Passa ai contenuti principali

Recensione 'Il profilo dell'altra' di Irene Graziosi - Edizioni e/o

 

IL PROFILO DELL'ALTRA || Irene Graziosi || Edizioni e/o || 28 aprile 2022 || 233 pagine

Acquista qui


Gloria e Maia non potrebbero essere più diverse. La prima è un'influencer di appena diciotto anni che, a una prima occhiata, dalla vita ha avuto tutto quello che si può desiderare: successo, adorazione, soldi. La seconda, dopo la scomparsa della sorella minore, ha abbandonato gli studi, fa la barista ed è invischiata in una relazione disfunzionale. Spinta da una confusa ricerca di senso e indipendenza, Maia inizia a lavorare per Gloria e a esplorare le pieghe del mercato degli influencer, dove nulla è ciò che sembra. Maia e Gloria instaurano un rapporto intenso e complicato, che rende possibile a entrambe guardarsi con occhi nuovi: Maia esplora il senso di colpa e il significato del trauma, Gloria si scontra con ciò che ha sempre pensato di volere, e con la costruzione identitaria che le è stata negata nel momento in cui è diventata famosa. Amandosi sempre più intensamente, le due però non riconosceranno più cosa è dell'una e cosa dell'altra.

Ho terminato la lettura di questo libro da ormai due settimane. Solitamente, quando finisco un romanzo, mi prendo un giorno di tempo per lasciarlo sedimentare, riguardare gli appunti presi durante la lettura, elaborare bene le sensazioni provate e poi scriverne la recensione. 
Nel caso di questo libro, invece, ho avuto un blocco totale; sono arrivata all’ultima pagina e mi sono chiesta: “Cosa ho letto? Ma soprattutto, cosa scrivere a riguardo?”. 

Partiamo dal primo punto: cosa ho letto (e cosa mi aspettavo di leggere)? Immaginavo, dalla trama, di trovarmi alle prese con una storia che mi raccontasse l’altro lato di Instagram, quello fatto di influencer da centinaia di migliaia follower (e di euro sul conto in banca!). 
Quello con cui ho avuto a che fare, invece, è stata la storia di Maia, una venticinquenne vuota. Sì, vuota è l’unica parola che mi viene in mente pensando a questa ragazza che, dopo la morte della sorella, si è chiusa in sé stessa. 
Sembro insensibile, lo so, ma la spiegazione è più semplice del previsto: Maia e la sorella non sono mai andate d’accordo e non hanno mai avuto un vero rapporto, pertanto, la morte dell’una è soltanto una scusa che l’altra usa per giustificare la sua vacuità. 
Maia lascia gli studi, trascorre le giornate nell’appartamento milanese nel quale convive con Filippo, il suo compagno, un uomo col doppio dei suoi anni che la tratta come se fosse una bambina fastidiosa. 
Due sere a settimana Maia lavora in una birreria, per il resto del tempo guarda la tv mangiando caramelle gommose che poi rigurgita. 
Buona parte di questo romanzo è incentrato sulla poca personalità e sulla fisicità androgina di Maia, due cose che nulla aggiungono a una storia che già di per sé ha poco da raccontare

Capitolo Gloria. L’altra protagonista di questa storia è una ragazzina di circa 16 anni, influencer, bellissima, bravissima, ricchissima (aggiungete degli issima a caso e avrete ottenuto il prototipo!). 
Gloria ha bisogno di una non ben definita figura professionale che la affianchi ed ecco che qui entra in gioco Maia, che diventa, appunto, questa non ben definita qualcosa. 
Soprassediamo su quanto faccia ridere che una persona senza alcuna qualifica o esperienza venga assunta per ricoprire un ruolo (sempre non ben definito), presentando, per altro, un curriculum falso; e soprassediamo pure sul fatto che nessuno dell’entourage di Gloria si prenda la briga di controllare minimamente il suddetto curriculum. 
Cosa fa Maia per Gloria? La porta in giro, fa delle foto con lei, la ascolta, le ruba delle cose, parla male di lei con le colleghe di lavoro della birreria per poi idolatrarla in segreto. 

