giovedì 28 novembre 2019

Recensione 'Il club dei lettori assassini' di Carlos Garcia Miranda - Dea Planeta


Titolo: Il club dei lettori assassini || Autore: Carlos Garcia Miranda || Editore: Dea Planeta
Data di pubblicazione: 1 ottobre 2019 || Pagine: 362

Angela è una giovane matricola dell'università di Madrid, timida, studiosa e con il naso sempre infilato tra le pagine di un romanzo. L'unico genere che non ama è l'horror, ma si sforza di vincere la paura quando il suo amico Sebas le chiede di leggere "It" per il neonato Club di lettura su Stephen King. È solo finzione, si dice Angela; sono cose che non possono accadere davvero. Ma non sa quanto si sbaglia. Perché quando la macabra morte di un professore sconvolge l'università, Angela e i suoi amici si rendono conto che c'è un assassino vicino a loro. O forse tra loro. Un assassino che si ispira a tutto il terrore raccontato da Stephen King, e che torna a colpire ancora e ancora. Senza potersi fidare di nessuno, Angela si trova prigioniera del più spaventoso racconto dell'orrore: quello che non puoi smettere di leggere. Puoi solo scegliere se essere la prossima vittima, o diventare il carnefice. "Il club dei lettori assassini" è un omaggio al re dell'horror, e a quello che ci insegna nei suoi capolavori: non si può scappare da ciò che ci fa più paura.

lunedì 25 novembre 2019

Recensione 'Un dolore così dolce' di David Nicholls - Neri Pozza


Titolo: Un dolore così dolce || Autore: David Nicholls || Editore: Neri Pozza
Data di pubblicazione: 2 settembre 2019 || Pagine: 383

È l'estate del 1997 a Londra, l'estate del New Labour, della morte di Lady Diana e della fine della scuola per Charlie Lewis. Cinque anni terminati in un batter d'occhio e suggellati dall'immancabile ballo nella palestra della scuola, coi professori alla consolle che azzardano persino Relax dei Frankie Goes to Hollywood o Girls and Boys dei Blur, i ragazzi che si dimenano selvaggiamente e le ragazze che ancheggiano con malizia. Cinque anni in cui Charlie Lewis si è distinto per non essersi mai distinto in nulla. Né bullo né mansueto, né secchione né ribelle, né amato né odiato, insomma uno di quei ragazzi che, a guardarli nella foto di fine scuola, si stenta a ricordarli, poiché non sono associati ad alcun aneddoto, scandalo o grande impresa. Ora, però, per Charlie è giunta l'ora di definire la propria personalità, il che alla sua età è come cambiare il modo di vestire e il taglio dei capelli. Un'impresa di non poco conto, visto che, dopo aver cominciato a lavorare in nero alla cassa di una stazione di servizio per circa dodici ore la settimana, Charlie non sa che farsene di quella lunga estate. Per giunta, a casa le cose non vanno per niente bene. Sua madre se ne è andata e suo padre, un uomo mite, cade spesso preda della malinconia. Un giorno, il giovane Lewis afferra Mattatoio n. 5 di Kurt Vonnegut, scelto giusto perché c'è la parola mattatoio nel titolo, e se ne va a leggere su un prato vicino casa. Qualche pagina letta e poi si addormenta all'aria aperta, per svegliarsi qualche tempo dopo intontito dal sole e dalla meravigliosa visione di una ragazza dalla carnagione pallida e i capelli neri. È Frances Fisher, detta Fran. Viene dalla Chatsborne, una scuola per ricchi che se la tirano da artisti e indossano vestiti a fiori vintage e magliette che si stampano da soli. Fran fa parte della cooperativa del Bardo, un gruppo teatrale di ragazzi come lei che vogliono mettere in scena «una storia di bande rivali e di violenza, di pregiudizio e amore»: Romeo e Giulietta di Shakespeare. Charlie non è felice né indaffarato, e dunque si innamora perdutamente di Fran. Per stare con lei, tuttavia, deve affrontare una sfida improba: entrare a far parte della compagnia diretta da un tipo paffuto e con gli occhioni da King Charles Spaniel.


giovedì 21 novembre 2019

Recensione 'Kill Creek' di Scott Thomas - Rizzoli


Titolo: Kill creek || Autore: Scott Thomas || Editore: Rizzoli
Data di pubblicazione: 29 ottobre 2019 || Pagine: 505

