venerdì 31 agosto 2018

Recensione 'Jeremy Poldark' di Winston Graham - Sonzogno


Titolo: Jeremy Poldark || Autore: Winston Graham || Editore: Sonzogno
Data di pubblicazione: 7 settembre 2017 || Pagine: 336

Cornovaglia, 1790-1791. Il terzo volume della saga di Poldark si apre su uno dei momenti più cupi della vita di Ross e Demelza, distrutti dal lutto per la morte della figlia Julia. È in questa lugubre congiuntura che Ross viene messo sotto processo, con l'accusa di avere istigato il saccheggio di due navi naufragate, reato per il quale è prevista l'impiccagione. In un clima avvelenato da inimicizie e vecchi rancori, su cui grava la paura che lo spirito sovversivo della Rivoluzione francese possa dilagare anche nel resto d'Europa, il suo caso è delicato e controverso. E il nemico di sempre, George Warleggan, non esita a tramare perché si giunga a una condanna. Intanto, anche il matrimonio con Demelza attraversa un periodo molto critico: i rapporti si sono infatti raffreddati, minati da incertezze e incomprensioni, tanto più che all'orizzonte di Ross ricompare Elizabeth, mai dimenticata e ora più civettuola che mai. Quando la moglie gli rivela di essere di nuovo incinta, nell'animo di Ross si combattono sentimenti contrastanti: il bambino in arrivo offrirà alla coppia l'occasione per riavvicinarsi o li renderà ancora più distanti? E la nascita di Jeremy, che coincide con la decisione di riaprire una delle miniere di rame, quale fase inaugurerà nella vita di Ross?

mercoledì 29 agosto 2018

Diario di Bordo - Audiolibri, perché sì, perché no


"Io? Gli audiolibri? Giammai!". Questa è stata, per parecchio tempo, la mia risposta a chi mi parlava di libri in formato audio.
Ma si sa, io sono tutto e il contrario di tutto e, tante volte mi capita di cambiare idea su tante cose!

Questa volta, appunto, è toccato agli audiolibri!
Cosa è accaduto, dunque?! Confesso che, in quest'ultimo mese ho fatto molta fatica a prendere in mano i miei amati libri. Un po' perché, come sempre accade nel mese di agosto, ho infilato in tbr tante letture impegnative e tanti volumi di un certo spessore al fine di smaltire tutti quei libri che acquisto durante l'anno e che poi, per un motivo o per l'altro, non riesco mai a leggere nell'immediato.
Altro motivo, il caldo atroce di queste ultime settimane. Io sono un orso polare, un pinguino, un qualunque animale da ghiaccio. Il freddo, la pioggia, la nebbia, la neve, le basse temperature sono la mia dimensione di vita ideale e anche per leggere ho bisogno di autunno e inverno: coperta, calzettoni e tè caldo, per me, sono sinonimo di libro tra le mani.
Il caldo mi sfianca, mi mette di malumore e fatico anche solo a pensare di leggere, figurarsi farlo davvero!
Infine, un insieme di piccoli problemi ha dato il colpo finale e, quindi, prendere un libro in mano, negli ultimi giorni, per me è stata una grande fatica.

Ma mi conosco e so che la lettura in sé mi manca. Così ho deciso di provare gli audiolibri!
Al di là di Audible, servizio fornito da Amazon, ultimamente penso abbiate sentito molte mie colleghe parlare di Storytel.
Di cosa si tratta? Potremmo definire Storytel il Netflix dei libri! Si tratta di un servizio in streaming che, al costo di 9,99 € al mese (con un mese di prova gratuita) vi da accesso ad un fornito catalogo di libri in formato audio.
Alcuni dei più famosi titoli delle maggiori CE italiane, ad esempio, sono già disponibili sulla piattaforma.

Ma qual è stata la mia esperienza?
Alla resa dei conti, direi assolutamente positiva! Ho scelto di scaricare "Il tempo dell'attesa" di Elizabeth Jane Howard edito da Fazi. 
638 pagine nel formato cartaceo, poco più di 14 ore per l'ascolto del formato audio.
Il mio parere positivo deriva, innanzitutto, dal fatto che i romanzi che compongono la saga dei Cazalet sono ricchi di personaggi e descrizioni che, ad una lettura visiva, possono creare un po' di confusione e anche rallentare la lettura stessa. L'ascolto dell'audiolibro, invece, mi ha permesso di avere un'immagine ben precisa di ogni personaggio; cosa sicuramente dovuta all'espressività della voce della lettrice.
Altro motivo per cui il mio parere è positivo è la possibilità di "leggere" in qualunque momento! 
Se siete tra quelle persone che trascorrono parecchie ore in macchina, un audiolibro è perfetto. Storytel, così come Audible, offre la possibilità di scaricare il file ed usufruirne anche quando si è off-line. 

Personalmente, pur non lavorando, la mattina mi capita di leggere pochissimo perché, tra pulizie, faccende varie e, magari, qualche commissione da fare fuori casa, mi ritrovo a non riuscire a prendere in mano un libro neanche per 10 minuti.
Utilizzando l'audiolibro, invece, ho potuto "leggere" anche mentre passavo l'aspirapolvere, lavavo i pavimenti, cucinavo, caricavo e scaricavo la lavatrice...
In sintesi, se siete persone dotate di grande concentrazione, vi ritroverete, come me, a "leggere" per circa 8 o 9 ore al giorno.
Anche nel pomeriggio, infatti, non mi sono trovata costretta a scegliere tra lo svolgere alcuni lavori al computer e il leggere: ho fatto entrambe le cose contemporaneamente e senza alcun problema.