Il problema centrale e più grande di questo romanzo è che abbiamo a che fare con una storia senza alcun senso logico, con una trama totalmente destrutturata e due protagoniste che farebbero a pugni persino nel miglior romanzo del secolo, figurarsi in uno così nonsense! 

Gloria e Maia non rappresentato alcuno stereotipo, non hanno senso come individualità né tantomeno in coppia. Non funzionano, ecco tutto! 
Così come non funziona questa storia, benché, a detta di fior fior di bookstagrammer, questo sia il capolavoro dell’anno, un libro imperdibile, unico, che ci trasporta in una realtà a tutti conosciuta ma della quale si vede solo il lato dorato. 
No, mi spiace, questo libro ci trasporta solo in una sequela di episodi insulsi e noiosi, nei quali le due protagoniste si muovono tra scatti di fotografi, begli abiti, trucco perfetto, ma che nulla ci racconti ciò che è davvero il mondo degli influencer. 
Gloria è una ragazzina che emula la Ferragni (o forse, nella mente dell’autrice si tratta della stessa Ferragni, rivisitata e corretta, non so!). Al di là del successo e della bellezza che la caratterizzano, Gloria è una persona attenta all’ambiente, sempre politicamente corretta, non dice mai una parola fuori posto, non fa battute, non fuma, non beve, rispetta gli altri anche quando non le piacciono. Bello? Sicuramente sì. Credibile? Assolutamente no! 

E Maia? Credo che nelle intenzioni della Graziosi, lei dovesse rappresentare l’altra faccia della medaglia, lo specchio (sporco) di quel mondo scintillate. Spiacente, esperimento fallito. Maia è solo lo specchio sporco di sé stessa: una ragazza che nella vita non ha senso di esistere, figuriamoci all’interno di un romanzo! 

Il finale? Ridicolo è dir poco. La liberazione dell’influencer come emblema di una società che ci vuole sempre iper-connessi! 

E quindi? Se per le mie colleghe questo è stato il libro del 2022, per me rientra sicuramente tra i più insulsi mai letti (mica solo quest’anno!).




Commenti

Post popolari in questo blog

Recensione 'Le madri non dormono mai' di Lorenzo Marone - Einaudi

  LE MADRI NON DORMONO MAI   || Lorenzo Marone || Einaudi || 10 maggio 2022 || 352 pagine Acquista qui Un bambino, sua madre. Due vite fragili tra altre vite fragili: donne e uomini che passano sulla terra troppo leggeri per lasciare traccia. Intorno, a contenerle, un luogo che non dovrebbe esistere, eppure per qualcuno è perfino meglio di casa. Lorenzo Marone scrive uno struggente romanzo corale, un cantico degli ultimi che si interroga, e ci interroga, su cosa significhi davvero essere liberi o prigionieri. Diego ha nove anni ed è un animale senza artigli, troppo buono per il quartiere di Napoli in cui è cresciuto. I suoi coetanei lo hanno sempre preso in giro perché ha i piedi piatti, gli occhiali, la pancia. Ma adesso la cosa non ha più importanza. Sua madre, Miriam, è stata arrestata e mandata assieme a lui in un Icam, un istituto a custodia attenuata per detenute madri. Lì, in modo imprevedibile, il ragazzino acquista sicurezza in sé stesso. Si fa degli amici; trova una sorella n

Recensione IN ANTEPRIMA 'Trust' di Hernan Diaz - Feltrinelli

  TRUST || Hernan Diaz || Feltrinelli || 14 giugno 2022 || 384 pagine  https://amzn.to/3zvjBk7 New York, anni cinquanta. Dopo la pubblicazione di un romanzo mendace e offensivo sulla sua vita, il ricchissimo finanziere Andrew Bevel, diventato milionario dopo alcune speculazioni seguite al crollo in Borsa del ’29, assume la giovane Ida Partenza, figlia di un anarchico italiano, perché lo aiuti a scrivere un’autobiografia in grado di raccontare finalmente la verità sui suoi successi e sulla sua defunta moglie, Mildred. Ida intuisce presto che nemmeno dalla sua penna, strettamente controllata dal committente, uscirà il ritratto fedele di una donna complessa la cui reale personalità continua a sfuggirle, e la morte improvvisa di Bevel la costringe infine a lasciare incompleto il lavoro. Soltanto trent’anni dopo ha la possibilità di accedere agli archivi della Fondazione Bevel, dove trova finalmente il diario di Mildred, prezioso tassello mancante all’enigma che ha lasciato nella sua vita u

