Recensione 'Via col vento' di Margaret Mitchell - Neri Pozza

VIA COL VENTO || Margaret Mitchell || Neri Pozza || 30 gennaio 2020 || 1194 pagine

È il 1936 e un romanzo sudista vende negli Stati Uniti un milione di copie in sei mesi. Nel 1937 vince il Premio Pulitzer e nel 1939 diventa il più grande successo nella storia del cinema americano: è "Via col vento", uno dei più eclatanti casi editoriali mondiali. Opera pressoché unica di Margaret Mitchell, nata ad Atlanta nel 1900 e cresciuta ascoltando i racconti dei veterani della guerra di Secessione, Via col vento conquista i lettori di tutto il mondo grazie a una trama avvincente caratterizzata da colpi di scena, rovesci di fortuna e da un'appassionata storia d'amore; trama che portò i critici a parlare di Grande Romanzo Americano e a osare il paragone con Tolstoj. Ma a rendere straordinarie queste pagine è soprattutto l'anticonvenzionale protagonista: Scarlett O'Hara, la viziata e volubile ereditiera della grande piantagione di Tara, la quale, contando sulle sue sole forze, dovrà cavarsela mentre l'esercito nordista avanza in Georgia. A oltre ottant'anni dalla sua pubblicazione, Via col vento è considerato un intramontabile classico, al punto che anche chi non ha mai avuto il piacere di approcciarsi al romanzo ricorderà, grazie all'omonima versione cinematografica, una manciata di battute ormai divenute celebri: il «non soffrirò mai più la fame» pronunciata da Scarlett stringendo un pugno di terra; il «francamente me ne infischio» sul finale, e la stizza e la speranza di «domani è un altro giorno». Con il presente volume viene riproposta l'edizione integrale in una nuova traduzione che punta non solo a ripristinare la versione originale del romanzo, ma anche a rinnovare la traduzione italiana del 1937, oggi terribilmente agée poiché vittima dell'autarchia linguistica imposta dal fascismo. Seguendo il costume dei nostri tempi, la nuova traduzione lascia in originale i nomi di personaggi, di istituzioni e i toponimi, e utilizza termini stranieri ormai ampiamente diffusi in italiano. Soprattutto, introduce un radicale e importante cambiamento nel modo di parlare degli schiavi, che, nelle traduzioni italiane precedenti, sia del romanzo sia del film, sfiorava il grottesco. In questo modo, i lettori di oggi potranno godere appieno di ogni sfumatura di un romanzo leggendario che dalla sua pubblicazione non ha mai smesso di appassionare e conquistare nuove generazioni.


Quando si parla di classici, che piacciano o meno, credo che il metro di giudizio supremo risieda proprio nel tempo che questi riescono ad attraversare.
E così come, ancora oggi, intere generazioni di ragazze crescono leggendo i romanzi di Jane Austen, della Alcott o delle sorelle Brönte, allo stesso modo, a quasi 86 anni di distanza, Via col vento è compagno, prima o poi, di noi lettori.

Un film di grande successo che, contravvenendo alla regola non scritta del "prima il libro, poi il film", quasi tutti abbiamo visto almeno una volta, Via col vento è una storia che nelle sue 1200 pagine racchiude una narrazione unica e dei personaggi indimenticabili!
Scarlet O'Hara, sopra tutto e tutti, spicca, incontrastato fulcro di questo romanzo, sole attorno al quale tutto ruota.
Scarlet è una ragazza viziata, egoista opportunista, spietata, ma anche caparbia, determinata e risoluta.
Il suo personaggio, che già conquista nella trasposizione cinematografica, scaturisce dalla penna della Mitchell come qualcosa di unico e irripetibile nel panorama letterario mondiale: nessun'altra è stata e, forse, mai sarà ciò che Scarlet O'Hara riesce a essere per il lettore che la incontra tra le pagine di questo libro!
La sua evoluzione, il suo percorso all'interno del romanzo, sono l'esempio lampante di quanto una donna, seppur in un'epoca che ci voleva fragili, silenziose, sottomesse e facili alle lacrime e agli svenimenti, sia riuscita a non soccombere mai agli ostacoli che la vita le ha posto davanti.
Scarlet è il più grande esempio di forza e femminismo che la letteratura possa proporre ancora oggi.

