Passa ai contenuti principali

Recensione 'Qualcosa di vero' di Barbara Fiorio–Feltrinelli

qualcosa di veroSINOSSI

A rincasare ubriachi nel cuore della notte si rischia di inciampare in qualsiasi cosa: un gradino, i lacci delle scarpe, uno stuoino fuori posto. Ma se ti chiami Giulia, sei una pubblicitaria di successo e per te l’infanzia è solo una nicchia di mercato, puoi anche inciampare in una camicia da notte con una bambina dentro: Rebecca, la figlia della nuova vicina. Allora, tra i fumi dell’alcol, puoi persino decidere di ospitarla per una notte sul tuo divano. Salvo poi rimanere invischiata in sessioni di fiabe da raccontarle ogni volta che la madre, misteriosamente, non c’è. Da Cenerentola a Pollicino, da Raperonzolo alla Sirenetta, purché siano sempre le versioni originali: quelle di Perrault, dei Grimm e di Andersen, dove i ranocchi si trasformano in principi soltanto se li lanci contro un muro, e non sono certo i baci a risvegliare le più belle del reame. Se invece ti chiami Rebecca e sei arrivata da poco in città, puoi provare a conquistare i compagni di classe con le “fiabe vere”. Salvo poi imbatterti nelle temibili bimbe della Gilda del cerchietto, pronte a screditarti con le versioni edulcorate della Disney.
E forse, nonostante i tuoi nove anni, cercherai di far capire a Giulia, la tua amica del pianerottolo, che, anche se i principi azzurri nella realtà non esistono, l’uomo giusto a volte è più vicino di quanto si pensi. Ciò che ancora non sai è che la verità costa cara. E non solo perché certe cose è meglio non raccontarle, specie quando ci sono di mezzo i segreti degli adulti. Ma anche perché in ogni storia, persino in quelle più divertenti, si nasconde un mostro. E per sconfiggerlo le parole non bastano.
Per sconfiggerlo ci vuole qualcosa di vero.

TITOLO: Qualcosa di vero
AUTORE 
Barbara Fiorio
EDITORE Feltrinelli
DATA DI PUBBLICAZIONE: 8 aprile 2015
PAGINE: 256
ISBN: 9788807031359

TRAMA 9
PERSONAGGI 9
STILE 9
INCIPIT 9
FINALE 10
COPERTINA 10


Perfezione Libridinosa

1748Letto in 2 giorni



<<Leggi il fungone... leggi il fungone... leggi il fungone...>>. Questo simpatico mantra accompagna le giornate di noi LGS da quando, circa un mese fa, Dany ha letto Qualcosa di vero di Barbara Fiorio (ecco, Barbara, detto tra noi, bellissimo titolo, ma sappi che, per le LGS, questo libro è diventato Il fungone. Scusaci, se puoi!).
Dany è una ragazza simpatica, a volte dolce, disponibile, è la parte social delle LGS, ma... ma sa anche essere asfissiante come poche!
Quindi, questo benedetto fungone è arrivato nelle librerie di tutte (mio figlio, decenne, me ne ha fatto omaggio per il compleanno, probabilmente indotto telepaticamente da lei!). Ed eccomi qui! Preso il fungone, aperto il fungone, divorato il fungone. Piango.
Piango perché mi sento orfana dei personaggi, piango perché il finale, a fronte di una storia dolce e lieve, è davvero un pugno nello stomaco; uno di qui pugni che ti arrivano all’improvviso, che non fai in tempo ad irrigidire i muscoli e che puoi solo incassare e andare avanti.

L’autrice, con tanta ironia, ci presenta Giulia, famosa pubblicitaria che, una sera, rientrando a casa leggermente brilla, inciampa su Rebecca, novenne e saggia come pochi adulti sanno essere!
È così che prende il via un legame bello e forte che, di favola in favola, legherà le due.
Sì, perché è proprio questo che farà Giulia: si trasformerà nella Signora della Buonanotte e, sera dopo sera, racconterà a Rebecca una fiaba. 
Ma fiabe vere, di quelle dove le principesse non vengono risvegliate dai baci, di quelle in cui i prìncipi sono stupidi ometti con leggins azzurri che si innamorano di ragazze con un alto tasso di stupidità; fiabe in cui non sempre si arriva ad un “e vissero felici e contenti”.Perché Giulia odia la censura! E, ammettiamolo, la vita è ben diversa da quella che ci raccontavano da bambine: se perdiamo una scarpa per strada, il massimo che può succederci è finire a Paperissima!

