Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2019

Recensione 'La libreria del tempo andato' di Amy Meyerson - Nord

Titolo: La libreria del tempo andato  || Autore: Amy Meyrson || Editore: Nord Data di pubblicazione: 18 aprile 2019 || Pagine: 366 Miranda è cresciuta in mezzo ai libri. Letteralmente. Da bambina, infatti, passava ore e ore a vagare tra gli scaffali di una libreria, giocando alle cacce al tesoro letterarie che il proprietario, suo zio Billy, organizzava per lei. Grazie a lui, Miranda ha imparato ad amare quei mondi d'inchiostro racchiusi tra le pagine, il profumo inconfondibile della carta, il mosaico variopinto delle copertine. Un giorno, però, quando lei aveva dodici anni, la madre aveva all'improvviso tagliato i ponti col fratello e l'aveva portata via, lontano da lui e dalle sue avventure. Ma ecco che, sedici anni dopo, lo zio Billy muore, lasciando in eredità a Miranda la libreria. E non solo. Miranda riceve per posta una copia della "Tempesta", con un'unica frase sottolineata: Siedi: ora devi sapere di più. Il messaggio è chiarissimo. È l'

Dalle 3 Ciambelle - L'estate sta arrivando...

Commensali a rapporto! L’estate è alle porte (maledizione!) e con la bella stagione cresce la voglia di stare insieme all’aria aperta (non provateci, per noi questa cosa non vale) perciò la nostra pizzeria si prepara a sistemare la terrazza esterna.  Siamo in piena fase di allestimento, Miranda e Cotogno prestano le loro possenti braccia per posizionare i tavoli, Laura Libbri è andata a comprare le cerate nuove (avete preferenze di colore? NO! Mrs. Dolci Carloni , tu sei esonerata dalla risposta!), Lallina dirige telefonicamente i lavori direttamente da Guantanamo, mentre Stefano e Anna stanno distribuendo le candele alla citronella lungo il perimetro (sì, due adolescenti sono meno pericolosi di Lallina, quindi per favore tenetela lontana dalle fiamme libere!). Come anticipato nel post di apertura della challenge verranno allestite quattro tavolate: Il Giro Paella della Bacci  Il fritto misto di Cesenatico  La lasagna di cotogno   Ogni tavolata sarà composta

Recensione 'La paziente silenziosa' di Alex Michaelides - Einaudi

Titolo: La paziente silenziosa || Autore: Alex Michaelides || Editore: Einaudi Data di pubblicazione: 2 aprile 2019 || Pagine: 340 Alicia Berenson sembra avere una vita perfetta: è un'artista di successo, ha sposato un noto fotografo di moda e abita in uno dei quartieri più esclusivi di Londra. Poi, una sera, quando suo marito Gabriel torna a casa dal lavoro, Alicia gli spara cinque volte in faccia freddandolo. Da quel momento, detenuta in un ospedale psichiatrico, Alicia si chiude in un mutismo impenetrabile, rifiutandosi di fornire qualsiasi spiegazione. Oltre ai tabloid e ai telegiornali, a interessarsi alla «paziente silenziosa» è anche Theo Faber, psicologo criminale sicuro di poterla aiutare a svelare il mistero di quella notte. E mentre a poco a poco la donna ricomincia a parlare, il disegno che affiora trascina il medico in un gioco subdolo e manipolatorio.

Recensione 'I leoni di Sicilia' di Stefania Auci - Nord

Titolo: I leoni di Sicilia  || Autore: Stefania Auci || Editore: Nord Data di pubblicazione: 6 maggio 2019 || Pagine: 438 Dal momento in cui sbarcano a Palermo da Bagnara Calabra, nel 1799, i Florio guardano avanti, irrequieti e ambiziosi, decisi ad arrivare più in alto di tutti. A essere i più ricchi, i più potenti. E ci riescono: in breve tempo, i fratelli Paolo e Ignazio rendono la loro bottega di spezie la migliore della città, poi avviano il commercio di zolfo, acquistano case e terreni dagli spiantati nobili palermitani, creano una loro compagnia di navigazione... E quando Vincenzo, figlio di Paolo, prende in mano Casa Florio, lo slancio continua, inarrestabile: nelle cantine Florio, un vino da poveri - il marsala - viene trasformato in un nettare degno della tavola di un re; a Favignana, un metodo rivoluzionario per conservare il tonno - sott'olio e in lattina - ne rilancia il consumo in tutta Europa... In tutto ciò, Palermo osserva con stupore l'espansione de

Stampe personalizzate su Print24

Qualche settimana fa sono stata contattata dall'ufficio maketing del sito Print24 e mi è stato proposto di usufruire un buono da utilizzare per l'acquisto dei loro prodotti ero al settimo cielo! Da brava amante delle tazze , non ho potuto fare a meno che puntare a quel prodotto! Così sono andata nella pagina dell'ordine della fototazza e ho iniziato a leggere le indicazioni per caricare le immagini. Ho scelto di stampare le tazze con dei file creati da me, ma se non si ha dimestichezza con i programmi di grafica, si possono utilizzare gli strumenti che Print24 mette a disposizione, come ad esempio il Free Design, strumento semplice ed intuitivo che, una volta impostato il tipo di prodotto, ti mostra l'area di lavoro delle misure esatte. Sono soddisfatta? Direi al 50%. Innanzitutto, gli strumenti che il sito mette a disposizione per caricare le immagini, non sono molto chiari. Da qui il risultato che vedete in foto: una stampa che occupa tutta la supe

