mercoledì 30 ottobre 2019

Recensione 'L'anno in cui imparai a leggere' di Marco Marsullo - Einaudi


Titolo: L'anno in cui imparai a leggere || Autore: Marco Marsullo || Editore: Einaudi
Data di pubblicazione: 22 ottobre 2019 || Pagine: 280

Niccolò ha venticinque anni ed è innamorato perso di Simona. Così quando lei, bella e inquieta, parte mollandogli suo figlio Lorenzo, lui decide di prendersene cura, sebbene quel moccioso di quattro anni non lo abbia mai accettato e di notte lo sbattesse puntualmente fuori dal letto. Niccolò non ha mai fatto il padre, e non sa come gestire capricci, routine, amichetti che giocano a fingersi d'improvviso morti e primi batticuori. In più, a complicare le cose, ci si mette anche il padre naturale. Riccioli scompigliati e chitarra in spalla, è arrivato dall'Argentina per incontrare il piccolo, e si è installato in casa senza alcuna intenzione di andarsene. Innamorati della stessa donna, lui e Niccolò si detestano, e il bambino non riconosce un ruolo a nessuno dei due. Eppure, giorno dopo giorno, tra litigi e partite a pallone, pigiama party e impreviste abitudini, questi tre «ragazzi» abbandonati imparano ad appoggiarsi l'uno all'altro, per sorreggersi insieme contro il mondo.

domenica 27 ottobre 2019

Recensione 'Company Parade' di Margaret Storm Jameson - Fazi Editore


Titolo: Company Parade || Autore: Margaret Storm Jameson || Editore: Fazi
Data di pubblicazione: 1 ottobre 2019 || Pagine: 403

Nel 1918, all'indomani dell'armistizio che pone fine alla grande guerra, la giovane Hervey Russell racchiude tutta la sua vita in un baule e dallo Yorkshire si trasferisce a Londra, lasciandosi alle spalle il marito e il figlio piccolo. Non ha denaro né esperienza, ma ha la forza di volontà della nonna imprenditrice e i sogni della gioventù; è forte e vulnerabile al tempo stesso, a muoverla sono la voglia di affermarsi e il desiderio di assicurare al figlio un futuro migliore. Mentre tenta di sfondare come scrittrice, di giorno lavora in un'agenzia pubblicitaria e la sera vaga per le strade della città, sola ma libera, lasciandosi deliziare da ogni particolare. Nemmeno la sofferenza al pensiero del figlio lontano riesce a oscurare l'euforia della novità e la consapevolezza di chi sta facendo la cosa giusta per sé. Hervey è una donna in un mondo di uomini: il capo David Renn, veterano solitario e disilluso; i due amici storici, ex soldati che hanno in mente di dare vita a un nuovo giornale; e poi scrittori presuntuosi, intellettuali salottieri e spregiudicati uomini d'affari. Anche il marito, ogni tanto, torna a fare capolino, mentre l'amante vuole portarla con sé in America. Un affresco dell'ambiente culturale del tempo, con tutto il brio e l'effervescenza del mondo editoriale e pubblicitario londinese, si amalgama a un lucido spaccato della vita quotidiana dell'epoca, segnata dallo spaesamento e dalla frustrazione dei reduci e dei giovani lavoratori. In primo piano, però, ci sono la storia di una giovane protagonista coraggiosa e l'evoluzione delle conquiste femminili che hanno cambiato per sempre la vita delle donne. Introduzione di Nadia Terranova.

lunedì 21 ottobre 2019

Recensione 'Cosa resta di Male' di Gianmarco Soldi - Rizzoli



Titolo: Cosa resta di male || Autore: Gianmarco Soldi || Editore: Rizzoli
Data di pubblicazione: 5 marzo 2019 || Pagine: 333