Barbara Fiorio riesce a raccontarci una storia di tutti i giorni con grande sagacia, con tanta ironia, ma anche con la compostezza di chi affronta argomenti delicati.
Ecco, in questo libro è racchiuso un po’ di tutto: c’è tenerezza, ironia, amore, simpatia. Ci sono lacrime, dolore e paura. C’è amicizia e solidarietà. C’è tanta tanta amicizia in questo libro: l’amicizia forte e consolidata tra Giulia e Lorenzo, la sua spalla nel lavoro e nella vita; quella solidale tra Rebecca e Daniele, gli emarginati della classe; l’amicizia strana tra Giulia ed Anna, la mamma di Rebecca. E poi c’è Leone, che... no, questo dovrete scoprirlo voi!

A questo punto, non posso che ringraziare Dany per avermi consigliato imposto questo libro. E, ovviamente, mi aggiungo al suo mantra e dico a tutti voi (LGS in testa):

LEGGETE IL FUNGONE!!!

Commenti

  1. Sì, lo faremo eccome. L'Amanita ha già provveduto, da me, e ora manco solo io all'appello! :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Loredanaaaaaa, leggi il fungone...leggi il fungone...leggi il fungone...

      Elimina
    2. ...sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì sì...:-D :-D

      Elimina
  2. Pronto per essere letto! Complimenti recensione sentita e convincente.

    RispondiElimina
  3. Mammixxxx non riesco a commentare. Comunque fungone comprato, fungone comprato ma se non lo avessi fatto correrei in libreria perché la tua recensione è sublime, complimenti!!! E lo sai che non faccio complimenti a uffa...

    RispondiElimina
  4. Mammixxxx non riesco a commentare. Comunque fungone comprato, fungone comprato ma se non lo avessi fatto correrei in libreria perché la tua recensione è sublime, complimenti!!! E lo sai che non faccio complimenti a uffa...

    RispondiElimina
  5. Mammixxxx non riesco a commentare. Comunque fungone comprato, fungone comprato ma se non lo avessi fatto correrei in libreria perché la tua recensione è sublime, complimenti!!! E lo sai che non faccio complimenti a uffa...

    RispondiElimina
  6. letto il fungone, sì...
    confesso di averlo prenotato prima che uscisse e mi unisco al coro:
    LEGGETE IL FUNGONE!

    RispondiElimina
  7. Evvivaaaaa finalmente hai letto il fungone! Te lo diceva che era strepitoso. Complimenti per la recensione!😘

    RispondiElimina
  8. ...e finalmente ho letto il Fungone!
    Ecco cosa ne penso: http://delfurorediaverlibri.blogspot.it/2015/08/qualcosa-di-vero-le-fiabe-vere.html

    Ne sono entusiasta, a dir poco...

    RispondiElimina

Posta un commento

INFO PRIVACY

AVVISO: TUTTI I COMMENTI ANONIMI VERRANNO CANCELLATI. Se volete contestare o insultare, abbiate il coraggio di firmarvi!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^

Post popolari in questo blog

Recensione 'Le madri non dormono mai' di Lorenzo Marone - Einaudi

  LE MADRI NON DORMONO MAI   || Lorenzo Marone || Einaudi || 10 maggio 2022 || 352 pagine Acquista qui Un bambino, sua madre. Due vite fragili tra altre vite fragili: donne e uomini che passano sulla terra troppo leggeri per lasciare traccia. Intorno, a contenerle, un luogo che non dovrebbe esistere, eppure per qualcuno è perfino meglio di casa. Lorenzo Marone scrive uno struggente romanzo corale, un cantico degli ultimi che si interroga, e ci interroga, su cosa significhi davvero essere liberi o prigionieri. Diego ha nove anni ed è un animale senza artigli, troppo buono per il quartiere di Napoli in cui è cresciuto. I suoi coetanei lo hanno sempre preso in giro perché ha i piedi piatti, gli occhiali, la pancia. Ma adesso la cosa non ha più importanza. Sua madre, Miriam, è stata arrestata e mandata assieme a lui in un Icam, un istituto a custodia attenuata per detenute madri. Lì, in modo imprevedibile, il ragazzino acquista sicurezza in sé stesso. Si fa degli amici; trova una sorella n

