Recensione "Tutto quello che so sull'amore" di Dolly Alderton - Rizzoli

 


TUTTO QUELLO CHE SO SULL'AMORE
Dolly Alderton
Rizzoli
348 pagine
4 maggio 2021


Diventare grandi è il viaggio della vita, ma quello di Dolly Alderton è stato un giro vorticoso sulle montagne russe. Stazione di partenza: uno squallido sobborgo inglese nei primi anni del nuovo millennio. Dolly è un’adolescente che passa le giornate su Messenger, smaterializzata in un universo parallelo di relazioni simulate, a fantasticare su ragazzi, feste e, soprattutto, fughe insieme alla sua migliore amica Farly. Il primo, elettrizzante passo verso la libertà arriva con l’inizio dell’università e il trasferimento a Exeter, in quelli che saranno anni all’insegna dell’anticonformismo, tra sbronze micidiali, avventure di una notte e incontri destinati a durare. Poi, inseguendo il sogno di diventare giornalista, approderà nel cuore di Londra, città che rivoluzionerà il suo modo di vedere le cose. In questo libro – che ha reso l’autrice una delle voci cult per i millennial – Dolly Alderton ci guida nell’incredibile e spassosa avventura che è la strada accidentata verso l’età adulta e tutte le forme dell’amore.


Io e Dolly Alderton siamo partite al rovescio: l'ho scoperta col suo ultimo romanzo, Avete presente l'amore?, e sto andando a ritroso. Questo memoir è, infatti, la sua prima pubblicazione e, a lettura ultimata, posso dire di essere ben felice di non essere partita da questo libro, altrimenti non avrei mai più letto nulla di suo.

Alderton ci racconta la sua vita, partendo da quell'adolescenza anni Novanta quasi totalmente trascorsa su Messenger, chattando con qualunque essere umano la degnasse di una minima attenzione.
Il quadro che ne ricaviamo è quello di una ragazza insicura: alta, formosa, costantemente a disagio con sé stessa e con gli altri, Dolly trova rifugio nell'alcool, nel sesso e in un numero risicato di amiche, tra le quali spicca Farly, al suo fianco sin dall'infanzia.

Cresciute entrambe nell'estrema periferia londinese, trascorreranno la vita spalleggiandosi e sognando quella fuga verso la città che le renderebbe, secondo loro, indipendenti e di classe!
Ma come sempre i sogni non corrispondono mai alla realtà e, nonostante il trasferimento avvenga davvero grazie agli studi universitari, le loro vite, e soprattutto quella di Dolly, non saranno così diverse da quelle di quando erano delle adolescenti di periferia.

Alderton costruisce un racconto ripetitivo e noioso, nel quale la vediamo passare da un letto all'altro in una sequela di storie da una botta e via, condite da droghe di vario tipo e puntualmente annaffiate da fumi di alcool.
A intervallare questa sorta di fiction degna di wattpad, qualche pensiero introspettivo sul senso della vita, delle ricette (assolutamente inutili per noi italiani cultori della buona cucina!) e delle liste su ciò che l'autrice ha imparato durante gli anni della sua vita da adolescente e giovane adulta. Spoiler: niente!

Quello che ne viene fuori è il ritratto di una persona odiosa, antipatica, egoista ed egocentrica; qualcuno convinto che il mondo giri attorno a lei e che, non appena le cose non vanno come lei le aveva programmate, va fuori di testa.
Emblematica, in questo senso, è la nascita del rapporto tra Farly e un ragazzo: una storia che nasce proprio per mano di Dolly e che, appuntamento dopo appuntamento, diventa qualcosa di serio, tanto da portare Farly stessa a scegliere di andare a convivere col prescelto.
Dolly darà fuori di matto, cercando in tutti i modi di ostacolarla, mettendo il muso come fossero due bambine che hanno litigato per una bambola, trattando lui con sufficienza.

Non c'è, per altro, un'evoluzione nella storia dell'autrice che, dalla prima all'ultima riga rimane esattamente fedele a sé stessa e alla sua immaturità.
Non c'è una crescita, non una morale in questa storia che ha anche lo svantaggio di non essere nemmeno tanto breve!


La Libridinosa

Cosa fai nella vita? Leggo!

Nessun commento:

Posta un commento

INFO PRIVACY

AVVISO: TUTTI I COMMENTI ANONIMI VERRANNO CANCELLATI. Se volete contestare o insultare, abbiate il coraggio di firmarvi!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^