È un torrido pomeriggio d'agosto, il sole picchia sulla pianura Padana seccando l'erba e il granturco. Amato è nascosto in macchina con la cuginetta Gioia, che ha appena schiacciato una lucertola sotto la scarpa. «Ora devi fare una cosa» gli dice, «altrimenti schiaccerò anche te. Devi baciarmi i piedi, come a una principessa.» Amato è ancora un bambino, eppure una scintilla buia gli si accende dentro. Desiderio, vergogna, paura: sentimenti che non sa come gestire né con chi condividere. Finché nella sua vita non arriva Malena, detta Male, una ragazzina con la pelle di luna e l'oscurità in fondo agli occhi. Capelli neri, felpa nera, scarpe nere. Ad Amato basta uno sguardo per capire che da quel momento non sarà più solo: gli amici, la musica, la nebbia malinconica del cielo di Cremona, tutto resta sullo sfondo per fare spazio a questo nuovo mondo a due. Lui e Male si scoprono, si ascoltano, si riconoscono l'uno nell'altra togliendosi ogni giorno un pezzo di corazza mentre la loro affinità si trasforma, col tempo, in una tenera e feroce educazione sentimentale.

martedì 15 ottobre 2019

Recensione 'Lettera non spedita' di Jennifer Cody Epstein - Rizzoli


Titolo: Lettera non spedita || Autore: Jennifer Cody Epstein || Editore: Rizzoli
Data di pubblicazione: 1 ottobre 2019 || Pagine: 439

New York, 1989. Ava Fischer oggi ha davanti a sé, tra le lenzuola del letto sfatto, le ceneri della madre Ilse. Le ha ricevute via posta aerea in una scatola, inviatele da un avvocato insieme a un plico di lettere mai spedite e indirizzate a un'amica d'infanzia. Il mistero che avvolge la figura della madre, una donna algida e silenziosa che non le ha mai svelato chi fosse suo padre, né perché da piccolina aveva dovuto abbandonarla in un orfanotrofio della Germania, comincia da qui a sciogliersi. Disorientata dal lutto improvviso - mentre, in parallelo, lunghi flashback inquadrano la giovinezza di Ilse negli anni dell'avvento del Terzo Reich e la sua fondamentale, frangibile amicizia con Renate Bauer - Ava si trova di colpo scagliata nel passato, invischiata nei dolori e nelle incomprensioni che hanno segnato la sua vita, alla ricerca di una madre sconosciuta. Prendendo le mosse dal memoir di una donna che da giovane aveva aderito al nazismo, Cody Epstein scrive un affresco per raccontare con forza e senza cedimenti il crimine - che non ha tempo - dell'adesione al male. E il tentativo tardivo e tragico di spiegare scelte imperdonabili.

venerdì 11 ottobre 2019

Recensione 'Nel profondo' di Daisy Johnson - Fazi Editore


Titolo: Nel profondo || Autore: Daisy Johnson || Editore: Fazi
Data di pubblicazione: 19 settembre 2019 || Pagine: 274

Gretel lavora come lessicografa: aggiorna le voci del dizionario, ragionando quotidianamente sul linguaggio, attività che ben si addice alla sua natura riflessiva e solitaria. Ha imparato che non sempre esistono vocaboli precisi per indicare ogni cosa, almeno non nel linguaggio di tutti; ma quando era piccola, e viveva su una chiatta lungo il fiume, lei e sua madre parlavano una lingua soltanto loro, fatta di parole ed espressioni inventate, e allora anche i concetti più astratti trovavano il proprio termine di riferimento, come il Bonak, definizione di tutto quello che più ci fa paura. Adesso sono passati sedici anni, esattamente la metà della vita di Gretel, da quando sua madre l’ha abbandonata, e le parole di quel codice stanno lentamente scolorendo, perdendosi nei fondali della memoria. Ma una telefonata inattesa arriverà a riportarle a galla, insieme ai ricordi di quegli anni selvaggi passati sul canale, dello strano ragazzo che trascorse un mese con loro durante quel fatidico ultimo anno, di quella figura materna adorata e terribile con la quale è arrivato il momento di fare i conti.
I personaggi, i luoghi, la memoria, il linguaggio: ogni cosa è fluida e mutevole, come le acque torbide del canale che fanno da ambientazione a questa storia magnetica. Attraverso una scrittura dalla precisione quasi inquietante, che le è valsa una candidatura al Man Booker Prize a soli ventisette anni, Daisy Johnson si serve di riferimenti culturali che vanno dal mito classico al folklore nord-europeo e costruisce un racconto di rara suggestione, in cui risalire le correnti del passato è l’unico modo per costruire la geografia del presente. Nel profondo è un romanzo già in grado di emanare la propria mitologia.