Niente lati negativi, quindi? Non esageriamo! Innanzitutto, c'è da dire che entrambi i cataloghi (Audible e Storytell) sono sì ben forniti, ma non si trova proprio tutto. Se, come me, leggete tra gli 8 e i 10 libri al mese, potrebbe anche capitarvi di non trovare nessuna delle vostre scelte in formato audio.
E da qui passiamo al prezzo: per entrambi i servizi, escluso il mese di prova gratuito, il costo dell'abbonamento è pari a 9.99 € al mese. Ne vale la pena? Credo che questa sia una risposta molto soggettiva!
C'è da precisare, come mi dicono dalla regia (la regia è La Bacci... regia anziana, sì, lo so!) che sui maggiori store on-line è anche possibile acquistare i singoli audiolibri disponibili. Inoltre, molte biblioteche aderenti al circuito Mlol (se non sapete di cosa si tratti, fate una ricerca su internet) forniscono anche file audio per il prestito. 
Personalmente, non ho intenzione di abbonarmi e i motivi, fondamentalmente, sono due: innanzitutto, l'esiguità attuale dei cataloghi mi fa pensare che potrei ritrovarmi a pagare delle mensilità pur non sfruttando il servizio. Inoltre, se per un romanzo come quello della Howard il formato audio mi è stato di grande aiuto, velocizzandone la lettura e permettendomi di assaporare meglio ogni sfumatura della storia, so già che ci sono libri per i quali non c'è velocità che tenga, vorrò averli tra le mie mani!

Quindi, per concludere, mi sento di consigliarvi di provare, almeno una volta, questo servizio. Innanzitutto, per capire se fa per voi e quanto lo sfruttereste e, di conseguenza, decidere se valga la pena investire 10 euro al mese!

lunedì 27 agosto 2018

Recensione 'Il tempo dell'attesa' di Elizabeth Jane Howard - Fazi


È il settembre del 1939, le calde giornate scandite da scorribande e lauti pasti in famiglia sono finite e l'ombra della guerra è sopraggiunta a addensare nubi sulle vite dei Cazalet. A Home Place, le finestre sono oscurate e il cibo inizia a scarseggiare, in lontananza si sentono gli spari e il cielo non è mai vuoto, nemmeno quando c'è il sole. Ognuno cerca di allontanare i cattivi pensieri, ma quando cala il silenzio è difficile non farsi sopraffare dalle proprie paure. A riprendere le fila del racconto sono le tre ragazze: Louise insegue il sogno della recitazione a Londra, dove sperimenta uno stile di vita tutto nuovo, in cui le rigide regole dei Cazalet lasciano spazio al primo paio di pantaloni, alle prime esperienze amorose, a incontri interessanti ma anche a una spiacevole sorpresa. Clary sogna qualcuno di cui innamorarsi e si cimenta nella scrittura con una serie di toccanti lettere al padre partito per la guerra, fino all'arrivo di una telefonata che la lascerà sconvolta. E infine Polly, ancora in cerca della sua vocazione, risente dell'inevitabile conflitto adolescenziale con la madre e, più di tutti, soffre la reclusione domestica e teme il futuro, troppo giovane e troppo vecchia per qualsiasi cosa. Tutte e tre aspettano con ansia di poter diventare grandi e fremono per la conquista della propria libertà. Insieme a loro, fra tradimenti, segreti, nascite e lutti inaspettati, l'intera famiglia vive in un clima sospeso mentre attende che la vita torni a essere quella di prima.

Titolo: Il tempo dell'attesa || Autore: Elizabeth Jane Howard || Editore: Fazi
Data di pubblicazione: 14 aprile 2016 || Pagine: 638


venerdì 24 agosto 2018

In libreria #66


Io vi sento! State già tremando. Sento i vostri portafogli che corrono a nascondersi (e fanno bene!), le carte di credito che si rintanano bene bene. E vedo i vostri mariti, fidanzati, compagni che cercando di dissuadervi dal leggere questo post, vogliono distrarvi. Ma io confido in voi, lettori e lettrici: so che siete forti, tenaci e, soprattutto, che dopo un mese di astinenza, non vedete l'ora di scoprire cosa ci aspetta in libreria! 
E allora, prendete carta e penna, come al solito, perché già dall'ultima settimana di agosto, le Case Editrici ci inonderanno di succulente novità!