A farle da contraltare l'amabile quanto fragile Melanie, che se inizialmente ci appare come una bambina bisognosa di cure e protezione, si rivelerà, invece, una donna forte e tenace tanto da apparire essa stessa come la vera forza della vita di Scarlet che, nel momento in cui la perderà per sempre, si renderà conto di aver perduto un punto fermo e insostituibile della sua esistenza.

E poi ci sono gli uomini, quegli uomini che si esaltano per lo scoppio della guerra, che quasi festeggiano all'idea di andare a morire sotto i colpi del fuoco nemico.
Uomini che nulla capiscono delle donne che hanno accanto, della loro forza, di come, durante la loro assenza, queste abbiano portato avanti le famiglie, il lavoro, le case.
Su tutti, come sappiamo, spiccano Ashley e Reth, due poli diametralmente opposti: sognatore e fragile il primo quanto tenace e duro appare il secondo.
Entrambi ameranno Scarlet, entrambi saranno da lei in qualche modo riamati. Ma se Ashley sarà un amore sognato, idealizzato, fanciullesco e mai concretizzato, Reth porterà nella sua vita la passione, la lotta, lo scontro di cui una donna come lei, anche se inconsapevolmente, ha bisogno.

Probabilmente aiutato dalla nuova traduzione a cura di Annamaria Biavasco e Valentina Guani, Via col vento è un romanzo che appare quanto mai moderno e attuale e scivola sotto gli occhi del lettore, lasciandosi divorare pagina dopo pagina, accompagnandolo fino a quell'ultima riga che tutti conosciamo a memoria e che ha fatto di Scarlet O'Hara un'icona e un simbolo di rinascita.

Perché leggere questo libro? Perché avete piacere di farlo, perché, checché se ne dica, non esistono libri che vadano letti perché altrimenti non si è veri lettori.
Non si tratta di una lettura semplice: la mole, il percorso storico e i personaggi richiedono attenzione e dedizione. Non è neanche una lettura leggera nel senso fisico del termine: in qualunque edizione voi lo acquistiate (o abbiate acquistato), si tratta comunque di un volume corposo, non facile da portare in giro o da leggere se non si è comodamente seduti e con un piano di appoggio che ci aiuti a non rimanere schiacciati sotto il suo peso.
Ma è un libro che, una volta iniziato, non sarà semplice mettere giù!

Dimenticate il film, che pur rimanendo fedele nella costruzione dei personaggi (caratterialmente almeno, perché sulle età proprio non ci siamo!), per quelle che saranno state sicuramente scelte di produzione, elimina una grossa parte del romanzo e ne modifica tante altre. Tuffatevi, invece, tra queste pagine per scoprire una storia unica e intramontabile, ma fatelo solo se siete pronti ad affrontare una ragazza che basa la sua vita su un unico motto: ci penserò domani.

Scarlet è un personaggio che non ha vie di mezzo: la amerete follemente solo se sarete in grado di cogliere tutte le sue più piccole sfumature, ma la sua crescita non passerà inosservata neanche allo sguardo del lettore più diffidente, quel lettore che, probabilmente, si innamorerà della mite Melly!


2 comments:

  1. Hai colto in pieno quello che penso di Melania, che può sembrare debole e anche conformista, invece è forte, determinata e tenace. Senza fare spoiler pesanti, il modo in cui interagisce con Belle Watling è paradigmatico.

    RispondiElimina
  2. Lo avevo iniziato, nella nuova traduzione. Ma non era il suo momento. Non perché non mi stesse piacendo, anzi! Semplicemente non ero abbastanza concentrata per coglierne tutte le sfumature. Quindi ho rimandato la lettura. Ma da quel poco che avevo letto, 250 pagine più o meno a fronte delle 1200, è chiaro che il lettore si trova tra le mani un capolavoro.

    RispondiElimina

INFO PRIVACY

AVVISO: TUTTI I COMMENTI ANONIMI VERRANNO CANCELLATI. Se volete contestare o insultare, abbiate il coraggio di firmarvi!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^

 

Social


Seguimi su FacebookSeguimi su InstagramSeguimi su InstagramShop Amazon

Sul mio comodino

Comodino Libridinoso


goodreads.com

©La Libridinosa 2013. Powered by Blogger.

Visualizzazioni totali

Archivio blog

GoodReads Challenge

2022 Reading Challenge

2022 Reading Challenge
La Libridinosa has read 0 books toward her goal of 60 books.
hide