lunedì 7 ottobre 2019

Recensione 'L'istituto' di Stephen King - Sperling & Kupfer


Titolo: L'istituto || Autore: Stephen King || Editore: Sperling & Kupfer ||
Data di pubblicazione: 10 settembre 2019 || Pagine: 560

È notte fonda a Minneapolis, quando un misterioso gruppo di persone si introduce in casa di Luke Ellis, uccide i suoi genitori e lo porta via in un SUV nero. Bastano due minuti, sprofondati nel silenzio irreale di una tranquilla strada di periferia, per sconvolgere la vita di Luke, per sempre. Quando si sveglia, il ragazzo si trova in una camera del tutto simile alla sua, ma senza finestre, nel famigerato Istituto dove sono rinchiusi altri bambini come lui. Dietro porte tutte uguali, lungo corridoi illuminati da luci spettrali, si trovano piccoli geni con poteri speciali - telepatia, telecinesi. Appena arrivati, sono destinati alla Prima Casa, dove Luke trova infatti i compagni Kalisha, Nick, George, Iris e Avery Dixon, che ha solo dieci anni. Poi, qualcuno finisce nella Seconda Casa. «È come il motel di un film dell'orrore», dice Kalisha. «Chi prende una stanza non ne esce più.» Sono le regole della feroce signora Sigsby, direttrice dell'Istituto, convinta di poter estrarre i loro doni: con qualunque mezzo, a qualunque costo. Chi non si adegua subisce punizioni implacabili. E così, uno alla volta, i compagni di Luke spariscono, mentre lui cerca disperatamente una via d'uscita. Solo che nessuno, finora, è mai riuscito a evadere dall'Istituto.


giovedì 3 ottobre 2019

In libreria #72


Pensavate che dopo tutte le uscite di settembre, potessimo prenderci una pausa? Vi siete sbagliati di grosso! Anche ottobre ha deciso di renderci poveri!!

New York, 1989. Ava Fischer oggi ha davanti a sé, tra le lenzuola del letto sfatto, le ceneri della madre Ilse. Le ha ricevute via posta aerea in una scatola, inviatele da un avvocato insieme a un plico di lettere mai spedite e indirizzate a un'amica d'infanzia. Il mistero che avvolge la figura della madre, una donna algida e silenziosa che non le ha mai svelato chi fosse suo padre, né perché da piccolina aveva dovuto abbandonarla in un orfanotrofio della Germania, comincia da qui a sciogliersi. Disorientata dal lutto improvviso - mentre, in parallelo, lunghi flashback inquadrano la giovinezza di Ilse negli anni dell'avvento del Terzo Reich e la sua fondamentale, frangibile amicizia con Renate Bauer - Ava si trova di colpo scagliata nel passato, invischiata nei dolori e nelle incomprensioni che hanno segnato la sua vita, alla ricerca di una madre sconosciuta. Prendendo le mosse dal memoir di una donna che da giovane aveva aderito al nazismo, Cody Epstein scrive un affresco per raccontare con forza e senza cedimenti il crimine - che non ha tempo - dell'adesione al male. E il tentativo tardivo e tragico di spiegare scelte imperdonabili.