Pensate a un uomo che dimostra quarant’anni, ma che in realtà ne ha più di quattrocento. Un uomo che insegna storia nella Londra dei giorni nostri, ma che in realtà ha già vissuto decine di vite in luoghi e tempi diversi. Tom ha una sindrome rara per cui invecchia molto lentamente. Ciò potrebbe sembrare una fortuna… ma è una maledizione. Cosa succederebbe infatti se le persone che amate invecchiassero normalmente mentre voi rimanete sempre gli stessi? Sareste costretti a perdere i vostri affetti, a nascondervi e cambiare continuamente identità per cercare il vostro posto nel mondo e sfuggire ai pericoli che la vostra condizione comporta. Così Tom, portandosi dietro questo oscuro segreto, attraversa i secoli dall’Inghilterra elisabettiana alla Parigi dell’età del jazz, da New York ai mari del Sud, vivendo tante vite ma sognandone una normale. Oggi Tom ha una buona copertura: insegna ai ragazzi di una scuola, raccontando di guerre e cacce alle streghe e fingendo di non averle vissute in prima persona. Tom deve a ogni costo difendere l’equilibrio che si è faticosamente costruito. E sa che c’è una cosa che non deve assolutamente fare: innamorarsi. 
Come fermare il tempo è una storia folle e dolceamara su come perdere e poi ritrovare se stessi, sull’inevitabilità del cambiamento 
e sul lungo tempo necessario per imparare a vivere. Una storia bellissima in cui riconoscersi, per piangere su tutto ciò che perdiamo e per rallegrarci delle meraviglie della vita.

Scheda libro

Titolo: Come fermare il tempo
Autore: Matt Haig
Editore: Edizioni e/o
Data di pubblicazione: 29 agosto 2018
Pagine: 288
Prezzo: 18.00 €
E-book: 11.99 €

"È notte, ci sono due sposi." Inizia così, dalla notte, il racconto della giornata di uno sposo, che in ventiquattr'ore ripercorre i suoi amori, tenendo però sempre fermo - come punto di partenza e di arrivo - l'ultimo, quello incontrato in età matura. È alla sua sposa che la sera racconta un "fatterello", e a lei piace che quel fatterello riguardi uno dei suoi amori passati, la "delicata materia di ciò che è già stato". Quando si fa mattino, la sposa esce di casa per andare a insegnare e lui, rimasto solo - il suo mestiere è scrivere articoli di giornale e comprare minerale di zinco sui mercati mondiali -, non smette di ricordare e di chiedersi: "Dove ho imparato a dire ti amo?". Mentre lavora, si occupa dell'orto, cucina, inforca la bicicletta, le ore della giornata scorrono, viene il pomeriggio e cala la sera, torna la notte, riemergono dal passato, con struggimento, con dolore, con dolcezza, la "Mari marina marosa figlia del pesciaiolo", la Padoan con la sua coda di cavallo, la Patri e la luxemburghiana Chiaretta, i cui fatterelli tanto piacciono alla sposa, e poi Ida la Bislunga. È attraverso di loro che lo sposo ripercorre il suo lungo "allenamento a dire ti amo ti amo ti amo" in questa giornata che sembra qualunque, e si scopre invece particolare.

Scheda libro

Titolo: L'amore
Autore: Maurizio Maggiani
Editore: Feltrinelli
Data di pubblicazione: 30 agosto 2018
Pagine: 208
Prezzo: 16.00 €
E-book: 9.99 €

Thomas Major odia l'umanità. Odia suo padre. Odia il suo passato. Odia la sua vita. L'11 gennaio 2016 sembra un giorno come tanti: il suo appartamento è vuoto e solitario, la metro è stracolma di persone fastidiose e al lavoro lui sarà come al solito un semplice perito chimico. Quel giorno, in realtà, non ha niente a che fare con tutti gli altri: David Bowie è morto e Thomas diventerà il primo uomo ad andare su Marte. Per una serie di strane coincidenze, infatti, avrà l'opportunità di restare per almeno vent'anni lontano dagli esseri umani, potrà sorseggiare il suo tè tra le stelle in santa pace, dedicandosi alla musica e ai cruciverba. Anche se dovrà sopportare che tutti inizino a chiamarlo Major Tom, come l'astronauta di «Space Oddity», la canzone di David Bowie. Una volta partito verso il pianeta rosso, però, la pace cosmica sognata da Thomas si rivela impossibile. Un banale errore nella connessione telefonica spazio-Terra lo mette, infatti, in contatto con Gladys: 71 anni e un principio di Alzheimer. L'anziana signora è l'unica famiglia che resta ai suoi due nipoti, l'adolescente Ellie e il piccolo James, che cercano di nascondere ai servizi sociali la demenza sempre più evidente della nonna, per non essere affidati a degli sconosciuti prima della scarcerazione del loro papà. Una telefonata dopo l'altra, Thomas diventerà una sorta di angelo custode spaziale per questa famiglia strampalata, pronto a guidarla tra le difficoltà di una vita complicata. E proprio grazie alle stranezze di Gladys, alla determinazione di Ellie e alla genialità di James, Thomas non sarà più l'uomo cinico e scorbutico che aveva abbandonato la Terra per dimenticare tutto e tutti. Scoprirà che la vita vale la pena di essere condivisa sempre e che tutti abbiamo bisogno di qualcuno che ci aspetti a casa, anche al di là delle stelle.

