Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2018

Recensione 'La posta del cuore della señorita Leo' di Ángeles Doñate - Feltrinelli

Ogni sera, alla stessa ora, l'intero paese si ferma e si mette in ascolto davanti alla radio. Mentre nelle case si diffondono le prime note della sigla musicale, nel piccolo studio di calle Caspe, a Barcellona, cala il silenzio, una luce comincia a lampeggiare e due labbra dipinte di rosso si avvicinano al microfono per augurare la buona notte agli ascoltatori. Sono le labbra di Aurora, la presentatrice di uno dei programmi radiofonici più popolari nella Spagna degli anni settanta: "La posta della señorita Leo". Quando Aurora inizia la sua collaborazione con la radio, non può certo immaginare quanto quel lavoro le cambierà la vita. Per molte persone la señorita Leo è una vera e propria ancora di salvezza, una confidente, un'amica via etere. Persone come Germán, un rappresentante di biancheria intima che ogni sera ascolta quella voce calda e rassicurante sognando di trovare l'amore; Sole, che non ha il coraggio di affrontare il marito violento; ed Elisa, un

Recensione 'Le nemiche' di Carla Maria Russo - Piemme

Mantova, corte dei Gonzaga, giugno 1501. Quando Isabella d'Este scopre che suo padre, il duca di Ferrara Ercole I, ha scelto come moglie per l'erede al trono la donna più discussa della penisola, Lucrezia Borgia, figlia bastarda del papa, già sposa di due mariti, il primo ripudiato, il secondo ucciso in circostanze ambigue, il suo animo ne resta completamente sconvolto. La figlia di una tenutaria di bordello, come amava definirla, non può mischiare il suo sangue con quello purissimo e regale degli Este. Accolta con freddezza e disprezzo da tutti, Lucrezia, donna di fascino e di straordinaria bellezza, amante del lusso e del divertimento, riesce tuttavia a guadagnarsi i favori di almeno una parte della corte ferrarese, in particolare dei giovani e affascinanti fratelli di Isabella, attratti dalle feste memorabili e dalla folta schiera di damigelle di cui si circonda, fra le quali brilla l'astro della irresistibile Angela Borgia. Questo successo genera fra le due donne u

La chiacchiera - Quando Dio è andato a Gargamella Visconti

LL: Pio pio! E: noiosa, una non può sbagliare con te. LL: oddio, sto ridendo con le lacrime E: affogare no? LL: sei gentile oggi! Com’è? E: uno zucchero sono. Sono stanca, ho fatto tanti giri e il tutto per comprare i coriandoli. LL: hai deciso di festeggiare carnevale? Da che ti mascheri? Da Puffetta? E: da “Lallina motta affogata con un maglione giallo addosso”, piace? LL: bello! Voglio foto, eh! Perché hai comprato coriandoli, Lallì? (Pio pio...ahahahahah) E: (BASTAAAAAAAA) Per fare le foto. Non fare la gnorri che tu vai a comprarli domani. So io… LL: eh giusto che abbiamo speso poco mentre stavi qui, aggiungiamoci pure i coriandoli. Lallì, che è marzo adesso? E: Lallì, per il bene del tuo matrimonio meglio che marzo non sia subito domani. Cotogno ancora sta arrotando i coltelli?? Però che esagerato, ci siamo fatte prendere un attimo la mano… LL: no, coi coltelli ha finito. Aveva una cosa in costruzione, però… pare tanto

Recensione 'Paper magician' di Charlie N. Holmberg - Fannucci

Ceony Twill, giovane e talentuosa allieva dell'accademia di magia Tagis Praff, sta finalmente per cominciare l'apprendistato che la legherà per tutta la vita all'elemento magico che ha sempre desiderato. Eppure, contrariamente a quanto sognava, il suo destino non sarà scritto nel metallo ma sulla carta. Tra fogli che si animano dando vita a personaggi incredibili e storie fantastiche che la lasceranno a bocca aperta, toccherà allo stravagante mago Emery Thane convincerla delle qualità straordinarie di un elemento così delicato e allo stesso tempo prodigioso. Così, quando Lira, malvagia praticante di arti magiche proibite, priverà il maestro del suo cuore, Ceony per tenerlo in vita gliene confezionerà uno di carta, per poi volare sulle ali di un enorme aeroplanino all'inseguimento della perfida maga, verso un'avventura che porterà alla luce i ricordi più lontani e i segreti più taciuti, nascosti nell'angolo più remoto dell'anima. Titolo: Paper

Recensione 'La cercatrice di corallo' di Vanessa Roggeri - Rizzoli

Achille e Regina si incontrano per la prima volta nell'estate del 1919, di fronte alle acque spumeggianti di una Sardegna magica. Regina dona ad Achille un rametto di corallo rosso come il fuoco, il più prezioso, con la promessa che gli porterà fortuna. Anni dopo, quella bambina è diventata una delle più abili cercatrici di corallo; quando si tuffa da Medusa, il peschereccio di suo padre, neanche l'onda più alta e minacciosa la spaventa. Lei è come una creatura dei mari ed è talmente libera da non avere mai conosciuto legami. Finché, un giorno, la sua strada si incrocia di nuovo con quella di Achille: nel viso di un uomo ritrova gli occhi del ragazzino di un tempo. A travolgerli non è solo un sentimento folle, ma anche un passato indelebile. Le loro famiglie, infatti, sono legate a doppio filo da rancori e vendette ed è in corso una guerra senza ritorno. Spesso non basta l'amore per cambiare un destino che sembra già scritto. Ma l'unico modo di scoprirlo è provarci