Scheda libro

Titolo: Lettera non spedita
Autore: Jennifer Cody Epstein
Editore: Rizzoli
Data di pubblicazione: 1 ottobre 2019
Pagine: 448
Prezzo: 20 euro

Angela è una giovane matricola dell’università di Madrid, timida, studiosa e con il naso sempre infilato tra le pagine di un romanzo. L’unico genere che non ama è l’horror, ma si sforza di vincere la paura quando il suo amico Sebas le chiede di leggere It per il neonato Club di lettura su Stephen King. È solo finzione, si dice Angela; sono cose che non possono accadere davvero. Ma non sa quanto si sbaglia. Perché quando la macabra morte di un professore sconvolge l’università, Angela e i suoi amici si rendono conto che c’è un assassino vicino a loro. O forse tra loro. Un assassino che si ispira a tutto il terrore raccontato da Stephen King, e che torna a colpire ancora e ancora. Senza potersi fidare di nessuno, Angela si trova prigioniera del più spaventoso racconto dell’orrore: quello che non puoi smettere di leggere. Puoi solo scegliere se essere la prossima vittima, o diventare il carnefice. Con un colpo di scena dopo l’altro, Il club dei lettori assassini è un omaggio appassionante e mozzafiato al re dell’horror, e a quello che ci insegna nei suoi capolavori: non si può scappare da ciò che ci fa più paura.

Scheda libro

Titolo: Il club dei lettori assassini
Autore: Carlos García Miranda
Editore: DeA Planeta
Data di pubblicazione: 1 ottobre 2019
Pagine: 368
Prezzo: 17 euro

Nel 1918, all’indomani dell’armistizio che pone fine alla grande guerra, la giovane Hervey Russell racchiude tutta la sua vita in un baule e dallo Yorkshire si trasferisce a Londra, lasciandosi alle spalle il marito e il figlio piccolo. Non ha denaro né esperienza, ma ha la forza di volontà della nonna imprenditrice e i sogni della gioventù; è forte e vulnerabile al tempo stesso, a muoverla sono la voglia di affermarsi e il desiderio di assicurare al figlio un futuro migliore. Mentre tenta di sfondare come scrittrice, di giorno lavora in un’agenzia pubblicitaria e la sera vaga per le strade della città, sola ma libera, lasciandosi deliziare da ogni particolare. Nemmeno la sofferenza al pensiero del figlio lontano riesce a oscurare l’euforia della novità e la consapevolezza di chi sta facendo la cosa giusta per sé. Hervey è una donna in un mondo di uomini: il capo David Renn, veterano solitario e disilluso; i due amici storici, ex soldati che hanno in mente di dare vita a un nuovo giornale; e poi scrittori presuntuosi, intellettuali salottieri e spregiudicati uomini d’affari. Anche il marito, ogni tanto, torna a fare capolino, mentre l’amante vuole portarla con sé in America.
Un meraviglioso affresco dell’ambiente culturale del tempo, con tutto il brio e l’effervescenza del mondo editoriale e pubblicitario londinese, si amalgama a un lucido spaccato della vita quotidiana dell’epoca, segnata dallo spaesamento e dalla frustrazione dei reduci e dei giovani lavoratori. In primo piano, però, ci sono la storia di una giovane protagonista coraggiosa e l’evoluzione delle conquiste femminili che hanno cambiato per sempre la vita delle donne.

Scheda libro

Titolo: Company Parade
Autore: Margaret Storm Jameson
Editore: Fazi Editore
Data di pubblicazione: 3 ottobre 2019
Pagine: 405
Prezzo: 18 euro

Il Diciottesimo secolo volge al termine. Ross Poldark è diventato membro del parlamento, eletto nel distretto di Truro in competizione proprio con il suo antico rivale, George Warleggan. Divide il proprio tempo tra Londra e la Cornovaglia, mentre il suo cuore è turbato dai sentimenti che prova per la moglie Demelza: le crisi passate hanno lasciato ferite amare, eppure il desiderio di riconciliarsi è ancora vivo in entrambi. Il loro amore complicato sarà presto messo a dura prova da un nuovo corteggiatore della donna, un libertino senza scrupoli che Ross non esiterà a sfidare a duello. Intorno a loro, anche gli altri personaggi vanno incontro al proprio destino. L’infelice matrimonio di Morwenna con il turpe reverendo Osborne e la sua relazione adulterina con Drake subiscono improvvisamente una svolta. Così come alcune tragiche novità sono in vista per Elizabeth, tormentata dalla gelosia di George, convinto che il loro figlio sia in realtà di Ross. E intanto – mentre le passioni umane, nel piccolo paesino di Nampara, si agitano come il mare tempestoso della Manica – nuove generazioni si affacciano alla vita e nuovi intrecci contribuiscono ad arricchire, con forze fresche, la saga di Poldark.

