Pagine: 322

Quella sera, in famiglia c'è una lite furiosa. Dopo le urla e il pianto, si avverte il rombo di un motore, poi torna il silenzio. Il giorno seguente, le sorelle Tanner sono scomparse. L'auto della diciassettenne Emma viene ritrovata nei pressi della spiaggia: all'interno, solo la sua borsa e le scarpe. Della quindicenne Cassandra, invece, nessuna traccia. Le autorità vagliano tutte le ipotesi, per poi congelare il caso, disorientate. Tre anni dopo, Cassandra torna a casa... da sola. Racconta che lei ed Emma sono state rapite e tenute prigioniere su una misteriosa isola del Maine, senza telefono, televisione o elettricità. La sua versione dei fatti, però, è piena di buchi; soprattutto, il suo racconto del giorno della scomparsa non coincide con le deposizioni raccolte dai detective. Sembrerebbe che la memoria della ragazza sia ancora compromessa dal trauma eppure, per la psicologa forense Abby Winter, i conti non tornano. È successo qualcosa quella notte di tre anni prima, qualcosa che la famiglia Tanner sta tentando disperatamente di nascondere. In cerca di risposte, la dottoressa rivolge quindi lo sguardo verso la madre, il patrigno e il fratellastro di Cassandra. A poco a poco, nel quadro apparentemente perfetto di quella famiglia come tante, Abby intuisce inquietanti crepe, indizi pericolosi che conducono lungo una strada costellata di menzogne, inganni e tradimenti. Una strada che Abby sarà costretta a percorrere, se vuole salvare Emma...

Trama: 4 || Personaggi: 4 || Stile: 4

venerdì 16 marzo 2018

Tempo di Libri 2018 - Sì, è stato un tempo bellissimo


Mettiamo da parte la questione meteorologica, visto che Milano ci ha riservato un fine settimana di pioggia e di freddo, e parliamo della seconda edizione di Tempo di Libri, la fiera milanese che, al suo secondo anno di vita, è riuscita a sopperire a tutti gli errori dello scorso anno (se di errori si può parlare riferendosi, comunque, ad una manifestazione che vedeva la luce per la prima volta!).
Tempo di Libri ha cambiato, innanzitutto, location: niente più Rho, ma Fiera Milano City, nel pieno centro di Milano, a due passi da San Siro (e la juventina che è in me non è che l'abbia presa proprio benissimo!): facilmente raggiungibile con poche fermate di metro e facilmente individuabile, la nuova location è stata il primo punto di forza di quest'anno!
Tempo di Libri ha cambiato data: niente fine settimana lunghi con ponti festivi a fare da ostacolo all'afflusso di gente e, soprattutto, un'equilibrata distanza dal Salone del Libro di Torino. Personalmente, reputo che uno stacco maggiore in termini di tempo, sarebbe la scelta più adatta: una fiera in primavera e una in autunno sarebbero perfette per noi lettori, che potremmo avere modo, magari, di partecipare ad entrambe ed avere un'offerta, in termini di uscite letterarie e incontri con autori, sicuramente maggiore!
Tempo di Libri ha cambiato stile! A fronte di un programma sicuramente meno ricco rispetto a
quello dello scorso anno, la scelta di riservare l'ultimo piano alle sale per gli incontri con gli autori è stata, secondo me, azzeccattissima. Una scelta che ha dato modo, alla gente, di girare liberamente tra gli stand degli editori senza incappare in file infinite che bloccavano il flusso.
Tutto bello, quindi? Ovviamente no! Per quanto la succitata idea di dislocare tutti gli incontri all'ultimo piano, ci ha costretti a vivere su delle infinite rampe di scale mobili, rimbambendoci non poco; tanto che, ad un certo punto, non riuscivamo neanche più a renderci conto di dove fossimo e di dove si trovassero le scale!

Pochi incontri davvero interessanti. Come ho detto prima, il programma di quest'anno mi è parso meno ricco rispetto a quello della prima edizione. Lo scorso anno mi sono ritrovata spesso a dover fare una scelta su quale autore ascoltare e incontrare, perché l'offerta ricchissima creava anche degli accavallamenti. Quest'anno, invece, si è scelto di puntare su meno presenze in fatto di autori, il che potrebbe anche essere stato un vantaggio se... ecco, se noi lettori non ci fossimo trovati circondati da ragazzine urlanti in attesa di una qualche youtuber adolescente. Ok, lo so, sembro snob (forse lo sono!), ma ritrovarmi davanti a scene isteriche, con gente che quasi si strappava i cappelli davanti a non so chi, sinceramente, mi ha fatto storcere il naso non poco.