Scheda libro

Titolo: Un tè tra le stelle
Autore: David M. Barnett
Editore: Sperling & Kupfer
Data di pubblicazione: 4 settembre 2018
Pagine: 348
Prezzo: 18.90 €
E-book: 0.99 €

Una giovane donna si prepara a passare il solito weekend con la sorella. Ma le basta aprire la porta di casa per sapere che niente sarà come prima. Che il passato è tornato a pretendere il suo tributo di sangue. Nora vive lontana dalla sorella ma va spesso a farle visita in un paesino della campagna inglese. È lì che Rachel fa l'infermiera, una professione che ha scelto perché le permette di salvare la vita alle persone, ma anche perché è un osservatorio sulla violenza. E per lei questo è fondamentale per scendere a patti col passato. Una notte di tanti anni prima, infatti, le due sorelle adolescenti, dopo una festa molto alcolica, avevano preso due decisioni opposte. Mentre Nora era rimasta a dormire dagli amici, Rachel si era incamminata sulla strada di casa. E durante il tragitto si era imbattuta in un pazzo che l'aveva picchiata selvaggiamente fino a tramortirla. Da quel momento, Rachel e Nora, sconvolta dal senso di colpa, si erano unite in una caccia all'uomo ossessiva, che le aveva portate sulle tracce di altri delitti e altre violenze ma non su quelle del «loro» mostro. Non ancora. Quando Nora arriva a casa di Rachel, è sicura di trovarla in cucina intenta a preparare la cena. E invece, questa volta, la aspetta una tremenda scoperta. Appena entrata, trova il cane impiccato alla scala e, seguendo le tracce di sangue, la sorella pugnalata a morte. E anche se Rachel le ha detto di aver rinunciato a cercare il suo aggressore, Nora sa che potrebbe essere proprio lui l'assassino. Ma chi è, veramente, l'uomo capace di tanta violenza?

Scheda libro

Titolo: Il segreto di mia sorella
Autore: Flynn Berry
Editore: Sperling & Kupfer
Data di pubblicazione: 4 settembre 2018
Pagine: 300
Prezzo: 17.90 €
E-book: --

Per Amelia le ore scorrono tutte uguali, addormentate come le foglie che osserva cadere dalla finestra della terza B. Finché un giorno di fine ottobre arriva Guido e gli equilibri si rompono, i banchi si spostano e i pensieri di Amelia volano sempre più sul nuovo, misterioso compagno. Il suo strano silenzio, il distacco da tutti e le continue inspiegate assenze le accendono un interesse mai provato prima. Nasce così un'amicizia speciale, fatta di email, poesie rubate e confidenze a cuore aperto. Ma Guido custodisce un segreto che si allunga come un'ombra su un amore appena sbocciato e già minacciato dallo scorrere del tempo. O forse reso ancora più prezioso dal suo essere così diverso.

Scheda libro

Titolo: Ogni stella lo stesso desiderio
Autore: Laura Bonalumi
Editore: Piemme
Data di pubblicazione: 4 settembre 2018
Pagine: 208
Prezzo: 13.00 €
E-book: 6.99 €

Emmanuel e Lillian Joyce sono una coppia di mezz’età appartenente all’alta borghesia londinese ebraica e cosmopolita. Lui è un drammaturgo di successo, lei, più giovane del marito, è una donna fragile, raffinata e mondana. A mediare tra i due, il manager tuttofare Jimmy Sullivan. I Joyce conducono una vita da girovaghi: Londra e New York per il lavoro di Emmanuel, ma anche frequenti vacanze in varie località del Mediterraneo. Emmanuel tradisce Lillian con molta disinvoltura, con le giovani attrici e le segretarie che subiscono il suo carisma; complice anche l’abile lavoro di Jimmy, Lillian accetta con rassegnazione le infedeltà del marito e conduce una vita ovattata. Quando c’è bisogno di una nuova segretaria, entra in scena Alberta, una ragazza molto giovane e ingenua che proviene da una numerosa famiglia di campagna e si ritrova catapultata all’improvviso in un mondo a lei del tutto sconosciuto. Mentre i due uomini cominciano a subire il fascino semplice della ragazza e Lillian inizia a temere che Alberta diventi la prossima amante di suo marito, l’irrequieto quartetto si trasferisce su un’isola greca, dove le dinamiche fra i quattro personaggi prenderanno una piega inaspettata…
Dall’autrice della saga dei Cazalet, un romanzo dalle atmosfere tutte nuove: con la finezza e l’eleganza che ben conosciamo, Elizabeth Jane Howard racconta la mondanità, la vita agiata dell’élite culturale, il mondo sfarzoso e nevrotico del teatro di fine anni Cinquanta. È attualmente in fase di lavorazione un film tratto da questo romanzo; regista e protagonista sarà l’attrice inglese Kristin Scott Thomas.

Scheda libro

Titolo: Cambio di rotta
Autore: Elizabeth Jane Howard
Editore: Fazi Editore
Data di pubblicazione: 6 settembre 2018
Pagine: 450
Prezzo: 18.50 €
E-book: 9.99 €

Cornovaglia, 1794. Tra Inghilterra e Francia infuria la guerra, ma gli affari di Ross Poldark finalmente prosperano, e il suo amore per Demelza, passato attraverso prove tanto difficili, sembra ora aver ritrovato la serenità. Tanto più che Elizabeth, la vecchia fiamma di Ross andata in sposa a George Warleggan, ha appena dato alla luce un bambino, nato prematuramente in una notte di eclissi lunare. Intorno a loro, però, le passioni avvampano, e nuovi personaggi entrano in scena. Compare infatti il giovane Drake, fratello di Demelza, affascinante e povero come lei, che suscita l'amore di Morwenna, sorella di Elizabeth, promessa a un ricco reverendo. E intanto Ross dovrà lanciarsi in nuove avventure per salvare l'amico Dwight, fatto prigioniero dai francesi. Ma la vera minaccia alla felicità dei Poldark è un oscuro segreto che sta per essere rivelato e rischia di distruggere ogni cosa.