Scheda libro

Titolo: La furia della marea
Autore: Winston Graham
Editore: Sonzogno
Data di pubblicazione: 10 ottobre 2019
Pagine: 480
Prezzo: 18 euro

Londra, 1870. La capitale inglese ribolle di scontento e sedizione. Sono passati trentatré anni da quando Victoria è salita al trono, nel tripudio popolare, il 20 giugno 1837: una diciottenne non bella, così piccola e rotondetta, gli occhi blu un po' sporgenti, ma vivace, intelligente e con modi accattivanti. E, soprattutto, un temperamento volitivo. Le doti che, insieme al sostegno dell'adorato marito Albert, ne hanno fatto a lungo una sovrana ammirata. Chi la riconoscerebbe oggi nella tozza dama infagottata negli abiti neri del lutto, che dalla morte di Albert vive ritirata sull'isola di Wight o in Scozia, e si rifiuta ostinatamente di mostrarsi al suo popolo e di presenziare alle cerimonie nella capitale? Così, mentre il figlio ed erede Bertie consuma le notti al tavolo del baccarat o nel letto della demi-mondaine di turno, il prestigio della Corona affonda e il trono vacilla sotto i colpi dei repubblicani. Sarà questo l'epilogo di un regno iniziato magnificamente? In un romanzo dove trovano spazio scandali e passioni erotiche, i fasti delle dimore nobiliari londinesi e le sanguinose lotte dei comunardi parigini, le trame di corte e gli intrighi dei politici - Melbourne, Gladstone, Disraeli - che hanno fatto la storia britannica, Antonio Caprarica compone attorno al complesso personaggio di Victoria l'affresco di un'epoca. Con l'aiuto di un'ambientazione accuratissima mette in scena l'eccitazione di serate scintillanti e banchetti sontuosi, le ricchezze dissipate dai cortigiani e la miseria abietta degli slum e, sopra tutto ciò, la determinazione di una donna capace di risollevarsi a ogni caduta, di sfidare pregiudizi e critiche, di fare del proprio Paese una potenza coloniale, e di conquistare infine la corona di imperatrice.

Scheda libro

Titolo: La regina imperatrice
Autore: Antonio Caprarica
Editore: Sperling &Kupfer
Data di pubblicazione: 15 ottobre 2019
Pagine: 416
Prezzo: 18.50 euro

May Browne-Lacey ha da poco sposato in seconde nozze il Colonnello Herbert; entrambi hanno figli dai precedenti matrimoni e vivono in una casa di singolare bruttezza nelle campagne del Surrey, fortemente voluta dall’uomo e acquistata con l’eredità di May. 
Alice, la figlia di Herbert, si sta per sposare, più per fuggire dal padre che per amore. Il Colonnello non piace nemmeno ai due figli di May, Oliver ed Elizabeth: lo considerano un borioso tiranno che si comporta in modo strano e opprime la madre. Oliver, un ventenne brillante e ironico, abita a Londra, non ha un lavoro stabile e vorrebbe tanto sposare una donna ricca che lo mantenga. Elizabeth, la sorella minore, che nutre un complesso di inferiorità nei suoi confronti, è una ragazza ingenua e sentimentale. Quando quest’ultima decide di trasferirsi a casa del fratello per cercare lavoro, May, rimasta sola nel Surrey con Herbert, inizia a pentirsi amaramente di averlo sposato. Intanto Elizabeth trova lavoro e anche l’amore, Oliver cerca la sua ereditiera mentre si fa mantenere dalla sorella, e Alice, incinta e infelice, vorrebbe scappare di nuovo. In questo sottile ritratto di una famiglia in crisi, ognuno deve fare i conti con una mezza verità che lo tormenta; ma la tragedia è dietro l’angolo e quando arriva spazza via quell’aria di non detto che così a lungo ha gravato sui protagonisti.
Attraverso la sua scrittura audace e affascinante, in Le mezze verità Elizabeth Jane Howard trascina il lettore in una commedia dalle sfumature noir che è anche un romanzo sulle molteplici declinazioni dell’amore: l’amore coniugale, quello familiare, quello passionale e quello che proprio amore non è.

