Recensione 'L'illusione della verità' di Wendy Walker - Nord


Titolo: L'illusione della verità || Autore: Wendy Walker || Editore: Nord
Data di pubblicazione: 8 marzo 2018 || Pagine: 322

Quella sera, in famiglia c'è una lite furiosa. Dopo le urla e il pianto, si avverte il rombo di un motore, poi torna il silenzio. Il giorno seguente, le sorelle Tanner sono scomparse. L'auto della diciassettenne Emma viene ritrovata nei pressi della spiaggia: all'interno, solo la sua borsa e le scarpe. Della quindicenne Cassandra, invece, nessuna traccia. Le autorità vagliano tutte le ipotesi, per poi congelare il caso, disorientate. Tre anni dopo, Cassandra torna a casa... da sola. Racconta che lei ed Emma sono state rapite e tenute prigioniere su una misteriosa isola del Maine, senza telefono, televisione o elettricità. La sua versione dei fatti, però, è piena di buchi; soprattutto, il suo racconto del giorno della scomparsa non coincide con le deposizioni raccolte dai detective. Sembrerebbe che la memoria della ragazza sia ancora compromessa dal trauma eppure, per la psicologa forense Abby Winter, i conti non tornano. È successo qualcosa quella notte di tre anni prima, qualcosa che la famiglia Tanner sta tentando disperatamente di nascondere. In cerca di risposte, la dottoressa rivolge quindi lo sguardo verso la madre, il patrigno e il fratellastro di Cassandra. A poco a poco, nel quadro apparentemente perfetto di quella famiglia come tante, Abby intuisce inquietanti crepe, indizi pericolosi che conducono lungo una strada costellata di menzogne, inganni e tradimenti. Una strada che Abby sarà costretta a percorrere, se vuole salvare Emma...

Trama: 4 || Personaggi: 4 || Stile: 4




Quando due sorelle spariscono nel nulla, i primi sospettati sono sempre i familiari. Ma quando una delle due sorelle torna a casa, dopo tre anni di silenzio e nessun indizio, e non accusa nessuno, cosa fare? Dove cercare? Chi incolpare?
È questa la storia che Wendy Walker ci pone davanti ne L'illusione della verità, un thriller psicologico che porta il lettore a scavare nella mente umana, a cercare di rimettere a posto i tasselli di un puzzle che, pagina dopo pagina, si fa sempre più complicato.
Emma e Cassandra hanno 18 e 15 anni la sera in cui sono sparite nel nulla. La loro auto viene ritrovata, vuota, ai margini di una spiaggia, ma di loro non c'è alcuna traccia. Quando Cassandra si presenterà alla porta di casa, sarà la psicologa forense Abby Winter a dover scrutare nella sua mente e nel suo animo, a cercare di carpire quegli indizi che la ragazza le lancia per scoprire che fine abbia fatto Emma.
L'autrice ci mette davanti ad una famiglia malata, una madre narcisista e due figlie costantemente in guerra prima per conquistarne l'affetto e poi per cercare di salvarsi da lei.

Leggendo questo romanzo ci troviamo alle prese con una storia in grado di capovolgere ogni teoria e ogni supposizione. Ogni qualvolta si crede di essere arrivati al bandolo della matassa, la Walker cambierà le carte in tavola.
I personaggi sono ben costruiti, ognuno con una propria identità e le proprie peculiarità, anche se il fulcro centrale della storia rimangono Emma, Cassandra e la loro madre.
Un romanzo che si concentra sulla rivalità femminile anche all'interno della stessa famiglia; sul rapporto malato che questa madre costruisce con le proprie figlie.
Non è semplice riuscire a capire queste tre donne e la dinamica che muove le loro vite e i loro comportamenti. Quello che risulta semplice, invece, è la lettura di questo romanzo, che scorre veloce e coinvolte il lettore al punto giusto.

Nonostante ciò, però, arrivata a fine lettura mi sono resa conto di aver intuito la rivelazione finale ben prima che l'autrice me la svelasse. Il che, purtroppo, ha influito non poco sul mio giudizio finale che rimane comunque positivo.
È un thriller che consiglierei sicuramente a chi non è avvezzo al genere o a chi ha voglia di immergersi nei torbidi segreti della mente umana femminile!

Commenti

  1. La mente umana femminile... che brutto posto!!! Bellissima recensione, ma al momento non saprei come inserirlo tra le letture!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Al momento io vorrei non dover inserire altre letture!

      Elimina
  2. Uhm. Inserirsi nella mente umana mi piace assai... ma la sorpresa è quel guizzo che mi avrebbe fatto scegliere questo libro al posto di altri e, a quanti scrivi, è mancata. Uhm. Forse me lo tengo da parte, chissà...

    RispondiElimina

Posta un commento

INFO PRIVACY

AVVISO: TUTTI I COMMENTI SPAM VERRANNO CANCELLATI

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^