Scheda libro

Titolo: La luna nera
Autore: Winston Graham
Editore: Sonzogno
Data di pubblicazione: 6 settembre 2018
Pagine: 544
Prezzo: 18.00 €
E-book: 9.99 €

Mina Settembre, il nuovo personaggio di Maurizio de Giovanni, è già apparsa in due raccolte di racconti a tema di questa casa editrice e si è fatto già notare, per la sua simpatia e credibilità, per come affronta il suo lavoro a Napoli, in un territorio in cui gli assistenti sociali sono visti come il fumo negli occhi e sono sempre troppo pochi.
In uno strano mese di settembre in una Napoli luminosa e disperata Mina è alle prese con una penosa situazione di degrado sociale, mentre l’ex marito magistrato porta avanti con assoluta riservatezza un’indagine sull’Assassino delle Rose, un pazzo che ammazza gente senza un criterio dopo avergli fatto trovare in casa o sul posto di lavoro una rosa. Quello che Claudio non sa è che anche Mina riceve ogni giorno una rosa. Rossa, come il sangue.

Scheda libro

Titolo: Dodici rose a settembre
Autore: Maurizio de Giovanni
Editore: Sellerio
Data di pubblicazione: 13 settembre 2018
Pagine: --
Prezzo: 14.00 €
E-book: 9.99 €

Carolina è proprietaria di una libreria nel centro di Madrid; si chiama JO, come la protagonista del suo primo romanzo preferito. Che diventasse libraia era scritto nel destino, ne è certa. Non poteva essere altrimenti, dopo un'infanzia trascorsa ad ascoltare ogni giorno storie di fantasia, o aneddoti della vita di qualche scrittore, in un appartamento in cui le citazioni dei libri erano persino trascritte sulle piastrelle della cucina, e il luogo più sacro della casa era un'enorme biblioteca, tempio della passione per la letteratura dei suoi genitori. Non c'è ricordo del passato in cui non faccia capolino un romanzo, o un sogno scritto da altri che lei ha fatto suo. Per Carolina, realtà e immaginazione sono inestricabili. Ora, ogni sera, saluta sua madre leggendole un libro a voce alta. Pagine con cui spera di risvegliarla dopo l'incidente che l'ha costretta in ospedale, in uno stato di incoscienza che la porta alla deriva. Per questa terapia letteraria, Carolina ha scelto i suoi romanzi e versi preferiti, non quelli della madre: da "Piccole donne" a "La signora Dalloway", da "Irène Némirovsky" a "Sylvia Plath". Perché per riportarla alla vita deve riavvicinarla a sé, ancorarla al suo essere e alla sua presenza. Così, attraverso le autrici che più ama, apre il suo cuore per la prima volta alla madre; attraverso le parole dei suoi personaggi prediletti, si racconta come mai aveva fatto. Come in un percorso catartico, pagina dopo pagina Carolina finirà per ritrovare se stessa, riscoprire pur nel silenzio un dialogo con la madre, riconciliarsi con i ricordi più dolorosi della sua famiglia. Regalando a ognuno dei suoi cari il proprio lieto fine. Vero o immaginato che sia.

Scheda libro

Titolo: Le pagine che ci legano ogni sera
Autore: Laura Rinón Sirera
Editore: Sperling & Kupfer
Data di pubblicazione: 18 settembre 2018
Pagine: 324
Prezzo: 17.90 €
E-book: --

State piangendo, vero? Eh lo so. Lo so!

martedì 21 agosto 2018

Recensione 'La via del male' di Robert Galbraith - Salani


Titolo: La via del male || Autore: Robert Galbraith || Editore: Sonzogno
Data di pubblicazione: 9 giugno 2016 || Pagine: 603

Quando un misterioso pacco viene consegnato a Robin Ellacott, la ragazza rimane inorridita nello scoprire che contiene la gamba amputata di una donna. L'investigatore privato Cormoran Strike, il suo capo, è meno sorpreso, ma non per questo meno preoccupato. Solo quattro persone che fanno parte del suo passato potrebbero esserne responsabili - e Strike sa che ciascuno di loro sarebbe capace di questa e altre indicibili brutalità. La polizia concentra le indagini su un sospettato, ma Strike è sempre più convinto che lui sia innocente: non rimane che prendere in mano il caso insieme a Robin e immergersi nei mondi oscuri e contorti degli altri tre indiziati. Ma nuovi, disumani delitti stanno per essere compiuti, e non rimane molto tempo...

giovedì 16 agosto 2018

Recensione 'Tu che sei di me la miglior parte' di Enrico Brizzi - Mondadori


Titolo: Tu che sei di me la miglior parte || Autore: Enrico Brizzi || Editore: Mondadori
Data di pubblicazione: 29 maggio 2018 || Pagine: 543