Scheda libro

Titolo: Le mezze verità
Autore: Elizabeth Jane Howard
Editore: Fazi Editore
Data di pubblicazione: 17 ottobre 2019
Pagine: 350
Prezzo: 18.50 euro

Non può essere vero. Deve esserci una spiegazione. Perché mentre svolta nella via dove abita, in un ricco e tranquillo quartiere residenziale alle porte di Londra, Fiona Lawson vede qualcosa di inconcepibile: una coppia di estranei intenta a traslocare al numero 91 di Trinity Avenue. Casa sua. La stessa in cui lei e il marito, Bram, abitano insieme ai figli a settimane alterne, da quando il tradimento di lui li ha portati alla separazione. Mentre l'amica e vicina Merle accorre in suo aiuto, i tentativi di Fiona di mettersi in contatto con quello che legalmente è ancora suo marito non danno alcun frutto. Bram è sparito, volatilizzato nel nulla. Tutto lascia pensare che abbia trovato il modo di vendere Trinity Avenue all'insaputa di Fiona, per trasferire il ricavato su un conto segreto e far perdere le sue tracce. La domanda che martella nella mente di Fiona e del lettore è una sola: perché? Segreti, ricatti, ripicche e menzogne abbondano in questo racconto a due voci di un matrimonio - e di un pugno di vite - deragliati in un tumultuoso innescarsi di inarrestabili reazioni a catena. Perché basta un istante per capovolgere tutto ciò che crediamo di sapere sul conto di noi stessi e delle persone che amiamo.

Scheda libro

Titolo: La casa che era nostra
Autore: Louise Candlish
Editore: DeA Planeta
Data di pubblicazione: 22 ottobre 2019
Pagine: 480
Prezzo: 17 euro

Palazzo d'Inverno, febbraio 1725. Quando lo zar Pietro il Grande esala l'ultimo, travagliato respiro, sua moglie Caterina I è la regina astuta e seducente che tutti hanno imparato a temere e ad ammirare. La donna piena di risorse che ha profuso ogni sforzo pur di rimanere al fianco dell'imperatore; colei che più di ogni altra lo ha amato e odiato, salvato e tradito, subito e saputo domare. Ma nel passato di Caterina c'è molto di più. Nata in Germania, figlia illegittima di un contadino lituano, prima che l'incontro con l'imperatore di Russia le cambiasse il nome e la vita, Caterina era Marta: sposa poco più che bambina di un soldato svedese, domestica al servizio di un pastore in Lettonia, prigioniera dell'esercito russo, serva del principe Mensikov. Non c'è sopruso, violenza o barbarie che Marta non abbia provato sulla sua pelle, e adesso che lo Zar è morto l'ultima, decisiva battaglia la attende: quella per il potere.

Scheda libro

Titolo: Zarina
Autore: Ellen Alpsten
Editore: DeA Planeta
Data di pubblicazione: 22 ottobre 2019
Pagine: 576
Prezzo: 17 euro

Non sto neanche più a chiedervi se state piangendo, ma di sicuro vorrei sapere quali titoli vi intrigano di più tra quelli che vi ho segnalato!


martedì 1 ottobre 2019

Reading Journal settembre 2019 & TBR ottobre


Per anni ho aspettato l'arrivo di settembre come fosse Natale (che peraltro a me fa schifo!). Sapete cos'ho capito? Che settembre non mi piace più, perché è diventato un mese truffa! 
Una volta era il mese preposto all'inizio dell'autunno, le temperature si abbassavano, le giornate si accorciavano... beh, qui qualcuno sta cercando di fregarmi! 
Sembrava che tutto stesse andando per il verso giusto quando ecco che le temperature hanno ricominciato a salire. E allora no, io non ci sto! DATEMI L'AUTUNNO!!!