Recensione IN ANTEPRIMA 'Tutto il blu del cielo' di Mélissa Da Costa - Rizzoli

TUTTO IL BLU DEL CIELO || Mélissa Da Costa || Rizzoli || 29 marzo 2022 || 624 pagine Acquista qui Cercasi compagno/a di viaggio per un’ultima avventura: sono le prime parole dell’annuncio che Émile pubblica online un giorno di fine giugno. Ha deciso di fare ciò che ancora non ha mai fatto, che ha sempre rimandato, perché nella vita va così. Partire per un viaggio on the road, setacciare paesaggi vicini eppure mai esplorati, affondare occhi e naso là dove non c’è altro che natura e silenzio, senza data di ritorno. Ha solo ventisei anni e una forma di Alzheimer precoce e inesorabile, per questo vuole vivere in completa libertà, lontano da chiunque lo conosca, fintanto che il suo corpo glielo concederà. Non si aspetta che qualcuno davvero risponda al suo appello, ma sbaglia. Qualche giorno dopo in una stazione di servizio, pronta a partire, protetta da un informe abito nero, con un cappello a tesa larga, sandali dorati ai piedi e zaino rosso in spalla, c’è Joanne. E così, su un piccolo ca

Recensione 'La cameriera' di Nita Prose - La nave di Teseo

  LA CAMERIERA   || Nita Prose || La nave di Teseo || 7 aprile 2022 || 448 pagine Acquista qui Molly Gray non è come tutti gli altri. Fatica a intrattenere rapporti sociali e interpreta a modo suo le intenzioni di chi le è vicino. La nonna, che l’aveva cresciuta, rielaborava il mondo per lei, codificandolo in semplici regole secondo le quali Molly poteva vivere, ma da quando la nonna è morta, la venticinquenne Molly ha dovuto affrontare da sola le complessità della vita. Lanciandosi con ancor più passione nel suo lavoro di cameriera d’albergo. Il carattere riservato, il suo amore ossessivo per la pulizia e l’ordine, la rendono una cameriera eccezionale. Si diverte a indossare la sua uniforme impeccabile ogni mattina, a rifornire il suo carrello di saponi e bottiglie in miniatura e a riportare le camere degli ospiti del lussuoso Regency Grand Hotel a uno stato di perfezione. Ma la vita ordinata di Molly viene sconvolta quando entrando nella suite del milionario Charles Black lo trova mo

Il Giveaway per Babbani e Creature Magiche - Terza tappa

Buongiorno!!! Siete pronti? Siete caldi (oddio, che sembro Madonna?!)? Oggi inizia la terza tappa del giveaway per Babbani e Creature Magiche nato dalla collaborazione con  La biblioteca di Eliza   e le Due Lettrici quasi Perfette . Avete fatto in tempo a rispondere alle domande della seconda tappa? Vi sono sembrate facili? Pensate di aver indovinato tutto? Vediamo un po'... DOMANDA 1. Questa è l'immagine completa da cui era stato tratto il particolare dell'illustrazione... Mrs Norris, la gatta del custode, pendeva appesa per la coda dal braccio della torcia. Era rigida come uno stoccafisso e gli occhi spalancati fissavano il vuoto (capitolo 8). DOMANDA 2. Cos'è un Rivelatore? Oggetto che somiglia ad una gomma da cancellare di colore rosso acceso, usata da Hermione sul diario di Tom Riddle (capitolo 13). DOMANDA 3.  A cosa servono Mosche Crisopa, sanguisughe, erba fondente, centinodia, polvere di corno Bicorno, pelle tritata di Girilacco? Sono g