Bologna, anni Ottanta: Tommy Bandiera, orfano di padre, cresce con la mamma Alice e la famiglia di lei. I racconti dell'avventuroso zio Ianez, i giochi condivisi con gli amici Athos e Selva fra cortile e parrocchia, e le prime, timide, relazioni con le coetanee scandiscono le tappe della sua crescita sino alla sconvolgente apparizione del vero amore. L'impareggiabile Ester, però, fa battere il cuore anche al nuovo arrivato Raul, che di Tommy diventerà la guida e la nemesi, il modello irraggiungibile e il "peggiore amico" capace di scortarlo attraverso le prove iniziatiche tutt'altro che innocenti dell'adolescenza. L'asimmetrico triangolo che li lega negli anni delle scuole superiori prenderà via via i colori di una tenera educazione sentimentale e di una conturbante lotta per trovare il proprio posto nel mondo; la meraviglia e la fatica del diventare grandi li metteranno di fronte a scelte non scontate e passi senza ritorno, tradimenti che li sprofonderanno nell'abisso della disperazione e inattese prove di lealtà capaci di riaccendere la fiducia, sino alla grande, incancellabile, avventura che vedrà i tre ragazzi protagonisti nell'estate dei diciott'anni.

lunedì 13 agosto 2018

Recensione IN ANTEPRIMA 'La madre perfetta' di Aimee Molloy - Giunti



Titolo: La madre perfetta || Autore: Aimee Molloy || Editore: Giunti
Data di pubblicazione: 26 settembre 2018 || Pagine: 352

Si chiamano "Le madri di maggio", perché hanno tutte avuto un figlio nello stesso mese. Due volte alla settimana si incontrano in un parco a Brooklyn per scambiarsi consigli e confidenze, con carrozzine e biberon al seguito. Finché, una sera, decidono di lasciare a casa i bambini per passare finalmente qualche ora tra amiche e staccare dalla sfiancante routine di neo-mamme. È il 4 luglio, fa un caldo infernale, il locale è affollato e scorrono fiumi di alcol. Ma qualcosa va terribilmente storto. Bellissima, sensuale, misteriosa, Winnie è una madre single che per la prima volta si è lasciata convincere ad affidare il piccolo Midas a una babysitter consigliata da Nell, manager in carriera. Quando però la donna chiama piangendo, Nell si sente subito risucchiata in un incubo: il bambino è scomparso dalla culla, qualcuno si è introdotto in casa e l'ha rapito. E nel frattempo di Winnie si è persa ogni traccia: si è forse allontanata con quel bel ragazzo che le stava offrendo da bere? O c'è dell'altro dietro il suo strano comportamento? Inizia una corsa contro il tempo per ritrovare il piccolo Midas: 13 giorni in cui tutto viene messo in dubbio, in cui le vite delle "madri di maggio" vengono letteralmente sezionate e nessuno è escluso dal sospetto. Perché ogni madre ha i suoi segreti, ogni coppia le sue bugie, ogni amicizia la sua dose di invidia. E ogni donna il suo lato oscuro.

giovedì 9 agosto 2018

Diario di Bordo - Di cicli vitali e di rotture di balle


Se c'è una cosa che ho capito in poco più di cinque anni di blog è che questo mondo è soggetto a cicli vitali continui. No, non pensate a microrganismi che si riproducono come fossero alghe o a fermenti lattici che proliferano. 
In un certo senso quello di cui parlo potrei definirlo "una moda"! Così come ci sono i periodi in cui si lavora più con Facebook e quelli in cui, tipo questi ultimi mesi, Instagram è il re incontrastato per noi blogger, che ci attrezziamo di ogni oggetto possibile e immaginabile per far foto (indovinate chi sta cercando tazze da tè vintage perché "devo fare una foto"?), ci arrampichiamo nei posti più impensati, viaggiamo accompagnati da colleghe nonché amiche che scovano angoli impervi dove "pensa che foto meravigliosa verrebbe lì"... inutile sottolineare che il "lì" in questione sia il cocuzzolo di una montagna per arrivare sul quale servirebbero un mulo e uno sherpa (e per Sherpa non intendo il fidanzato di Scheggia!).

Dicevamo: i blog seguono delle mode, spesso belle, ma ancora più spesso (e direi purtroppo) meno piacevoli. E così, ecco che ciclicamente tornano in auge delle lamentele.
Come dicevo più su, ormai bazzico questo strano mondo da un lustro e un po' mi fa ridere notare come "tutto torni". Diciamo che anche noi siamo soggette al vintage e, prima o poi, ci ritroveremo a indossare giacche con le spalline in stile anni Ottanta!!!

Uno degli ultimi ritorni in auge è l'argomento "voglio leggere ciò che mi pare" che, per chi non è avvezzo al nostro mondo e non ne conosce i meccanismi, ci fa apparire come degli automi soggiogati dalle Case Editrici e costretti a leggere ciò che queste ultime decidono di propinarci!
Avete presente le galline in batteria? Ecco, noi saremmo un po' come questi simpatici pennuti: tutte delle belle blogger messe lì, in fila, in attesa del gallo (in questo caso l'addetto stampa) che ci... vabbè, avete capito!

E, assieme alla frase "voglio leggere ciò che mi pare", ecco che appaiono fior di post, sia sui social che negli stessi blog, in cui si inneggia ad un ritorno alla libertà di scelta, ad un passato ormai perduto in cui si era libere di decidere le proprie letture in base alle emozioni o ai bisogni del momento.

