Passa ai contenuti principali

Recensione 'Tutta colpa di un libro' di Shelly King - Garzanti


SINOSSI
È venerdì pomeriggio e, come ogni giorno, Maggie è andata a rifugiarsi nel suo posto preferito, la libreria Dragonfly di Mountain View, California. Accoccolata nella grande poltrona di liso velluto verde, circondata da pile di vecchi libri usati e con un romanzo d'avventura in grembo, Maggie legge di eccitanti scorribande e amori tempestosi. Fra gli scaffali polverosi riesce quasi a dimenticare di avere perso il lavoro e di avere il conto in banca quasi a secco. E oggi le capiterà fra le mani qualcosa di veramente speciale: una copia logora e ingiallita dell'Amante di Lady Chatterley. Non si tratta di un libro qualsiasi, perché i margini delle pagine nascondono la corrispondenza di un uomo e una donna che non si conoscono, Henry e Catherine. Parole d'amore e corteggiamento, frasi piene di gentilezza e passione, fino all'ultimo messaggio, una richiesta di appuntamento… Chi sono i due? Saranno riusciti a trovare il coraggio di guardarsi negli occhi e rivelare la loro identità? Maggie si appassiona alla loro storia e vorrebbe saperne di più. Perché quelle parole piene di emozione lei le ha sempre lette nei libri, ma non immaginava che si potessero dire veramente. O almeno, lei non l'ha mai fatto.
Ma la vita è pronta a sorprenderla, perché la libreria Dragonfly è in pericolo. All'angolo della strada si è aperta una nuova libreria di catena e i suoi libri intonsi e luccicanti minacciano di cancellare per sempre il segreto fascino delle pagine di un tempo. Maggie non si arrende, deve trovare il modo di salvare la Dragonfly. Proprio il segreto di Henry e Catherine, quei romantici messaggi scritti a mano, possono cambiare il destino della vecchia libreria. E forse anche il suo…
TITOLO: Tutta colpa di un libro
TITOLO ORIGINALE: The moment of everything
AUTORE: Shelley King
TRADUZIONE A CURA DI: Roberta Scarabelli
EDITORE: Garzanti
DATA DI PUBBLICAZIONE: 5 marzo 2015
PAGINE: 252
CODICE ISBN: 9788811688327
PREZZO: 14.90 €
TRAMA 6
PERSONAGGI 7
STILE 6
INCIPIT 8
FINALE 6
COPERTINA 9

3 stelle
Discretamente Libridinoso
1746 Letto in 2 giorni


Credo sia giusto fare una doverosa premessa prima di scrivere la recensione di questo libro.
Innanzitutto, devo dire a Laura de La biblioteca di Eliza che alla lista del mai comprare bisogna aggiungere un altro punto:
  • MAI COMPRARE LIBRI CHE PARLANO DI LIBRI/LETTORI/LIBRERIE
Perché pare proprio che, ultimamente, questo (assieme agli anziani) sia un argomento un tantino inflazionato. E se per ogni categoria ci sono le dovute e rare eccezioni (CesareCuore rosso), purtroppo esistono anche troppi libri di cui si potrebbe tranquillamente fare a meno.
Altro punto della mia premessa: come avrete capito leggendo qui, io non sono esattamente una romanticona, una da e vissero felici e contenti; tramonti e notti stellate mi annoiano, ad un film romantico preferisco una bella partita di calcio, le cena a lume di candela hanno come unico effetto quello di farmi macchiare e odio passeggiare mano nella mano, perché d'inverno mi si congelano le dita e d'estate mi sudano le mani. È quasi scontato, quindi, che certi libri, certe storie, più che farmi sospirare sognante, mi facciano venire l'orticaria!
Credo non ci sia bisogno di spiegare che, nonostante tutti i miei buoni propositi, la copertina di questo libro ha attirato il mio sguardo e non mi ha più mollato. Certo, due paroline sul colore dei capelli della signorina, io avrei da dirle. Ma faccio la brava e passo oltre!