Le presentazioni. La prima a cui ho assistito è stata quella di Sara Rattaro, moderata dalla bravissima
Amanda Colombo. E insomma, quando c'è Amanda di mezzo, si va a colpo sicuro e le presentazioni sono sempre un successo assicurato! Peccato lo spoiler (che noi, da brave blogger, abbiamo mandato in diretta su tutti i canali social). Abbiamo scoperto, ad incontro terminato, che si era trattato di una scelta dell'autrice, quindi nulla da dire. Ma... non sono riuscita ad assistere, purtroppo, all'incontro con Rosella Postorino (una fila infinita e la mia schiena dolorante che non ha retto, mi hanno fatto ripiegare su un divanetto comodo con la speranza di incontrare l'autrice quanto prima e in un'occasione più tranquilla!). Chi, delle mie amiche e colleghe, però, è riuscita a presenziare, ha lamentato la stessa cosa: spoiler spoiler spoiler. Forse si dovrebbe entrare nell'ordine di idee che chi assiste ad una presentazione non sempre ha letto il libro. Spesso sono proprio le presentazioni fatte bene che inducono all'acquisto e conoscere a menadito ciò che il romanzo racconta, è una vendita perduta.

Ma... Tempo di Libri è stato, per me, un tempo bellissimo per mille altri motivi! Ho trascorso giornate e serate in compagnia di quella che, ormai, è la mia famiglia di cuore! Ho avuto modo di riabbracciare le mie Bancarella Blogger (sì, pure la Bacci ho abbracciato!), di avere con me, per la prima volta, anche mia sorella! Sono stati giorni intensi, stancanti, ma fatti di sorrisi, di affetto, di confidenze, di risate sguaiate, di libri comprati e trascinati da una parte all'altra degli stand per intere giornate!
Sono stati giorni di amici ritrovati e di annunci importanti! Giorni di cibo ad ogni ora, di colazioni assonnate, ma di felicità immensa, perché le amiche, quelle vere, quelle che ti capiscono con un'occhiata, non hanno bisogno di vedersi ogni giorno! Basta un attimo per ritrovarsi e cancellare i mesi passati senza potersi incontrare!
Ed è a voi, mie adorate, che io voglio rivolgere il mio grazie! Perché il mio Tempo di Libri è stato un tempo bellissimo soprattutto per merito vostro!
Passeranno altri mesi prima di poterci nuovamente ritrovare tutte sotto lo stesso tetto, ma io sono che appena vi rivedrò tutto il tempo si annullerà come per magia! 


È questo che mi porto a casa di questo secondo anno di Tempo di Libri: le mie ragazze! Ah già... e la ricorrente frase: "Ho letto Marone grazie a te!", ma questa è un'altra storia!

venerdì 9 marzo 2018

Recensione 'Le assaggiatrici' di Rosella Postorino - Feltrinelli


Titolo: Le assaggiatrici || Autore: Rosella Postorino || Editore: Feltrinelli
Data di pubblicazione: 11 gennaio 2018 || Pagine: 285

La prima volta che entra nella stanza in cui consumerà i prossimi pasti, Rosa Sauer è affamata. "Da anni avevamo fame e paura", dice. Con lei ci sono altre nove donne di Gross-Partsch, un villaggio vicino alla Tana del Lupo, il quartier generale di Hitler nascosto nella foresta. È l'autunno del '43, Rosa è appena arrivata da Berlino per sfuggire ai bombardamenti ed è ospite dei suoceri mentre Gregor, suo marito, combatte sul fronte russo. Quando le SS ordinano: "Mangiate", davanti al piatto traboccante è la fame ad avere la meglio; subito dopo, però, prevale la paura: le assaggiatrici devono restare un'ora sotto osservazione, affinché le guardie si accertino che il cibo da servire al Führer non sia avvelenato. Nell'ambiente chiuso della mensa forzata, fra le giovani donne s'intrecciano alleanze, amicizie e rivalità sotterranee. Per le altre Rosa è la straniera: le è difficile ottenere benevolenza, eppure si sorprende a cercarla. Specialmente con Elfriede, la ragazza che si mostra più ostile, la più carismatica. Poi, nella primavera del '44, in caserma arriva il tenente Ziegler e instaura un clima di terrore. Mentre su tutti - come una sorta di divinità che non compare mai - incombe il Führer, fra Ziegler e Rosa si crea un legame inaudito.