Adesso, lungi da me fare paternali, puntare dita o dire che in tutto ciò non ci sia nulla di vero: sicuramente ci sono blogger che, pur di accaparrarsi le copie, leggono SOLO ED ESCLUSIVAMENTE libri appena pubblicati. 
Ma c'è una cosa che ci terrei a precisare: non siamo tutte galline in batteria e posso assicurarvi, per esperienza diretta, che chi di noi decide di recensire un libro appena pubblicato, spesso lo ha comprato con i propri soldi. E quando si tratta di libri che riceviamo in anteprima o, comunque, chiediamo ad un ufficio stampa e di cui pubblichiamo la recensione a pochi giorni dall'uscita, è perché noi quel libro abbiamo voglia di leggerlo proprio in quel momento!

Ecco, vorrei che a voi lettori fosse chiara questa cosa: quando chiedo un libro ad una Casa Editrice o quando corro a comprare un libro appena pubblicato e lo leggo subito e subito ve ne parlo, lo faccio perché io per leggere quel libro non voglio aspettare nemmeno un minuto.
Se così non fosse, non mi permetterei mai di chiederlo alla CE o, nel caso di acquisto, farei ciò che faccio con molti dei libri che compro: lo sistemerei in quella che io definisco "la libreria di scorta"!

La mia Tbr mensile è composta esclusivamente da titoli che voglio leggere proprio in quel momento. 
Tutte noi siamo consapevoli che recensire nuove uscite ci porti delle visualizzazioni più alte e, spesso, molti più commenti da parte di voi lettori, perché, come è giusto che sia, chi decide di acquistare un libro appena uscito spesso si affida a noi per sapere se ne valga o meno la pena.

Quello che vorrei fosse davvero chiaro è che tutta questa gente che parla di "emozioni e sentimenti e cambi di rotta" nella gestione del proprio blog, spesso è gente che, pur di avere copie gratuite, si è ritrovata a leggere solo ed esclusivamente titoli appena pubblicati. Il meccanismo è semplice, non serve certo una laurea in ingegneria aerospaziale per arrivarci: so che tra un paio di mesi vorrò leggere quel certo libro, ma non ho intenzione di comprarlo (sul motivo soprassiedo che è meglio!), allora decido di leggerlo subito e, di conseguenza, lo chiedo alla CE. 
Da qui a ritrovarsi a leggere 10 nuove uscite in un mese, è un attimo. E dopo qualche mese di questa vita, ci sta pure che uno vada fuori di brocca!

Quello che bisognerebbe fare, però, più che puntare il dito e parlare di ritorno alle origini e letture scelte per sensazione, sarebbe trovare un equilibrio... vabbè, sarebbe pure carino se ogni tanto, così, anche solo per non dimenticarvi come si fa, andaste in libreria e i libri ve li compraste coi vostri soldi. Ma questo è un altro discorso!

lunedì 6 agosto 2018

Recensione 'La scomparsa di Stephanie Mailer' di Joël Dicker - La nave di Teseo


Titolo: La scomparsa di Stephanie Mailer || Autore: Joël Dicker || Editore: La nave di Teseo
Data di pubblicazione: 10 maggio 2018 || Pagine: 710

30 luglio 1994. La cittadina di Orphea, stato di New York, si prepara a inaugurare la prima edizione del locale festival teatrale, quando un terribile omicidio sconvolge l'intera comunità: il sindaco viene ucciso in casa insieme a sua moglie e suo figlio. Nei pressi viene ritrovato anche il cadavere di una ragazza, Meghan, uscita di casa per fare jogging. Il caso viene affidato e risolto da due giovani, promettenti, ambiziosi agenti, giunti per primi sulla scena del crimine: Jesse Rosenberg e Derek Scott. 23 giugno 2014. Jesse Rosenberg, ora capitano di polizia, a una settimana dalla pensione viene avvicinato da una giornalista, Stephanie Mailer, la quale gli annuncia che il caso del 1994 non è stato risolto, che la persona a suo tempo incriminata è innocente. Ma la donna non ha il tempo per fornire le prove, perché pochi giorni dopo viene denunciata la sua scomparsa. Che cosa è successo a Stephanie Mailer? Che cosa aveva scoperto? Se Jesse e Derek si sono sbagliati sul colpevole vent'anni prima, chi è l'autore di quegli omicidi? E cosa è davvero successo la sera del 30 luglio 1994 a Orphea? Derek, Jesse e una nuova collega, la vicecomandante Anna Kanner, dovranno riaprire l'indagine, immergersi nei fantasmi di Orphea. E anche nei propri.


venerdì 3 agosto 2018

Recensione 'Buio per i bastardi di Pizzofalcone' di Maurizio de Giovanni - Einaudi


Titolo: Buio per i bastardi di Pizzofalcone || Autore: Maurizio de Giovanni || Editore: Einaudi
Data di pubblicazione: 26 novembre 2016 || Pagine: 347

Nel tepore ingannevole di un maggio malato, il raccogliticcio gruppo di investigatori comandato da Gigi Palma si trova a fronteggiare un crimine terribile: un bambino di dieci anni, nipote di un ricco imprenditore, è stato rapito. Le indagini procedono a tentoni, mentre il buio si impadronisce lentamente dei cuori e delle anime e la morsa di una crisi di cui nessuno intravede l'uscita stravolge le vite di tanti, spegnendo i sentimenti più profondi. Anche un banale furto in un appartamento può nascondere le peggiori sorprese. I Bastardi dovranno essere più uniti che mai, per trovare insieme la forza di sporgersi su un abisso di menzogne e rancori dove non balena alcuna luce. Intanto, nel commissariato più chiacchierato della città, i rapporti di lavoro e quelli personali si complicano, e il vecchio Pisanelli prosegue la sua battaglia solitaria contro un serial killer alla cui esistenza nessuno vuole credere.