Recensione IN ANTEPRIMA 'Trust' di Hernan Diaz - Feltrinelli

  TRUST || Hernan Diaz || Feltrinelli || 14 giugno 2022 || 384 pagine  https://amzn.to/3zvjBk7 New York, anni cinquanta. Dopo la pubblicazione di un romanzo mendace e offensivo sulla sua vita, il ricchissimo finanziere Andrew Bevel, diventato milionario dopo alcune speculazioni seguite al crollo in Borsa del ’29, assume la giovane Ida Partenza, figlia di un anarchico italiano, perché lo aiuti a scrivere un’autobiografia in grado di raccontare finalmente la verità sui suoi successi e sulla sua defunta moglie, Mildred. Ida intuisce presto che nemmeno dalla sua penna, strettamente controllata dal committente, uscirà il ritratto fedele di una donna complessa la cui reale personalità continua a sfuggirle, e la morte improvvisa di Bevel la costringe infine a lasciare incompleto il lavoro. Soltanto trent’anni dopo ha la possibilità di accedere agli archivi della Fondazione Bevel, dove trova finalmente il diario di Mildred, prezioso tassello mancante all’enigma che ha lasciato nella sua vita u

Recensione IN ANTEPRIMA 'Tutto il blu del cielo' di Mélissa Da Costa - Rizzoli

TUTTO IL BLU DEL CIELO || Mélissa Da Costa || Rizzoli || 29 marzo 2022 || 624 pagine Acquista qui Cercasi compagno/a di viaggio per un’ultima avventura: sono le prime parole dell’annuncio che Émile pubblica online un giorno di fine giugno. Ha deciso di fare ciò che ancora non ha mai fatto, che ha sempre rimandato, perché nella vita va così. Partire per un viaggio on the road, setacciare paesaggi vicini eppure mai esplorati, affondare occhi e naso là dove non c’è altro che natura e silenzio, senza data di ritorno. Ha solo ventisei anni e una forma di Alzheimer precoce e inesorabile, per questo vuole vivere in completa libertà, lontano da chiunque lo conosca, fintanto che il suo corpo glielo concederà. Non si aspetta che qualcuno davvero risponda al suo appello, ma sbaglia. Qualche giorno dopo in una stazione di servizio, pronta a partire, protetta da un informe abito nero, con un cappello a tesa larga, sandali dorati ai piedi e zaino rosso in spalla, c’è Joanne. E così, su un piccolo ca

Recensione 'La cameriera' di Nita Prose - La nave di Teseo

  LA CAMERIERA   || Nita Prose || La nave di Teseo || 7 aprile 2022 || 448 pagine Acquista qui Molly Gray non è come tutti gli altri. Fatica a intrattenere rapporti sociali e interpreta a modo suo le intenzioni di chi le è vicino. La nonna, che l’aveva cresciuta, rielaborava il mondo per lei, codificandolo in semplici regole secondo le quali Molly poteva vivere, ma da quando la nonna è morta, la venticinquenne Molly ha dovuto affrontare da sola le complessità della vita. Lanciandosi con ancor più passione nel suo lavoro di cameriera d’albergo. Il carattere riservato, il suo amore ossessivo per la pulizia e l’ordine, la rendono una cameriera eccezionale. Si diverte a indossare la sua uniforme impeccabile ogni mattina, a rifornire il suo carrello di saponi e bottiglie in miniatura e a riportare le camere degli ospiti del lussuoso Regency Grand Hotel a uno stato di perfezione. Ma la vita ordinata di Molly viene sconvolta quando entrando nella suite del milionario Charles Black lo trova mo

Recensione 'I giudizi sospesi' di Silvia Dai Pra' - Mondadori

  I GIUDIZI SOSPESI || Silvia Dai Pra' || Mondadori || 5 aprile 2022 || 492 pagine Acquista qui I Giovannetti sono una famiglia felice. O forse lo sembrano soltanto? Si sa, a volte l'apparente felicità è direttamente proporzionale alla quantità di polvere accumulata sotto il tappeto. Il padre Mauro insegna storia e filosofia: brillante e bello come un attore, è la leggenda del liceo locale. La madre Angela è professoressa di arte alle medie, ama il suo lavoro, ma ancora di più i figli e il marito. Perla è una fuoriclasse, bravissima a scuola, responsabile: matura, da sempre; Felix è il fratello minore, affettuoso e intelligente, un po' imbranato, da sempre offuscato dalla luce accecante della sorella. Tutti si aspettano grandi cose da Perla. Ma da quando si è fidanzata con un certo James, un ragazzo più grande su cui circolano brutte voci – un violento, un bugiardo – è cambiata: insofferente, sarcastica, nulla le interessa più. Potrebbe essere una semplice crisi adolescenzi