Trama: 5  || Personaggi: 5  || Stile: 5

mercoledì 7 marzo 2018

In libreria #62


Buongiorno! Avete speso tanto a febbraio? Siete lì a far buoni propositi ripetendovi: "C'è Tempo di Libri, devo risparmiare"? Bene, eccomi qui! Sì, avete capito bene, è il momento di scoprire cosa ci aspetta in libreria nel mese di marzo. Pronti a piangere?!

Dal cliente che entra per complimentarsi dell'esposizione in vetrina, senza accorgersi che le pentole servono a raccogliere la perdita d'acqua dal tetto, alla vecchietta che chiama periodicamente chiedendo i titoli più assurdi, alle mille, tenere vicende di quanti decidono di disfarsi dei libri di una vita. The Book Shop, la libreria che Shaun Bythell contro ogni buonsenso ha deciso di prendere in gestione, è diventata un crocevia di storie e il cuore di Wigtown, villaggio scozzese di poche anime. Con puntuta ironia, Shaun racconta i battibecchi quotidiani con la sua unica impiegata perennemente in tuta da sci, e le battaglie, tutte perse, contro Amazon. La sua è l'esistenza dolce e amara di un libraio che non intende mollare.

Scheda libro

Titolo: Una vita da libraio
Autore: Shaun Bythell
Editore: Einaudi
Data di pubblicazione: 6 marzo 2018
Pagine: 378
Prezzo: 19.00 €
E-book: 9.99 €

Quella sera, in casa scoppia una lite furiosa. Dopo le urla e i pianti, si avverte il rombo di un motore,
poi il silenzio. La mattina seguente, le sorelle Tanner sono scomparse. L’auto della diciassettenne Emma viene ritrovata nei pressi della spiaggia: all’interno, solo la borsa e le scarpe della ragazza. Della quindicenne Cassandra, invece, nessuna traccia. Senza ulteriori indizi, le autorità vagliano tutte le ipotesi, per poi congelare il caso.
Tre anni dopo, Cassandra torna a casa… da sola. Racconta che lei ed Emma sono state rapite e tenute prigioniere su una misteriosa isola del Maine, senza telefono, televisione o elettricità. La sua versione dei fatti, però, è piena di buchi; in particolare, il racconto del giorno della scomparsa non coincide con le deposizioni raccolte dai detective. Sembrerebbe che la memoria della ragazza sia ancora compromessa dal trauma eppure, per la psicologa forense Abby Winter, i conti non tornano. È successo qualcosa quella notte di tre anni prima, qualcosa che la famiglia Tanner sta tentando disperatamente di nascondere. In cerca di risposte, la dottoressa rivolge quindi lo sguardo verso la madre, il patrigno e il fratellastro di Cassandra. A poco a poco, nel quadro apparentemente perfetto di quella famiglia come tante, Abby intuisce inquietanti crepe e indizi che conducono lungo una strada costellata di menzogne, inganni e tradimenti. Una strada che Abby sarà costretta a percorrere, se vuole salvare Emma…

Scheda libro

Titolo: L'illusione della verità
Autore: Wendy Walker
Editore: Nord
Data di pubblicazione: 8 marzo 2018
Pagine: 400
Prezzo: 18.00 €
E-book: 9.99 €

Margherita ha 34 anni, è bella, ricca e ha un lavoro che ama, ma è disperatamente incapace di
superare sia la scomparsa dell'adorato papà, morto all'improvviso otto anni prima, sia l'abbandono del fidanzato che l'ha lasciata senza troppe spiegazioni. La signora Anna ha 76 anni e si è rotta un femore, ma questa è la sola cosa che ha in comune con le sue coetanee: nata poverissima, venduta come sguattera a nove anni, ha trascorso la vita in compagnia di un marito gretto e di una figlia meschina, eppure comunica un'energia e una gioia di vivere straordinarie. Il segreto della sua leggerezza è un innamorato con cui si scambia appassionate lettere da cinquant'anni. I loro mondi sono distantissimi: non fossero state costrette a condividere la stessa stanza in un reparto di ortopedia, non si sarebbero mai rivolte la parola. Ma dopo i primi tempestosi scontri tra una seduta di riabilitazione e l'altra, fuori dall'ospedale nasce un'improbabile amicizia che indicherà a entrambe la strada per un'insperata salvezza.