mercoledì 1 agosto 2018

Novità nella Stanza Librosa luglio2018 + To Be Read agosto 2018


Da qualche mese mi frulla per la mente di mettere da parte questa rubrica, ma, puntualmente, arrivate voi e, a modo vostro mi fate cambiare idea: un po' grazie ai commenti, molto con le visualizzazioni che mi confermano che, tutto sommato, questo riepilogo mensile vi incuriosisce sempre. E io, ovviamente, non posso che ringraziarvi per questo! 
Ma la mia voglia di "alleggerire" quello che rischia sempre di diventare un post eccessivamente lungo e noioso, è rimasta. E quindi, visto che negli ultimi mesi, noi blogger ci siamo "evolute" e lavoriamo molto per immagini, facendo diventare Instagram quasi la nostra seconda casa, mi sono detta che l'idea di un riepilogo in forma fotografica, forse, potrebbe funzionare! Mi raccomando ditemi cosa ne pensate!

LUGLIO 2018


Mese di tante letture, ma soprattutto, il mese del Premio Bancarella, che per me vuol dire, innanzitutto, abbracciare le mie ragazze! Due giorni di risate, di cibo, di aneddoti che ci porteremo dietro per tanto tempo!
Luglio è stato anche il mese delle foto all'aria aperta e di Consorte ufficialmente arruolato come fotografo ufficiale del blog (quando avrà tempo, povero cristo!).

ARRIVI


  1. TITOLO SEGRETO!!! omaggio Sperling&Kupfer
  2. Uno chalet tutto per me - Elizabeth von Armin acquisto Amazon
  3. Il giardino di Elizabeth - Elizabeth von Armin acquisto Amazon
  4. Amore - Elizabeth von Armin acquisto Amazon
  5. Il circolo delle ingrate - Elizabeth von Armin acquisto Amazon
  6. Colpa d'amore - Elizabeth von Armin acquisto Amazon
  7. Un incantevole aprile - Elizabeth von Armin acquisto Amazon
  8. Vi presento Sally - Elizabeth von Armin acquisto Amazon
  9. Il primo giorno della mia vita - Paolo Genovese prestito della Bacci
  10. La madre perfetta - Aimee Molloy anteprima Giunti
  11. Dove c'è fumo - Simon Beckett acquisto Libreria Nuova Avventura (Marina di Carrara)
  12. La famiglia Aubrey - Rebecca West acquisto Libreria Nuova Avventura (Marina di Carrara)
  13. Riunione di classe - Rona Jaffe omaggio Neri Pozza
----------------------------------------

A luglio ho letto 10 libri per un totale di 3439 pagine


  1. Donne che leggono libri proibiti - Lisi Harrison
  2. Non dire cazzo - Francesca Rimondi
  3. La moglie tra di noi - Greer Hendricks & Sarah Pekkanen
  4. Al mattino stringi forte i desideri - Natascha Lusenti
  5. L'amore migliora la vita - Guido Longoni
  6. Torpedone trapiantati - Francesco Abate
  7. L'educazione - Tara Westover
  8. Riunione di classe - Rona Jaffe
  9. Buio per i bastardi di Pizzofalcone - Maurizio de Giovanni
  10. Volevamo andare lontano - Daniel Speck

----------------------------------------

Ecco la mia TBR di luglio

  1. Buio - Maurizio de Giovanni
  2. Torpedone trapiantati - Francesco Abate non recensito
  3. Jeremy Poldark - Winston Graham
  4. Quattro madri - Shifra Horn abbandonato
  5. L'amore migliora la vita - Angelo Longoni non recensito
  6. L'educazione - Tara Westover
  7. Non dire cazzo - Francesca Rimondi
  8. Donne che leggono libri proibiti - Lisi Harrison
  9. Al mattino stringi forte i desideri - Natascha Lusenti 
  10. Volevamo andare lontano - Daniel Speck
  11. La moglie tra di noi - Sarah Pekkanen
A cui si è aggiunto "Riunione di classe" di Rona Jaffe
----------------------------------------

TO BE READ


  1. La vial del male - Robert Galbraith
  2. TITOLO SEGRETO!!!
  3. Jeremy Poldark - Winston Graham
  4. Il tempo dell'attesa - Elizabeth Jane Howard
  5. La scomparsa di Stephanie Mailer - Joël Dicker
  6. La madre perfetta - Aimee Molloy
  7. Tu che sei di me la miglior parte - Enrico Brizzi
Mancano due o tre titoli nella lista che vedete, ma sono libri in uscita a fine agosto, quindi potrei anche leggerli a settembre (molto dipenderà da quando e se li riceverò dalla CE!). Per il resto, come potete vedere, ho inserito parecchi mattoncini, ma, come al solito, ho deciso di approfittare di questo mese, l'ultimo prima della ripresa della scuola, per cercare di smaltire libri che ho accumulato e che, per mole, faccio fatica a leggere durante l'anno!

Adesso, come al solito, tocca a voi: che programmi avete per questo mese tipicamente vacanziero?