Recensione 'Brava ragazza cattiva ragazza' di Michael Robotham


BRAVA RAGAZZA CATTIVA RAGAZZA・Michael Robotham・Fazi・7 aprile 2022・451 pagine



Michael Robotham, autore bestseller di fama internazionale, torna nelle librerie italiane con il primo capitolo di una nuova, travolgente serie con cui si conferma un maestro indiscusso del thriller psicologico.
Da bambina, la misteriosa Evie Cormac è stata protagonista di un truce caso di cronaca: la polizia l’ha trovata nascosta in una stanza segreta dove, proprio sotto ai suoi occhi, si è consumato un terribile delitto. Da quel giorno sono trascorsi anni, durante i quali si è sempre rifiutata di svelare la propria identità: non si sa quale sia il suo vero nome, la sua età, da dove provenga. Oggi vive in un istituto e rivendica l’indipendenza. Lo psicologo forense Cyrus Haven è chiamato a determinare se Evie sia pronta per vivere da sola nel mondo. Ma questa ragazza è diversa da tutte quelle che ha incontrato: affascinante e pericolosa, fragile e astuta, a Evie non sfugge mai quando qualcuno sta mentendo. E nessuno intorno a lei dice la verità. Nel frattempo, Cyrus viene chiamato a indagare sullo scioccante omicidio di una campionessa di pattinaggio sul ghiaccio, la quindicenne Jodie Sheehan. Bella e popolare, Jodie è ritratta da tutti come la ragazza della porta accanto, ma durante le indagini comincia a emergere, un tassello alla volta, un’inquietante vita segreta. Cyrus è intrappolato tra i due casi: una ragazza che ha bisogno di essere salvata e un’altra che ha bisogno di giustizia. Quale sarà il prezzo da pagare per la verità?

Sono varie le ipotesi che ho formulato durante la lettura di questo libro per giustificare il mio disamore verso di lui.
Potrei non essere più una lettrice di thriller; capita, no? Si è amato talmente tanto un genere letterario da averne divorato ogni pubblicazione e, a un certo punto, si alza troppo l'asticella oppure si è proprio saturi!
Un altro motivo potrebbero essere i personaggi creati da Robotham: piatti, incolore, a tratti noiosi, ma anche già visti in decine di libri.
Per ultimo c'è proprio che io mi aspettavo uno di quei thriller mozzafiato, di quelli che si divorano, che non ci fanno dormire la notte grazie a un mix tra la voglia di continuare a leggere e la paura che incutono.
Ecco, "Brava ragazza cattiva ragazza", primo romanzo di una dilogia, non è quel tipo di libro.

La sensazione che ho provato durante la lettura è stata quella di avere a che fare con una storia che rimaneggia senza alcuna fantasia altri romanzi di questo genere.
La trama si concentra su due misteri non collegati tra loro: uno riguarda l'identità e il passato di Evie Cormac, l'altro il caso a cui sta lavorando lo psicologo forense Cyrus Haven, unico legame tra le due situazioni.
Evie, conosciuta come Faccia d'Angelo, è stata ritrovata, anni prima, nascosta in una stanza segreta di una casa nella quale fu commesso un efferato delitto. La ragazza vive in un istituto e rivendica la sua libertà; di lei non si conosce nulla, nessuno è mai riuscito a risalire alla sua vera identità.
Evie risulta "alienata" dalla società: incapace di agire secondo le norme sociali, sfacciata, a tratti violenta, insicura e incline al disgusto di sé.
Tutto questo la fa risultare quasi una caricatura della classica adolescente problematica, rendendola indigesta al lettore.

Neanche Cyrus e il suo truce segreto (che fantasia, eh?!) riescono a far breccia nel cuore di chi legge. Nonostante la differenza di età con Evie, spesso le loro "voci" risultano quasi identiche; entrambi impegnati in un braccio di ferro tra ragazzini, con la differenza che lui è un adulto fatto e finito!
Banalissima la svolta nel rapporto tra i due (che non vi svelo per evitarvi spoiler), che io avevo intuito già dal loro secondo incontro.

Attorno a questi due personaggi, una serie di comparse dove i giovani risultano tutti problematici, gli uomini misogini e privi di autocontrollo e le donne promiscue o aggressive. Alla faccia della generalizzazione!

Anche il caso di omicidio che occupa una parte del romanzo e che vede vittima una quindicenne campionessa di pattinaggio è trattato in modo noioso, con Cyrus che va e viene da una casa all'altra come uno psicologo alle prime armi che cerca di carpire informazioni dalle famiglie.

Nell'insieme si tratta di un romanzo dozzinale, con una scrittura piatta, personaggi eccessivamente stereotipati e con una trama lentissima che pare spiccare il volo solo verso la fine, quando, per necessità, deve coinvolgere il lettore e convincerlo ad acquistare il secondo romanzo.
Spiacente, io mi fermo qui!



 



0 comments:

Posta un commento

INFO PRIVACY

AVVISO: TUTTI I COMMENTI ANONIMI VERRANNO CANCELLATI. Se volete contestare o insultare, abbiate il coraggio di firmarvi!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^

 

Social


Condividi su FacebookCondividi su InstagramCondividi su InstagramShop Amazon

Sul mio comodino

Comodino Libridinoso


goodreads.com

©La Libridinosa 2013. Powered by Blogger.

Visualizzazioni totali

Archivio blog

GoodReads Challenge

2022 Reading Challenge

2022 Reading Challenge
La Libridinosa has read 0 books toward her goal of 60 books.
hide