Scheda libro

Titolo: Fai piano quando torni
Autore: Silvia Truzzi
Editore: Longanesi
Data di pubblicazione: 8 marzo 2018
Pagine: 300
Prezzo: 16.40 €
E-book: 9.99 €

Oggi è venerdì, e il compito dei venerdì è far concludere in modo morbido la settimana. Così vuole che sia Katharina, decidendo di ignorare la scoperta del Qualcosa, Qualcosa che dentro di lei non
funziona bene, e rimandando tutto a lunedì.
Katharina insegna musica ai bambini dell'asilo. Sua figlia Hellie soffre di disturbi comportamentali, mentre suo figlio Alex è praticamente perfetto - anche questa cosa la preoccupa - e ha ereditato la passione per le note da lei. Suo marito Costas ora lavora a Berlino: da quando la loro relazione è diventata "da fine settimana" litigano parecchio.
E in questo venerdì, in cui Costas non tornerà a casa e Katharina vorrebbe mettere un po' di pace fra i pensieri, il tipico caos che contraddistingue le sue giornate aumenta in modo incontrollato. Deve correre a scuola a prendere Hellie che perde sangue dal naso e poi soccorrere il vicino che si è tranciato un pollice con il tagliaerba e crede di poterlo ritrovare sul prato. Alex le comunica che sta per portare a casa per la prima volta la nuova fidanzata, proprio mentre lei si stava preparando ad accogliere Kilian, il suo caro amico dei tempi dell'università. Intanto l'asciugatrice prende fuoco...
Katharina comincia a chiedersi se le cose, nella sua vita, siano andate esattamente come voleva: la passione per la musica, i figli, il matrimonio con Costas... Probabilmente è tempo di rivelare a qualcuno il suo segreto, anche se per farlo si ritroverà inaspettatamente in una situazione piuttosto imbarazzante…
Nel racconto di una sola giornata si condensa il significato di un'esistenza intera: Katharina ci mostra cosa vuol dire essere madre e moglie oggi, affrontando contemporaneamente le avversità più grandi. Insieme a lei ci lanceremo in un'avventura on the road eccentrica e ironica: piangeremo e rideremo, ci chiederemo se i nostri sacrifici hanno avuto senso, se le nostre scelte sono state giuste e, in maniera del tutto non convenzionale, riscopriremo ciò che davvero conta nella vita.

Scheda libro

Titolo: Un giorno quasi perfetto
Autore: Mareike Krügel
Editore: Mondadori
Data di pubblicazione: 20 marzo 2018
Pagine: 240
Prezzo: 18.00 €
E-book: 9.99 €

Kiki ne ha abbastanza della vita di città: ore e ore a girare inutilmente prima di trovare parcheggio,
tormentata dal rumore incessante di lavori in corso che sembrano non finire mai. Per lei è arrivato il momento di cambiare aria e acquistare quel vecchio casolare in campagna di cui è innamorata per farne un bed and breakfast. È da qui, da questo luogo circondato da sconfinate distese di margherite e immerso nella calma dei laghi, che ha intenzione di ricominciare da capo. Ma a poche settimane dall’inaugurazione dell’albergo, si rende conto che c’è ancora tanto, troppo da fare: non riuscirà mai ad aprire in tempo. Per fortuna, arrivano a darle man forte le sue amiche di sempre, che hanno deciso di anticipare la loro gita annuale e di raggiungere Kiki nel suo paradiso in mezzo al verde. Forse può essere l’occasione giusta per passare del tempo insieme. Del resto, è stato per tutte un anno complicato: Caroline, avvocato, è tuttora alle prese con un caso difficile; la timida Judith è sempre alla ricerca di un suo equilibrio; Estelle non sopporta più l’invadenza del figlioccio e della sua consorte. E poi c’è Eva, l’intrepida mamma single che fatica a tenere a freno l’esuberanza del figlio. Tra confidenze, litigi, consigli e qualche bugia a fin di bene, le «amiche del martedì» si rimboccano le maniche e insieme realizzano il sogno di Kiki, riscoprendosi più unite di prima. Sono sicure che ormai niente potrà dividerle. A meno che al bed and breakfast non si presenti un uomo misterioso intenzionato a conquistarsi la simpatia di ognuna di loro... Senza eccezione.