Recensione 'Le lettere smarrite di William Woolf' di Helen Cullen - Nord

Titolo: Le lettere smarrite di William Woolf  || Autore: Helen Cullen || Editore: Nord Data di pubblicazione: 2 maggio 2019 || Pagine: 380 C'è un ufficio, a Londra, in cui viene raccolta la posta impossibile da recapitare: buste da cui la pioggia ha cancellato l'indirizzo, o i cui destinatari hanno cambiato casa e non sono più reperibili, biglietti indirizzati a Babbo Natale o alla fatina dei denti. Se sono stati regolarmente affrancati, hanno diritto a un'ultima occasione. Ogni giorno, i detective postali aprono le lettere smarrite, cercando indizi che li possano aiutare a consegnarle. William Woolf svolge questo lavoro con passione da oltre dieci anni, sebbene sua moglie preferirebbe che si cercasse un impiego «serio». Anzi, negli ultimi tempi, William ha l'impressione che Claire preferirebbe proprio avere accanto un uomo diverso, uno più concreto e ambizioso, invece di un eterno sognatore come lui. Dal canto suo, William non può fare a meno di notare quant

Recensione 'Ogni tuo passo' di Alice Feeney - Nord

Titolo: Ogni tuo passo  || Autore: Alice Feeney || Editore: Nord Data di pubblicazione: 9 maggio 2019 || Pagine: 368 Quando suo marito svanisce nel nulla, Aimee Sinclair è quasi sollevata: Ben era un fannullone vendicativo e violento, che le stava rovinando la vita. L'unica cosa che la preoccupa è che sia scappato coi loro risparmi. Perciò, dopo aver denunciato la scomparsa, Aimee va in banca e scopre con orrore che il conto è stato prosciugato. Ma non certo dal marito. È stata lei a prelevare tutti i soldi. Aimee però non ricorda di averlo fatto. Così come non ricorda di aver mai alzato un dito su Ben. Eppure la polizia ha un video in cui si vede chiaramente Aimee che lo colpisce in un ristorante, oltre a una dichiarazione firmata in cui Ben sostiene che la moglie voglia assassinarlo. Aimee è sconcertata: certo, da piccola le era stata diagnosticata un'amnesia selettiva causata da un trauma, ma lei aveva solo finto di non ricordare nulla di quell'episodio. Possi

Recensione 'Non ti lascerò' di Chevy Stevens - Fazi

Titolo: Non ti lascerò  || Autore: Chevy Stevens || Editore: Fazi Data di pubblicazione: 18 aprile 2019 || Pagine: 426 Un uomo molto attraente che ti porta in vacanza in un resort di lusso: il mare cristallino, la spiaggia bianchissima, un luogo paradisiaco. Un sogno, per Lindsey. Almeno in apparenza. Nella realtà, il matrimonio di Lindsey è un incubo. Andrew è un uomo morboso: qualunque gesto della moglie, anche involontario, può scatenare la sua rabbiosa gelosia e farlo diventare violento. Beve molto e ha minacciato di ucciderla, se scappa. Una notte, Lindsey riesce finalmente a fuggire portando con sé la figlia. Non torneranno più. Il marito verrà arrestato in seguito a un incidente e per lei e la bambina inizierà un periodo di pace. Undici anni dopo, Lindsey è una piccola imprenditrice, e la sua vita e quella della figlia adolescente scorrono tranquille in una nuova città. Lei frequenta un gruppo di sostegno e ha un nuovo fidanzato, Greg, che la ama più di quanto lo ami

Recensione 'Un caso speciale per la ghostwriter' di Alice Basso - Garzanti

Titolo: Un caso speciale per la ghostwriter  || Autore: Alice Basso || Editore: Garzanti Data di pubblicazione: 2 maggio 2019 || Pagine: 384 Per Vani le parole sono importanti. Dal modo in cui una persona le pronuncia, dalla scelta di un termine, riesce ad intuire le abitudini o le manie di chi le ha usate. In questo è una maestra perché Vani è una ghostwriter. Da anni entra in empatia con gli scrittori e riempie le loro pagine bianche di storie, articoli, saggi che sembrano nati dalla loro penna. Una capacità innata che l'ha fatta entrare nel mondo editoriale. Per questo deve ringraziare anche chi per primo ha capito la sua bravura: Enrico, il suo capo. Non sempre si trovano d'accordo, ma Vani gli deve molto. Ecco perché, anche se non vorrebbe mai ammetterlo a sé stessa, ora è preoccupata per lui. Da quando si è lasciato sfuggire un lavoro importantissimo è sparito: non risponde alle chiamate, non va agli appuntamenti e nessuno sa dove sia. Vani può però contare sull

Reading Journal aprile 2019 e TBR maggio

Aprile mi ha sfiancata, lo confesso! Non avrei fatto altro che dormire, dormire e dormire. Ho faticato tantissimo ad alzarmi al suono della sveglia e il pomeriggio, puntualmente, ho sentito gli occhi chiudersi. Il che, ovviamente, ha inciso (e non poco) sulle mie letture, sia a livello numerico (che è la cosa di cui mi frega meno!) che in termini di voglia: mi è proprio mancata quella spinta che solitamente mi porta a trascorrere interi pomeriggi con il naso tra le pagine di un libro. Sono stata distratta, svogliata, incostante. Speriamo in bene per maggio, che, come avete visto anche dal post con la segnalazione delle nuove uscite, sarà un mese bello tosto! aprile in 4 foto Su Instagram  è stato un mese abbastanza chiacchiericcio! Uno degli argomenti trattati è stato quello relativo ai libri tappabuchi: tutti quei libri che non superano le 250 pagine e che aiutano noi lettori ad arrivare a fine mese senza trascinarci il libro nel mese successivo (siamo gente st