Recensione '4321' di Paul Auster - Einaudi

Cosa sarebbe stato della nostra vita se invece di quella scelta ne avessimo fatta un'altra? Che persone saremmo oggi se quel giorno non avessimo perso il treno, se avessimo risposto al saluto di quella ragazza, se ci fossimo iscritti a quell'altra scuola, se... Ogni vita nasconde, e protegge, dentro di sé tutte le altre che non si sono realizzate, che sono rimaste solo potenziali. E cosi ogni individuo conserva al suo interno, come clandestini su una nave di notte, le ombre di tutte le altre persone che sarebbe potuto diventare. La letteratura, e il romanzo in particolare, ha da sempre esplorato la «vita virtuale»: non la vita dei computer, ma i destini alternativi a quelli che il caso o la storia hanno deciso, quasi che attraverso la lettura si riesca a fare esperienza di esistenze alternative. Paul Auster ha deciso di prendere alla lettera questo compito che la letteratura si è data: e ha scritto "4321", il romanzo di tutte le vite di Archie Ferguson, quella ch

Recensione 'Questa non è una canzone d'amore' di Alessandro Robecchi - Sellerio

Un fortunato autore televisivo ha abbandonato la trasmissione cui deve la fama e una discreta agiatezza. Si chiama Crazy Love e racconta la vita sentimentale della "né buona né brava gente della Nazione". Sotterfugi, tradimenti, odio, passioni e rancori, al motto di "Anche questo fa fare l'amore". Un enorme successo, ma lui non ne può più. Felice e orgoglioso della sua scelta, una sera gli si presenta in casa un tizio che cerca di ucciderlo. Si salva la vita, ma da qui in poi cominciano i guai. Una coppia di killer colti e professionali, due zingari in cerca di vendetta, una giovane segugia col cuore in frantumi, collezionisti e contrabbandieri di souvenir nazifascisti, qualche morto di troppo. Sullo sfondo accanto a una Milano multietnica e luccicante, la vita brulicante del campo rom, la sua cultura, la sua eticità. Questo di Robecchi è un giallo e una commedia, tra Scerbanenco e le canzoni di Enzo Jannacci. Raccontata da una voce caustica e cattiva, che

La classifichella di dicembre

*in blu i commenti di Laura* Lallì! Eh Laaaallìììììììì!! EEEEEHHHH Lalliiiiiiinaaaaaa minchia qui sto!!! ... ma che di nuovo la Classifichella stiamo facendo? A quanto pare Ma non l'abbiamo appena fatta? Era speciale quella Boh, detto tu eh! Detto io. Allora dicembre è stato un mese gne. Gnel oh signur! Cioè me stessa (fa ridere, eh?! No ) che non ho letto poco, ma manco tantissimo via di mezzo insomma . E più di metà sono state letture gne... ok, la smetto Grazie ! Quindi, primo e incontrastato c'è lui (LO STRONZO! Carogna è!!! Passami fazzoletto che mi riscende la lacrimuccia solo a ripensarci ) Li vedi quei fazzoletti? Sono un decimo di quelli che ho usato veramente! Usati... potevi pure buttarli eh. O restano come la tazzina? Ci vediamo tra poco - Tommaso Fusari sigh Dodici ricordi e un segreto -Enrica Tesio L'assassinio di Florence Nightingale Shore - Jessica Fellowes Non parlare con la bocca piena - Chiara Francini Piccoli esperiment

Recensione 'Dov'è finita Audrey?' di Sophie Kinsella - Mondadori

Audrey ha quattordici anni e da tempo non esce più di casa. Porta perennemente grandi occhiali scuri, e non certo per fare la diva, ma perché questo è il suo modo per proteggersi dalle persone che la circondano e sfuggire al rapporto con gli altri. A scuola le è successo qualcosa di brutto che l'ha profondamente segnata, e ora Audrey è in terapia per rimettersi da attacchi d'ansia e panico che non le permettono di condurre una vita serena e avere contatti con il mondo esterno. Prigioniera nella propria casa, riesce a guardare negli occhi solo Felix, il fratellino più piccolo. Suo fratello Frank, invece, ha un anno più di lei ed è ossessionato dai videogames e - con grande preoccupazione della madre iperprotettiva e vagamente nevrotica - non si stacca un attimo dal computer e dal suo amico Linus che condivide la sua stessa mania. Quando Audrey incontra Linus per la prima volta, nasce in lei qualcosa di diverso, e piano piano riesce a trovare il modo di comunicargli le sue e

Novità nella Stanza Librosa Dicembre 2017 + To Be Read Gennaio 2018

Buongiorno lettori e buon 2018 a tutti voi che, nonostante i bagordi della serata, pranzi e cene senza fine, ore piccole per brindare con gli amici, avete deciso di ritagliarvi un attimo per passare di qui! Il 2017 ci ha lasciati da poche ore e io sono già in fermento per questo 2018 appena nato! Probabilmente sarò ripetitiva, ma il 2017 non è stato neanche tanto malaccio: ci sono stati piccoli problemi qua e là, ho visto la morte in faccia a causa di un incidente stradale, ma, insomma, tutto sommato sono ancora qui a raccontarlo e chi non ha problemi da risolvere ogni giorno? Mettiamola così: se tu, caro 2018, hai intenzione di far meglio, ok! Io sono qui e ti aspetto a braccia aperte; altrimenti, in pieno stile Apple, mi accontento anche di un 2017s! Il mio bilancio è positivo sotto tanti punti di vista: le amiche sono qui, quelle vere, quelle belle, sì insomma, quella che penzola dalle panchine e quella anziana, loro, le Ciambelle! E poi sono arrivate le BB (no, cavoli, ma an