Scheda libro

Titolo: Il posto delle margherite
Autore: Monika Peetz
Editore: Garzanti
Data di pubblicazione: 22 marzo 2018
Pagine: 300
Prezzo: 17.90 €
E-book: 9.99 €

"Arturo si era convinto di potere una vita speciale, ma poi non muoveva passi, verso l'ignoto, per paura di una vita vera. Il risultato era una vita fasulla, come quella delle formiche inoperose." È da dieci anni che Arturo non sale su un tram. L'ultima volta che lo ha fatto era un giovane attore di belle speranze e andava a incontrare una ragazza perfetta e misteriosa, con il nome di un'isola, quella leggendaria di Platone: Atlantide. Ma il destino cancella il loro appuntamento e, da lì in poi, niente andrà come doveva andare.
Oggi Arturo è un quarantenne tormentato da mille paure. Mentre attorno tutto si muove, lui resta fermo, immobile, come un divano rimasto con la plastica addosso in quelle stanze in cui non si entra per paura di sporcare. Quando sale sul tram 14, che da Porta Maggiore scandisce piano tutta la Prenestina, ha un cappellino in testa per nascondere i pensieri scomodi e nella pancia il peso rumoroso dei rimpianti. E mentre i binari scorrono lenti, in una Roma che si risveglia dall'inverno, e la gente sale e scende, ognuno con la sua storia complicata appesa al braccio come una ventiquattrore, Arturo, che nella sua vita sbagliata ha sempre aspettato troppo, fa i conti con il passato, cercando il coraggio di prenotare la sua fermata. Perché nel posto in cui sta andando c'è forse l'ultima possibilità di ricominciare daccapo, e di prendersi quel futuro bello da cui lui è sempre scappato.
Dopo lo straordinario esordio di La strada del ritorno è sempre più corta, Valentina Farinaccio ci racconta con una voce unica, che cresce fino a farsi poesia, una storia tanto incantata quanto feroce di attese e incontri mancati, di errori e di redenzione. Perché dobbiamo correre il rischio di essere felici, anche se tutto da un momento all'altro potrebbe affondare. Perché nulla è certo, nella vita. Solo una cosa: che tra un'isola e l'altra c'è sempre il mare.

Scheda libro

Titolo: Le poche cose certe
Autore: Valentina Farinaccio
Editore: Mondadori
Data di pubblicazione: 27 marzo 2018
Pagine: 156
Prezzo: 17.00 €
E-book: 8.99 €

Venezia, 1755. La Contessa Margarethe Von Steinberg, nobile austriaca di straordinaria bellezza, sfida Giacomo Casanova a una singolare contesa. Se riuscirà a sedurre la bella Francesca Erizzo, la figlia di uno dei maggiorenti della città, allora lei sarà sua. Casanova accetta e inizia a corteggiare la ragazza, forte del suo impareggiabile fascino. E mentre prova a conquistarla, scopre di amarla davvero. Francesca cede infine alle profferte del seduttore avventuriero che si ritrova ben presto ad affrontare in duello Alvise, focoso spasimante di lei...

Scheda libro

Titolo: Giacomo Casanova
Autore: Matteo Strukul
Editore: Mondadori
Data di pubblicazione: 27 marzo 2018
Pagine: 312
Prezzo: 19.00 €
E-book: 

Un foglietto, ormai ingiallito, trovato in una vecchia giacca nel fondo di un armadio, riporta la memoria di Libera, la fioraia del Giambellino, all'episodio più doloroso della propria vita. Quella giacca è di suo marito, ucciso vent'anni prima senza che sia mai stato trovato il colpevole, e quel biglietto sembra scritto da una donna. Dopo essersi improvvisata detective, nei romanzi precedenti, per risolvere i casi degli altri, questa volta Libera trova il coraggio per rivangare le vicende di quel suo passato. Con l'aiuto della madre bizzarra e di una giovane cronista di nera, e nonostante la vana opposizione della figlia poliziotta, si spingerà fino in Calabria per guardare in faccia l'amara verità.

Scheda libro

Titolo: Non si uccide per amore
Autore: Rosa Teruzzi
Editore: Sonzogno
Data di pubblicazione: 29 marzo 2018
Pagine: 176
Prezzo: 14.00 €

