Passa ai contenuti principali

Recensione 'La gemella silenziosa' di S. K. Tremayne - Garzanti

la gemella silenziosaSINOSSI

A Sarah piace il silenzio assoluto della sera che avvolge l'isola di Skye. Le piace muoversi piano nella penombra e accarezzare delicatamente i biondi capelli della sua bambina di sette anni, Kirstie, che si è appena addormentata. Mentre osserva le sue manine che stringono il cuscino, Sarah ripensa a quando quelle mani si stringevano a quelle, identiche, della sorella gemella Lydia. Niente le distingueva: stesse lentiggini, stessi occhi azzurro ghiaccio, stesso sorriso giocoso. Ma, un anno prima, Lydia è morta improvvisamente e ha lasciato un vuoto così grande che ha costretto Sarah e la sua famiglia a fuggire da tutto e da tutti su quell'isola spersa nel mare di Scozia. Lì, tra scogliere impervie e cieli immensi, Sarah sente che lei, la bambina e suo marito Angus potranno forse ritrovare la serenità. Eppure, mentre si avvicina l'inverno, Kirstie è sempre più strana. Diventa silenziosa, riflessiva, improvvisamente interessata a cose che prima non amava. Sempre più simile a Lydia, la gemella scomparsa.
Quando un giorno si scatena una violenta tempesta, Sarah e Kirstie rimangono isolate. Nel buio, col solo mugghiare del vento ad ascoltarle, Kirstie alza gli occhi e sussurra: «Mamma, perché continui a chiamarmi Kirstie? Io sono Lydia. Kirstie è morta, non io». Sarah è devastata e il tarlo dell'errore comincia a torturarle l'anima. Cos'è successo davvero il giorno in cui una delle gemelle è morta? È possibile che una madre possa non riconoscere sua figlia?

TITOLO: La gemella silenziosaThe Ice Twins
AUTORE: S. K. Tremayne
TITOLO ORIGINALE: The ice twins
TRADUZIONE A CURA DI: Claudia Marseguerra
EDITORE: Garzanti
DATA DI PUBBLICAZIONE: 17 settembre 2015
PAGINE: 320
ISBN: 9788811688051

TRAMA 9
PERSONAGGI 9
STILE 9
INCIPIT 9
FINALE 10
COPERTINA 9

Perfezione Libridinosa

Letto in 3 giorni


Che questo sia il periodo giusto per il thriller? Che gli autori abbiano finalmente capito quali sono gli ingredienti fondamentali perché un libro di questo genere conquisti i lettori ed abbia successo? Ovviamente non canto vittoria, ma, dopo Io non ti conosco, questo è il secondo thriller che riesce a conquistarmi!

Partendo dal rapporto pressoché unico tra gemelli, l’autore riesce a costruire un libro praticamente perfetto nel suo genere.
Sarah ed Angus sono una giovane coppia londinese, lui architetto, lei giornalista free lance, la cui tranquilla ed agiata vita viene sconvolta dalla morte di una delle loro due identiche gemelle.
Ed è proprio da qui che prende il via la narrazione. L’autore ci presenterà Sarah ed Angus a quattordici mesi di distanza dalla disgrazia che ha cambiato per sempre le loro vite.
Angus è un uomo distrutto, ha iniziato a bere, ha picchiato il suo capo e ha perso il lavoro. Sarah, dal canto suo,  convive con il dolore e con il senso di colpa. Ma quella che pare star peggio è la gemella sopravvissuta. Ma quale delle due gemelle è morta? Kirstie? O Lydia?
<<Mamma, perché continui a chiamarmi Kirstie? Io sono Lydia>>
Perché le due bambine sono sempre state assolutamente identiche, tanto che anche i genitori faticavano a distinguerle.
Instillando nel lettore un’ansia crescente sin dalle prime pagine, Tremayne riesce a prenderci per la gola e a costringerci a non smettere di leggere sino alla fine del libro.

I personaggi sono costruiti con grande attenzione. Nessuno tra Sarah ed Angus è scevro da sospetti da parte di chi li osserva. Entrambi paiono, per tutta la lettura, colpevoli e pieni di segreti.
La gemella sopravvissuta, con i suoi capelli talmente biondi da sembrare quasi bianchi, gli occhi blu e la pelle diafana, è a tratti inquietante, al punto che si arriva a provare angoscia davanti alle sue reazioni alla morte della sorella.
Credo, però, che parte integrande, quasi predominante di questa storia, sia Eilean Torran, con il suo faro, il cottage bianco e, soprattutto, il suo isolamento, il clima austero, le onde che si infrangono sugli scogli.
Eilean Torrean è l’isola sulla quale Angus e Sarah decidono di trasferirsi per far ripartire la loro vita e cercare di ritrovare quell’unità familiare che pare perduta.
Ma sarà proprio Eilean a far venire a galla i misteri di questa famiglia, a svelare i loro segreti e a dare una degna conclusione a questa storia.