SETTEMBRE IN 4 FOTO

  1. A settembre hanno preso il via le video - recensioni su IGTV: brevi video (mai più di 10 minuti) in cui vi parlo di alcuni dei libri che ho letto. Non le farò per tutti i libri, ma pare che l'esperimento sia piaciuto, quindi cercherò di registrare almeno 4 o 5 video al mese!
  2. Al grido di #buongiornouncazzo ha preso il via un nuovo anno scolastico: la sveglia ha ricominciato a suonare, i pomeriggi sono nuovamente costellati di compiti da fare e il tempo a disposizione si è ridotto drasticamente!
  3. Su Instagram ha preso il via #lacatenadellescialle. Il primo argomento che abbiamo scelto per le nostre foto è stato "Il kit del bookblogger" e vi stiamo mostrando quali siano gli oggetti indispensabili per le nostre letture!
  4. Eh beh, io ci ho provato e ho degnamente celebrato l'equinozio d'autunno: foglie, tè caldo... niente, a lui non è fregato niente e qui continua a far caldo :(


Sono tanti, lo so! Ma vi avevo già avvisati il mese scorso, quindi zitti! E comunque sono quasi tutti frutto di collaborazioni, ecco! E no, non sto cercando delle scuse -.-

  • Quel giorno - Valentina Farinaccio omaggio autrice
  • L'istituto - Stephen King omaggio Sperling & Kupfer
  • Nel profondo - Daisy Johnson omaggio Fazi Editore
  • Il manoscritto - Franck Thilliez omaggio Fazi Editore
  • Ninfee nere - Michel Bussi acquisto Libraccio
  • Radio Morte - Gianluca Morozzi acquisto Libraccio
  • È così che si fa - Giulia Rossi acquisto Libraccio
  • Il gioco del silenzio - Rob Keller omaggio DeA Planeta
  • La mia devozione - Edizioni e/o omaggio Edizioni e/o
  • Un dolore così grande - David Nicholls acquisto Amazon
  • Germaine Johnson odia il martedì - Katherine Collette omaggio Garzanti
  • The outsider - Stephen King acquisto Libraccio


Lo ammetto, pensavo di aver letto meno, invece a settembre ho letto 9 libri per un totale di 2755 pagine.

  • Quel giorno - Valentina Farinaccio ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️
  • The chain - Adrian McKinty ⭐️⭐️⭐️⭐️
  • Sentinella della pioggia - Tatiana de Rosnay ⭐️½
  • Germaine Johnson odia il martedì - Katherine Collette ⭐️⭐️½
  • L'amore capovolto - Corrado Fortuna ⭐️⭐️⭐️
  • Il manoscritto - Franck Thilliez ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️
  • La mia devozione - Edizioni e/o ⭐️⭐️⭐️⭐️
  • Il gioco del silenzio - Rob Keller ⭐️
  • L'istituto - Stephen King in lettura
  • La malalegna (che in foto non c'è perché l'ho dimenticato!) - Rosa Ventrella ⭐️⭐️⭐️⭐️


Come al solito, manca qualche libro (che dovrebbe arrivare nei prossimi giorni) e c'è qualcosa che non sono riuscita a leggere nel mese di settembre, tra cui "L'istituto" di Stephen King, di cui spero di parlarvi entro questa settimana!
  • Un dolore così dolce - David Nicholss
  • Ninfee nere - Michel Bussi
  • Nel profondo - Daisy Johnson
  • Il respiro del sangue - Luca D'Andrea
  • Cosa resta di male - Gianmarco Soldi
  • Company Parade - Margaret Storm Jameson
  • La regina imperatrice - Antonio Caprarica
Che programmi avete per ottobre?