Una sera d'inverno, una vecchia mendicante gira per le strade di New York in cerca di un riparo, quando una donna apre la porta della sua pasticceria e la invita a passare lì la notte. La mattina dopo, la vecchia è scomparsa, lasciando un libriccino di ricette . Da allora, la pasticceria è diventata la più frequentata della città, perché i dolci preparati grazie a quelle ricette non sono solo deliziosi: i biscotti curano i reumatismi, le gallette migliorano l'umore e la torta paradiso fa dimagrire... è un finale da favola, finché, un giorno, il libriccino sparisce. Walter odia le parole. Soffre di un disturbo che gli impedisce di articolare bene i suoni e, un giorno, stanco delle prese in giro dei coetanei, ha smesso di provarci. Ha deciso di chiudere la bocca e aprire gli occhi. Adesso, a dodici anni, Walter osserva, nota cose che a tutti gli altri sfuggono, distratti come sono da chiacchiere inutili. È diventato bravissimo a ritrovare le cose perdute. Ecco perché, quando il libriccino della madre sparisce, lui si lancia alla sua ricerca col suo unico amico, Milton, un Labrador grassoccio e intraprendente. Insieme, Walter e Milton si avventurano negli angoli dimenticati di New York, incontrando persone che per gli altri sono invisibili: dalla donna che tutte le mattine raccoglie le lattine per strada a una coppia delusa dal mondo che si è ritirata in uno scalo abbandonato della metropolitana. Grazie alle loro storie, Walter scoprirà generosità e speranza, solitudine e rimpianti, ma soprattutto capirà che la vita è un dono troppo prezioso per guardarla scorrere. E così riuscirà non solo a trovare le pagine del libriccino, ma pure il coraggio di aprirsi agli altri e di dare voce ai suoi sogni.

Scheda libro

Titolo: La voce delle cose perdute
Autore: Sophie Chen Keller
Editore: Nord 
Data di pubblicazione: 29 marzo 2018
Pagine: 368
Prezzo: 16.90 €

Sbaglio o state piangendo disperatamente? Eh lo so, vi capisco! Ma sapete che c'è? Che anche aprile, così, giusto per darvi un accenno, si prospetta come un mese davvero pieno! Ohi... ma chi è che mi sta tirando pomodori addosso?!!



martedì 6 marzo 2018

La Classifichella di Febbraio

*in blu i commenti di Laura*
*in verde i commenti della Bacci*


Buongiorno! Ao! Ma buongiorno! Ma che è 'sta caciara? IO, IO! Sono arrivata io! UUUhhh c'è terza vocetta!!! Oddio, Lallì, ma... c'è la Bacci? Sìììììì! Ciao Baccina!! Lallina, c'è la Bacci qui... perché c'è la Bacci qui? Sono appena arrivata e già mi vuoi cacciare? Sta qui per la mia sanità mentale. Sta buona e sii gentile. Che dici? Devo fare la gentile? Ma proprio proprio? Vabbè! Ciao Baccina, come stai? Mi sento molto apprezzata in questo momento. Vuoi caffè? Sì, ma faccio io, che gli ultimi caffè non ti sono usciti proprio benissimo. E a me non me lo offri??? E che fai qui pure tu? Ma comeeee? Aaaahhh fai la classifichella con noi?  Eh! Certo che fa! Coraggiosa sei ad accettare una rubrica con un nome di mer bellissimo come questo! Eh si vede proprio che Lallina 'sto nome l'ha trovato nei meandri della mer sua mente! Lallina è donnina dalla fervida fantasia. Beh?? Che vorresti dire? E' nome bello e intelligente e affatto equivoco. Mica come quelli che trova certa gente!
Vabbè, quindi come procediamo? In fila per due non possiamo perché siamo in tre, facciamo fila indiana? Come all'asilo? Sempre uguale? Uguale? cosa vuol dire uguale? È la prima volta, spiegatemiiiii! Uguale! Vieni qua, sminchioneggi, fai arrabbiare Laura... Uguale! Posso andare? Se è dove dico io, dovresti esserci andata già da un pezzo... Vai vai... lì Indovinate un po'! Niente parimerito! Sono brava, vero?! Mica è merito tuo! Che paracula sei... Diciamo che è pure un po' colpa di un disgraziato. Ecco! Tutta colpa sua e zero merito tuo. Comunque primo, incontestato, assoluto posto sul podio per...


  1. Uomini che restano - Sara Rattaro - Come il mio! Copione...
  2. L'uomo del labirinto - Donato Carrisi - Beeeeeeelloooo Uuuhh!! Bello
  3. L'ultimo di noi - Adelaide de Clermont-Tonnerre sto ancora valutando
  4. La cena dei segreti - Care Santos
  5. La nemica - Carla Maria Russo
  6. Un ragazzo normale - Lorenzo Marone - Muta sono
  7. Il giorno uno di noi due - Stefania Rossotti
  8. Il contrario delle lucertole - Erika Bianchi - Peccato che non ti sia piaciuto, sigh!
Capite? E io che pensavo al parimerito, con grande dolore e sofferenza di Lallina che ti avrebbe insultato per tutto Tempo di Libri... ricorda: 5 giorni insieme, 5! . Vabbè, passiamo alla copertina più bella di febbraio, che è...