La storia è ambientata nella Silicon Valley, culla di tutta la tecnologia che ci circonda. Ed è proprio lì che vive Margaret Victoria Duprés, Maggie per gli amici, trentaquattrenne, laureata in lettere e neo-largedisoccupata. Maggie trascorre le sue giornate alla Dragonfly Libri Usati, seduta in una vecchia poltrona, leggendo romanzi rosa di ambientazione storica. E fin qui... vabbè, la vita è tua!
Se non fosse che, un bel dì, Maggie si ritrova tra le mani una vecchia e consunta copia de L'amante di Lady Chatterley. E caso vuole che le pagine del romanzo contengano una fitta corrispondenza tra un certo Henry ed una certa Catherine.
In un guizzo di fantasia e cercando disperatamente di recuperare il suo posto di lavoro, Maggie decide di creare un sito ed una pagina Facebook per divulgare la corrispondenza tra i due.
Ovvio che più ovvio non si può, tra una cosa e l'altra, Maggie incontrerà lui, Rajhit. Ovviamente bello, ovviamente intelligente, ovviamente vuole lei. E lei non sa.. Lo ama? Non lo ama? Boh!
Con un assurdo giro di spiegazioni ed intrecci (ho dovuto far ricorso a Stefania L'Annusalibri per capirci qualcosa!), Maggie scoprirà chi è il fantomatico Henry.

Cosa mi è piaciuto di questo libro? Come detto, la copertina. Poi devo dire che non è scritto male, capiamoci. Anzi, mi ha strappato più di qualche risata, soprattutto nella prima parte. Andando avanti, però, la storia scade nella banalità e comincia a diventare un po' troppo surreale.
Dopo l'apertura del sito web da parte di Maggie, una schiera di gente inizia a scrivere sui margini delle pagine dei libri per cercare la propria anima gemella (potrei uccidere per una cosa del genere!).
Da un momento all'altro, a Maggie viene proposto di prendere in mano la Apollo Libri (diciamo pure l'equivalente della nostra Mondadori) e di gestirla
Potrai dare rilievo agli autori che pensi debbano essere conosciuti dal pubblico. Influenzerai il pensiero ed il gusto di tutti i nostri clienti
Ok, fermi tutti! Ma avete capito chi è Maggie? E, soprattutto, avete capito che libri legge? Ecco! E noi dovremmo farci influenzare da una così?
Infine, troppe pagine che parlano di libri fantasy e descrivono feste a tema e tante altre pagine piene di storie informatiche. Diciamo pure che lo stesso libro si sarebbe potuto scrivere con almeno una cinquantina di pagine in meno.
Perché tre stelle? COPERTINA, RISATE, TANTI LIBRI! E anche un po' perché era tanto che non mi divertivo come adesso, scrivendo una recensione!


Commenti

Post popolari in questo blog

Recensione 'Le madri non dormono mai' di Lorenzo Marone - Einaudi

  LE MADRI NON DORMONO MAI   || Lorenzo Marone || Einaudi || 10 maggio 2022 || 352 pagine Acquista qui Un bambino, sua madre. Due vite fragili tra altre vite fragili: donne e uomini che passano sulla terra troppo leggeri per lasciare traccia. Intorno, a contenerle, un luogo che non dovrebbe esistere, eppure per qualcuno è perfino meglio di casa. Lorenzo Marone scrive uno struggente romanzo corale, un cantico degli ultimi che si interroga, e ci interroga, su cosa significhi davvero essere liberi o prigionieri. Diego ha nove anni ed è un animale senza artigli, troppo buono per il quartiere di Napoli in cui è cresciuto. I suoi coetanei lo hanno sempre preso in giro perché ha i piedi piatti, gli occhiali, la pancia. Ma adesso la cosa non ha più importanza. Sua madre, Miriam, è stata arrestata e mandata assieme a lui in un Icam, un istituto a custodia attenuata per detenute madri. Lì, in modo imprevedibile, il ragazzino acquista sicurezza in sé stesso. Si fa degli amici; trova una sorella n

Recensione IN ANTEPRIMA 'Le mogli hanno sempre ragione' di Luca Bianchini - Mondadori