Un thriller davvero avvincente, ben scritto, mai banale. Lo stile dell’autore è lineare e scorrevole, mai sopra le righe, neanche quando affronta argomenti crudi quali la morte di una bambina di appena sette anni.
Le premesse per un grande successo ci sono tutte e sicuramente aspetterò con curiosità un nuovo lavoro di questo esordiente.


Commenti

  1. Bellissimo libro, non vedo l' ora di leggerlo e dopo la tua recensione corro subito in libreria!!!!

    RispondiElimina
  2. Sarà la mia prossima lettura! dopo la tua recensione ho aspettative ancora più alte :)

    RispondiElimina
  3. E pensare che non mi ispirava...
    Brava, bellissima recensione, sei riuscita a mettermi ansia! Lo voglio e lo lo leggerò di sicuro!

    RispondiElimina
  4. La tua bella recensione mi ha convinta del tutto: acquisterò sicuramente questo libro per godermi un ottimo thriller :)

    RispondiElimina
  5. dopo aver letto la tua recensione ho comprato subito il libro in ebook e stasera lo inizio

    RispondiElimina
  6. Detto io che era un bel libro! Da oggi in poi ti decido io le letture!! eh? Dai dai, posso?? :D

    RispondiElimina
  7. Lo voglio leggere! Assolutamente! Mi attira soprattutto l'ambientazione scozzese e quell'alone di mistero e inquietudine! A presto Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi assolutamente leggerlo, Maria. Sono proprio curiosa di sapere se anche tu sarai avvolta dall'inquietudine che questo libro riesce a trasmettere.

      Elimina
  8. lo sto leggendo adesso e lo adoro già!!
    http://www.audreyinwonderland.it/

    RispondiElimina
  9. L'ho appena iniziato...giusto prima di correre in ufficio. Credo che sarà un'ottima lettura, a giudicare dall'incipit. (che per me è fondamentale!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vedo l'ora di sapere cosa ne pensi. Io, ancora oggi, non riesco a guardare la copertina senza che un filo d'ansia mi assalga!

      Elimina
  10. Faccio sempre molto affidamento sulle tue recensioni perchè sono scritte bene e il più delle volte rispecchiano anche il mio pensiero.
    Sono strafelice che hai promosso questo romanzo perchè l'avevo già adocchiato e messo nella mia lista. Adesso ho ancora più voglia di leggerlo ^___^
    Un abbraccio

    http://larivincitadellerecensioni.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie, quanto sei carina! Mi hai fatto arrossire =D Allora aspetto di scoprire se questo libro piacerà a te quanto a me ;)

      Elimina
  11. Io ho finito ieri " io non ti conosco" e mi è piaciuto tantissimo!
    Ora vorrei leggere questo, perchè leggendo le tue recensioni abbiamo gusti molto simili!
    Che curiosità! :-)

    RispondiElimina
  12. Iniziato sabato sera è finito oggi! Bellissimo e inquietante!

    RispondiElimina
  13. Il commento sopra "Unknown" sono io!

    RispondiElimina

Posta un commento

INFO PRIVACY

AVVISO: TUTTI I COMMENTI ANONIMI VERRANNO CANCELLATI. Se volete contestare o insultare, abbiate il coraggio di firmarvi!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^

Post popolari in questo blog

Recensione 'Le madri non dormono mai' di Lorenzo Marone - Einaudi

  LE MADRI NON DORMONO MAI   || Lorenzo Marone || Einaudi || 10 maggio 2022 || 352 pagine Acquista qui Un bambino, sua madre. Due vite fragili tra altre vite fragili: donne e uomini che passano sulla terra troppo leggeri per lasciare traccia. Intorno, a contenerle, un luogo che non dovrebbe esistere, eppure per qualcuno è perfino meglio di casa. Lorenzo Marone scrive uno struggente romanzo corale, un cantico degli ultimi che si interroga, e ci interroga, su cosa significhi davvero essere liberi o prigionieri. Diego ha nove anni ed è un animale senza artigli, troppo buono per il quartiere di Napoli in cui è cresciuto. I suoi coetanei lo hanno sempre preso in giro perché ha i piedi piatti, gli occhiali, la pancia. Ma adesso la cosa non ha più importanza. Sua madre, Miriam, è stata arrestata e mandata assieme a lui in un Icam, un istituto a custodia attenuata per detenute madri. Lì, in modo imprevedibile, il ragazzino acquista sicurezza in sé stesso. Si fa degli amici; trova una sorella n

Recensione IN ANTEPRIMA 'Le mogli hanno sempre ragione' di Luca Bianchini - Mondadori