Eh le copertine dei libri Neri Pozza attraggono già per la loro qualità, questa, in particolare è bella proprio tanto tanto!  Bellissima! E che persona intelligente è quella che ti regala 'sti bei libri eh!

E ora non mi resta che ricordarvi di andare a scoprire la Classifichella di Laura... ah già e pure quella della Bacci (ma io non ho capito, Lallì, perché pure qua ce la dobbiamo tenere?!). Mò me ne vado eh! Sempre per la mia sanità mentale... finche non tira fuori i pari merito pure lei e allora sarà follia cieca!!

lunedì 5 marzo 2018

Recensione 'Il bistrò dei libri e dei sogni' di Rossella Calabrò - Sperling&Kupfer


Titolo: Il bistrò dei libri e dei sogni || Autore: Rossella Calabrò || Editore: Sperling&Kupfer
Data di pubblicazione: 6 febbraio 2018 || Pagine: 252

Nel cuore di Milano c'è un delizioso bistrò, con grandi librerie di legno da cui si affacciano centinaia di volumi e l'aria che profuma di torte. Il posto ideale per rilassarsi sorseggiando del tè o magari, con un calice di vino bianco in mano, chiacchierare, lavorare, e intanto lasciarsi consigliare romanzi, saggi, fumetti da Petra, la proprietaria: quarant'anni da un po' e una disordinata massa di capelli che porta con orgoglio. Ogni giovedì sera, nella luce soffusa del suo Bistrò dei Libri e dei Sogni, Petra ospita un corso di Scrittura Creativa. Con lei, Armando, medico in pensione novantenne, dall'animo frivolo e lo sguardo da bambino, appassionato di tip-tap; Blanche, boccoli in stile Shirley Temple, architetto mancato, di mestiere imbianchina e ideatrice di fiabe; Linda, domestica e babysitter dal sorriso cauto e lo sguardo saggio da divinità inca; e poi lui, Dylan Altieri, l'eccentrico e affascinante insegnante. Alto, dinoccolato, occhi azzurri, viso scarno e capelli folti, appena brizzolati, e l'aria di chi ha sempre occupato posti di comando e che ora ha scoperto la meraviglia di perdersi in un sorso di cioccolata calda, accoccolato in una poltroncina anni Venti di un bistrò. Cinque bizzarri quanto speciali protagonisti, ognuno alla ricerca del proprio sogno tra le pagine di un libro. Perché i libri, si sa, sono degli incredibili, splendidi, stupefacenti contenitori di sogni: i sogni di chi li scrive, e i sogni di chi li legge.

Trama: 4  || Personaggi: 4  || Stile: 4

sabato 3 marzo 2018

Recensione 'Affidati a me' di Serge Joncour - Edizioni e/o


Titolo: Affidati a me || Autore: Serge Joncour || Editore: Edizioni e/o
Data di pubblicazione: 21 febbraio 2018 || Pagine: 333

Ludovic è grosso, alto due metri, ex giocatore di rugby; Aurore è minuta e delicata. Ludovic fa un lavoro misero, recupero crediti di casa in casa; Aurore è un'apprezzata creatrice di moda, titolare di un marchio che porta il suo nome. Ludovic, figlio di contadini del sud della Francia, è un po' rozzo; Aurore è una giovane signora borghese di gran classe. Ludovic è solo; Aurore è sposata con Richard, rampante imprenditore americano e ha due bei bambini. Due mondi completamente diversi. Niente li accomuna, se non il fatto che a Parigi vivono uno di fronte all'altra, divisi da un cortile in mezzo al quale troneggiano due alberi. Entrambi consapevoli della propria posizione sociale, istintivamente si evitano, quasi diffidano l'una dell'altro, fino a che il caso, sotto forma di due corvi minacciosi, li porta a un non richiesto incontro ravvicinato che per entrambi si rivela una scoperta meravigliosa. Divampa un amore. Lei vede in lui solidità, sicurezza e soprattutto schiettezza, virtù terribilmente latitante nell'infido mondo della moda. Lui trova in lei una femminilità ardente e raffinata insieme che non aveva mai neanche osato sognare. Ma l'intrecciarsi delle loro vite suscita una reazione a catena di eventi inaspettati che li porteranno dove mai avrebbero immaginato.