In fondo a una strada sterrata, mezzo dimenticata nel cuore del Kansas, sorge la casa delle sorelle Finch. Per molti anni è rimasta vuota, abbandonata, soffocata dalle erbacce. Adesso la porta sta per essere riaperta. Ma qualcosa, o qualcuno, aspetta nel profondo delle sue ombre, e non vede l'ora di incontrare i suoi nuovi ospiti... Quando Sam McGarver, autore di best seller horror, viene invitato a trascorrere la notte di Halloween in una delle case infestate dai fantasmi più famosa del mondo, accetta con riluttanza. Se non altro, non sarà solo: con lui ci saranno altri tre acclamati maestri del macabro, scrittori che come lui hanno contribuito a tracciare la mappa moderna di quel genere letterario. Ma quella che inizia come una trovata pubblicitaria si trasformerà in una vera e propria lotta per la sopravvivenza. L'entità che hanno risvegliato li segue, li tormenta, li minaccia, fino a farli diventare parte della sanguinosa eredità di Kill Creek.

giovedì 14 novembre 2019

Recensione 'Zarina' di Ellen Alpsten - Dea Planeta


Titolo: Zarina || Autore: Ellen Alpsten || Editore: DeA Planeta
Data di pubblicazione: 22 ottobre 2019 || Pagine: 623

Palazzo d'Inverno, febbraio 1725. Quando lo zar Pietro il Grande esala l'ultimo, travagliato respiro, sua moglie Caterina i è la regina astuta e seducente che tutti hanno imparato a temere e ad ammirare. La donna piena di risorse che ha profuso ogni sforzo pur di rimanere al fianco dell'imperatore; colei che più di ogni altra lo ha amato e odiato, aiutato e tradito, subìto e saputo domare. Ma nel passato di Caterina c'è molto di più. Figlia illegittima di un contadino della Livonia, prima che l'incontro con l'imperatore di Russia le cambiasse il nome e la vita, Caterina era Marta: sposa poco più che bambina di un soldato svedese, domestica al servizio di un pastore in Lettonia, salvata da un ufficiale dell'esercito russo, serva del principe Mensikov. Non c'è sopruso, violenza o barbarie che Marta non abbia provato sulla propria pelle e, adesso che lo zar è morto, l'ultima, decisiva battaglia la attende: quella per il potere.

mercoledì 6 novembre 2019

Recensione 'Le mezze verità' di Elizabeth Jane Howard - Fazi Editore


Titolo: Le mezze verità || Autore: Elizabeth Jane Howard || Editore: Fazi
Data di pubblicazione: 17 ottobre 2019 || Pagine: 330

May Browne-Lacey ha da poco sposato in seconde nozze il Colonnello Herbert; entrambi hanno figli dai precedenti matrimoni e vivono in una casa di singolare bruttezza nelle campagne del Surrey, fortemente voluta dall'uomo e acquistata con l'eredità di May. Alice, la figlia di Herbert, si sta per sposare, più per fuggire dal padre che per amore. Il Colonnello non piace nemmeno ai due figli di May, Oliver ed Elizabeth: lo considerano un borioso tiranno che si comporta in modo strano e opprime la madre. Oliver, un ventenne brillante e ironico, abita a Londra, non ha un lavoro stabile e vorrebbe tanto sposare una donna ricca che lo mantenga. Elizabeth, la sorella minore, che nutre un complesso di inferiorità nei suoi confronti, è una ragazza ingenua e sentimentale. Quando quest'ultima decide di trasferirsi a casa del fratello per cercare lavoro, May, rimasta sola nel Surrey con Herbert, inizia a pentirsi amaramente di averlo sposato. Intanto Elizabeth trova lavoro e anche l'amore, Oliver cerca la sua ereditiera mentre si fa mantenere dalla sorella, e Alice, incinta e infelice, vorrebbe scappare di nuovo. In questo sottile ritratto di una famiglia in crisi, ognuno deve fare i conti con una mezza verità che lo tormenta; ma la tragedia è dietro l'angolo e quando arriva spazza via quell'aria di non detto che così a lungo ha gravato sui protagonisti. In "Le mezze verità" Elizabeth Jane Howard trascina il lettore in una commedia dalle sfumature noir che è anche un romanzo sulle molteplici declinazioni dell'amore: l'amore coniugale, quello familiare, quello passionale e quello che proprio amore non è.