  LE MOGLI HANNO SEMPRE RAGIONE || Luca Bianchini || Mondadori || 8 marzo 2022 || 240 pagine Acquista qui Il maresciallo Gino Clemente ama la canottiera bianca, il karaoke, il suo labrador e soprattutto la moglie Felicetta, e coltiva un unico desiderio: andare presto in pensione. Dopo anni passati lontano da casa, viene finalmente trasferito nel suo paese d'origine, Polignano a Mare, a ridosso della festa patronale di San Vito che dà inizio all'estate. Per l'occasione, la famiglia allargata degli Scagliusi decide di celebrare il compleanno della piccola Gaia con una "festa nella festa", durante la quale Matilde può inaugurare e soprattutto mostrare la sua nuova masseria a parenti e pochi amici. Non mancano i manicaretti peruviani preparati dalla fedele Adoración, la tata tuttofare della famiglia. Oltre a Ninella, don Mimì e a tutti i protagonisti di "Io che amo solo te" è stato invitato anche il maresciallo Clemente che però declina, ma sarà chiamato con

Recensione IN ANTEPRIMA 'Tutto il blu del cielo' di Mélissa Da Costa - Rizzoli

TUTTO IL BLU DEL CIELO || Mélissa Da Costa || Rizzoli || 29 marzo 2022 || 624 pagine Acquista qui Cercasi compagno/a di viaggio per un’ultima avventura: sono le prime parole dell’annuncio che Émile pubblica online un giorno di fine giugno. Ha deciso di fare ciò che ancora non ha mai fatto, che ha sempre rimandato, perché nella vita va così. Partire per un viaggio on the road, setacciare paesaggi vicini eppure mai esplorati, affondare occhi e naso là dove non c’è altro che natura e silenzio, senza data di ritorno. Ha solo ventisei anni e una forma di Alzheimer precoce e inesorabile, per questo vuole vivere in completa libertà, lontano da chiunque lo conosca, fintanto che il suo corpo glielo concederà. Non si aspetta che qualcuno davvero risponda al suo appello, ma sbaglia. Qualche giorno dopo in una stazione di servizio, pronta a partire, protetta da un informe abito nero, con un cappello a tesa larga, sandali dorati ai piedi e zaino rosso in spalla, c’è Joanne. E così, su un piccolo ca

Recensione IN ANTEPRIMA 'La salita dei giganti'
La saga dei Menabrea
di Francesco Casolo - Feltrinelli

LA SALITA DEI GIGANTI - La saga dei Menabrea   || Francesco Casolo || Feltrinelli || 3 marzo 2022 || 416 pagine Acquista qui La Belle Époque è alle porte e il cinema sta per essere inventato quando, il 29 agosto 1882, Carlo Menabrea organizza un sontuoso ricevimento per festeggiare l’acquisto di un castello poco lontano da Biella. Nessuno in città ha intenzione di perdersi l’evento, ma pochi sanno che l’origine di tanta fortuna risiede in una scommessa fatta trent’anni prima: il padre di Carlo, Giuseppe, walser di Gressoney, che come i suoi antenati valicava a piedi i ghiacciai per commerciare lana e prodotti di artigianato in Svizzera, ha deciso di puntare tutto su una bevanda, la birra. Quando nel cielo sopra il castello esplodono i fuochi d’artificio che illuminano il cortile a giorno e si riflettono sul volto di Carlo, anche la sua secondogenita Eugenia, che tutti chiamano Genia, avrebbe qualcosa da domandargli: perché, qualche settimana prima, ha insistito perché fosse lei, e non

Recensione 'La lezione' di Marco Franzoso - Mondadori

  LA LEZIONE || Marco Franzoso || Mondadori || 12 aprile 2022 || 396 pagine Acquista qui Quanti compromessi si accettano per non deludere le aspettative degli altri, per essere una bambina diligente, poi un'adolescente responsabile, infine una donna dolce e gentile. Senza che ce lo confessiamo, il costo delle piccole e continue sopraffazioni subite giorno dopo giorno è spesso una rabbia nascosta dietro l'apparenza di una vita normale, azioni ordinarie, un lavoro e una vita di coppia come tante. Elisabetta è avvocato in un piccolo studio associato e galleggia tra cause di separazioni, spaccio, affitti non pagati. Lavora dieci ore al giorno, ma stenta a decollare. Anche la sua vita privata non è esaltante: il rapporto con il fidanzato Daniele arranca tra alti e bassi, le amicizie si sono allentate, il padre, vedovo, è anziano e fragile. Come se non bastasse, da qualche giorno un uomo la segue. Angelo Walder, un suo vecchio assistito, condannato per violenza e abuso. Ha scontato i