  LE MOGLI HANNO SEMPRE RAGIONE || Luca Bianchini || Mondadori || 8 marzo 2022 || 240 pagine Acquista qui Il maresciallo Gino Clemente ama la canottiera bianca, il karaoke, il suo labrador e soprattutto la moglie Felicetta, e coltiva un unico desiderio: andare presto in pensione. Dopo anni passati lontano da casa, viene finalmente trasferito nel suo paese d'origine, Polignano a Mare, a ridosso della festa patronale di San Vito che dà inizio all'estate. Per l'occasione, la famiglia allargata degli Scagliusi decide di celebrare il compleanno della piccola Gaia con una "festa nella festa", durante la quale Matilde può inaugurare e soprattutto mostrare la sua nuova masseria a parenti e pochi amici. Non mancano i manicaretti peruviani preparati dalla fedele Adoración, la tata tuttofare della famiglia. Oltre a Ninella, don Mimì e a tutti i protagonisti di "Io che amo solo te" è stato invitato anche il maresciallo Clemente che però declina, ma sarà chiamato con

Recensione IN ANTEPRIMA 'Tutto il blu del cielo' di Mélissa Da Costa - Rizzoli

TUTTO IL BLU DEL CIELO || Mélissa Da Costa || Rizzoli || 29 marzo 2022 || 624 pagine Acquista qui Cercasi compagno/a di viaggio per un’ultima avventura: sono le prime parole dell’annuncio che Émile pubblica online un giorno di fine giugno. Ha deciso di fare ciò che ancora non ha mai fatto, che ha sempre rimandato, perché nella vita va così. Partire per un viaggio on the road, setacciare paesaggi vicini eppure mai esplorati, affondare occhi e naso là dove non c’è altro che natura e silenzio, senza data di ritorno. Ha solo ventisei anni e una forma di Alzheimer precoce e inesorabile, per questo vuole vivere in completa libertà, lontano da chiunque lo conosca, fintanto che il suo corpo glielo concederà. Non si aspetta che qualcuno davvero risponda al suo appello, ma sbaglia. Qualche giorno dopo in una stazione di servizio, pronta a partire, protetta da un informe abito nero, con un cappello a tesa larga, sandali dorati ai piedi e zaino rosso in spalla, c’è Joanne. E così, su un piccolo ca

Recensione IN ANTEPRIMA 'La salita dei giganti'
La saga dei Menabrea
di Francesco Casolo - Feltrinelli

LA SALITA DEI GIGANTI - La saga dei Menabrea   || Francesco Casolo || Feltrinelli || 3 marzo 2022 || 416 pagine Acquista qui La Belle Époque è alle porte e il cinema sta per essere inventato quando, il 29 agosto 1882, Carlo Menabrea organizza un sontuoso ricevimento per festeggiare l’acquisto di un castello poco lontano da Biella. Nessuno in città ha intenzione di perdersi l’evento, ma pochi sanno che l’origine di tanta fortuna risiede in una scommessa fatta trent’anni prima: il padre di Carlo, Giuseppe, walser di Gressoney, che come i suoi antenati valicava a piedi i ghiacciai per commerciare lana e prodotti di artigianato in Svizzera, ha deciso di puntare tutto su una bevanda, la birra. Quando nel cielo sopra il castello esplodono i fuochi d’artificio che illuminano il cortile a giorno e si riflettono sul volto di Carlo, anche la sua secondogenita Eugenia, che tutti chiamano Genia, avrebbe qualcosa da domandargli: perché, qualche settimana prima, ha insistito perché fosse lei, e non

Recensione IN ANTEPRIMA 'Tutte le volte che mi sono innamorato' di Marco Marsullo - Feltrinelli

TUTTE LE VOLTE CHE MI SONO INNAMORATO   || Marco Marsullo || Feltrinelli ||  28 aprile 2022 || 208 pagine Acquista qui Come vivono le relazioni, la coppia, il matrimonio e il sesso gli uomini d’oggi? Cesare, maestro elementare napoletano, ha le idee un po’ confuse sull’amore. Tanto romantico quanto cervellotico nelle relazioni, si trincera dietro teorie improbabili e comici segni del destino, ma in realtà soffre per un decennio di storie sbagliate, tossiche, dolorose. Incontri sessuali surreali, colpi di fulmine e bruschi risvegli, e un gruppo di amici che sembra aver capito tutto prima di lui. A trentacinque anni, Cesare è rimasto l’ultimo single del gruppo e non sa più cosa farsene di tutta la sua libertà. Vive con il gatto Thiago, gira per la città sulla sua Vespa, ha un discreto successo con le donne, eppure la notte sempre più spesso torna a casa da solo, con un peso sul cuore. Quando il suo amico Sandro, prossimo alle nozze, gli consegna l’invito con un + 1 che campeggia beffardo