venerdì 1 novembre 2019

Reading Journal ottobre 2019 & TBR novembre


Ottobre. Già, ottobre... Che dire? Se potessi portare indietro le lancette, non farei neanche iniziare questo mese. Se potessi esprime un desiderio, vorrei vorrei che quest'anno finisse il prima possibile.
Ottobre si è abbattuto su di me con tutto il suo carico di dolore; la sensazione è stata quella di affogare, ma a quanto pare c'è stata una mano che mi ha tirata fuori dall'acqua... anzi, più di una mano. E sono queste le situazioni in cui ti rendi conto di quanto l'amicizia, seppur a distanza, sia vera e forte!


OTTOBRE IN 3 FOTO

  1. Ottobre è il momento in cui io inizio a preparare l'occorrente per il 2020. Occorrente per me vuol dire, innanzitutto, agenda: imprescindibile per organizzare gli impegni personali, familiari e del blog, quest'anno ho scelto la giornaliera della Mr Wonderful (nonostante la copertina rosa). All'agenda si affianca, come sempre, il calendario da parete e, a seguire, il Reading Journal e una serie di penne nuove!
  2. Su Instagram è partita #lacatenaletteraria. Se non sapete di cosa si tratta, seguite l'hashtag per scoprirlo!
  3. Ultimo arrivo in casa Libridinosa (che, ovviamente, dopo 5 cani e un tot di gatti vuoi non aggiungere altro?): lei è Pepe (o Mela, così la chiama Figlio), coniglia nana, una massa di pelo appassionata di cibo!


No, tranquilli, non ci provo neanche più a cercare delle giustificazioni o a dire che ho speso pochissimo perché in parte sono arrivi frutto di collaborazioni o acquistati con dei buoni. Fatevene una ragione: io compro libri, ok?! Li compro, li ricevo e li leggo!

  • L'amico immaginario - Stephen Chbosky punti Giunti Card
  • L'anno in cui imparai a leggere - Marco Marsullo acquisto Giunti 
  • Company Parade - Margaret Storm Jameson omaggio Fazi Editore
  • Le mezze verità - Elizabeth Strout omaggio Fazi Editore
  • La furia della marea - Winston Graham buono Libraccio
  • Bianco - Bret Easton Ellis punti Giunti Card
  • Il club dei lettori assassini - Carlos García Miranda buono Libraccio
  • Cosa resta di Male - Gianmarco Soldi omaggio autore
  • Lettera non spedita - Jennifer Cody Epstein omaggio Rizzoli
  • Il trono d'autunno - Elizabeth Chadwick punti Giunti Card
  • Zarina - Ellen Alpsten omaggio DeA Planeta


Come potete immaginare, le mie letture hanno risentito del momento "no" della mia vita, ma in qualche modo, qualche libro sono riuscita a leggerlo lo stesso!
A ottobre ho letto 6 libri per un totale di 2290 pagine.

  • L'anno in cui imparai a leggere - Marco Marsullo ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️
  • Company Parade - Margaret Storm Jameson ⭐️⭐️ ½
  • Cosa resta di Male - Gianmarco Soldi ⭐️⭐️
  • Lettera non spedita - Jennifer Cody Epstein ⭐️⭐️⭐️⭐️ ½
  • Nel profondo - Daisy Johnson ⭐️⭐️⭐️⭐️
  • L'istituto - Stephen King ⭐️⭐️ 





Novembre sarà un mese di "recuperi": ho ancora un paio di libri arrivati dalle Case Editrici nel mese di ottobre; ho anche Nicholls e D'Andrea che, da settembre, continuo ad inserire in tbr e, immancabili, continuano a slittare. Vediamo se stavolta riuscirò a leggerli!

  • Un dolore così dolce - David Nicholls
  • Il respiro del sangue - Luca D'Andrea
  • Le mezze verità - Elizabeth Jane Howard
  • Bianco - Bret Easton Ellis
  • Il club dei lettori assassini - Carlo García Miranda
  • Zarina - Ellen Alpsten
Qualche titolo che vi incuriosisce?