Trama: 3 || Personaggi: 2 || Stile: 4


giovedì 1 marzo 2018

Novità nella Stanza Librosa Febbraio 2018 + To Be Read Marzo 2018

Buon freddissimo giorno, lettori! Come state? Com'è andato il vostro febbraio? Il mio è stato intensissimo a livello di letture: tante, molte delle quali belle. A livello personale, invece, è stato un mese vissuto nell'attesa spasmodica dell'arrivo di marzo e dell'inizio di "Tempo di Libri"! Chi di voi ci sarà? Io non vedo l'ora di tuffarmi tra stand, incontri con gli autori e chiacchiere con le amiche che saranno lì assieme a me!
Ma adesso vediamo, nel dettaglio, ciò che accaduto nella Stanza Librosa durante gli ultimi 28 giorni


ARRIVI CARTACEI


  1. L'isola che brucia - Emma Piazza acquisto Giunti al Punto
  2. Fiori sopra l'inferno - Ilaria Tuti acquisto Giunti al Punto
  3. The Sinner - Petra Hammesfahr acquisto Giunti al Punto
  4. Uomini che restano - Sara Rattaro omaggio Sperling&Kupfer
  5. Il bistrò dei libri e dei sogni - Rossella Calabrò omaggio Sperling&Kupfer
  6. La cena dei segreti - Cara Santos omaggio Salani
  7. Le assaggiatrici - Rosella Postorino acquisto Giunti al Punto
  8. Un ragazzo normale - Lorenzo Marone omaggio Feltrinelli
  9. Affidati a me - Serge Joncour omaggio Edizioni e/o
  10. I bastardi di Pizzofalcone - Maurizio de Giovanni acquisto Feltrinelli
  11. Book blogger Scrivere di libri in Rete: come, dove, perché - Giulia Ciarapica acquisto Amazon
E-BOOK




  1. Il giorno uno di noi due - Stefania Rossotti omaggio Mondadori
  2. L'ultimo di noi - Ádelaide de Clermont-Tonnerre omaggio Sperling&Kupfer
  3. L'illusione della verità - Wendy Walker omaggio Editrice Nord
________________________________________

A febbraio ho letto 9 libri per un totale di 2776 pagine.

cliccate sulle foto per leggere le recensioni

      
  

________________________________________

Questa era la mia TBR di gennaio

  1. La nemica - Brunella Schisa - Neri Pozza
  2. L'uomo del labirinto - Donato Carrisi - Longanesi
  3. Un ragazzo normale - Lorenzo Marone - Feltrinelli
  4. Uomini che restano - Sara Rattaro - Sperling & Kupfer
  5. Il bistrò dei libri e dei sogni - Rossella Calabrò - Sperling & Kupfer
  6. Affidati a me - Serge Joncoul - Edizioni e/o in lettura
  7. Il nostro tempo nel mondo - Abby Fablaschi - Editrice Nord
  8. Il contrario delle lucertole - Erika Bianchi - Giunti 
  9. Nient'altro al mondo - Laura Martinetti e Manuela Perugini - Garzanti
  10. Il giorno uno di noi due - Laura Martinetti e Manuela Perugini aggiunto
  11. L'ultimo di noi - Ádelaide de Clermont-Tonnerre aggiunto
  12. La cena dei segreti - Care Santos aggiunto
Purtroppo, il ritardo dell'arrivo del romanzo di Rossella Calabrò ne ha fatto slittare la lettura di parecchi giorni, tanto che entra di diritto nelle tbr di marzo!

________________________________________

TO BE READ


Anche per il mese di marzo, la tbr è in divenire. Un po' di nuove uscite interessanti e un po' di libri che spero arrivino quanto prima mi hanno fatto ridurre la lista dei libri che ho intenzione di leggere a quelli che vedete in foto. E come per febbraio, spero che anche per marzo corrieri e postini facciano il loro dovere!!
  1. Il bistrò dei libri e dei sogni - Rossella Calabrò
  2. I bastardi di Pizzofalcone - Maurizio de Giovanni
  3. Le assaggiatrici - Rosella Postorino
  4. Il nostro tempo nel mondo - Abby Fabiaschi
  5. Fiori sopra l'inferno - Ilaria Tuti
  6. L'illusione della verità - Wendy Walker ebook

Che facciamo? Me lo dite cosa avete letto a febbraio?