Passa ai contenuti principali

Recensione 'Sempre d'amore si tratta' di Susanna Casciani - Mondadori


Titolo: Sempre d'amore si tratta || Autore: Susanna Casciani || Editore: Mondadori
Data di pubblicazione: 3 aprile 2018 || Pagine: 163

"Bisogna prendersi cura dei doni come se fossero piccoli fiori selvatici: sbocciano senza il nostro aiuto, ma dobbiamo fare attenzione a non calpestarli, a non maltrattarli." E la piccola Livia di doni ne ha eccome. Come si fa a non accorgersene? Lei è una che quando si muove assomiglia a una nuvola trascinata dal vento, capace di rendere più colorato tutto quello che tocca. È timidissima, parla poco, però sorride a tutti. E poi ama scrivere, perché farlo la fa sentire diversa, nel senso di speciale, come se nelle sue vene al posto del sangue scorressero le parole. È un cuore puro il suo, e fragile, e per questo avrebbe bisogno di essere accudito e protetto. Però si sa, le stelle, le stesse alle quali Livia bambina si rivolge sommessamente tutte le sere, seduta sul terrazzo di casa, molto spesso si fanno gli affari loro e non sempre hanno voglia di guardare giù, di ascoltarci. Infatti, a un certo punto, nella vita di Livia accade qualcosa che le inceppa il cuore. Coll'aggravarsi della depressione della madre, tutto per lei diventa faticoso, difficile. Ragazzina sognatrice e poi giovane donna, Livia cerca comunque di spiccare il volo ma, quasi fosse una farfalla con un'ala di seta e una di piombo, non fa che sbattere da tutte le parti rovinando puntualmente al suolo. Così, caduta dopo caduta, sfinita da un amore - quello per la mamma malata - che si ciba della parte migliore di lei, inizia a non fare più caso alle piccole magie che accadono ogni giorno e finisce per rassegnarsi a lasciare andare tutti i suoi sogni. Quel che non sa è che l'amore è più potente di qualsiasi delusione e sa farsi largo anche tra le macerie di una vita che odora di terra bruciata come la sua. Sempre d'amore si tratta racconta la storia di Livia, dall'infanzia all'età adulta. E lo fa attraverso lo sguardo delle tante persone che, in momenti diversi, ne incrociano la strada, anche solo per poche preziose ore. Tante istantanee capaci di tratteggiare con precisione l'esistenza di una singola persona ma al contempo di raccontare anche un po' di tutti noi, di quanto sia difficile accogliere l'amore nella nostra vita, prendercene cura, proteggerlo e quanto sia spesso più facile, piuttosto, fuggirlo, maltrattarlo o convincersi di poterne fare a meno.

Trama: 5 || Personaggi: 5 || Stile: 5




I libri belli sono quelli per cui vai a dormire più tardi e anticipi la sveglia di almeno un'ora. 
I libri belli sono quelli che leggi con una matita in mano e che riempi di segnapagina.
I libri belli, quando fai il mio lavoro, sono quelli a cui hai paura di non riuscire a rendere giustizia. E ti arrovelli, penna in mano e foglio bianco davanti, finché decidi di lasciar andare le parole.

Di Sempre d'amore si tratta, secondo romanzo di Susanna Casciani, colpisce, in primis, la copertina, che fa immaginare, dietro a quel cuore fatto di spilli, una storia pregna di magia!
Poi questo libro lo si apre e si inizia a leggerlo e... FINITO!
Sono trascorse poche ore e lo si è divorato tutto: si è sottolineato, si sono conosciuti Livia, Caterina, Bianca, Lorenzo, Paolo, Edoardo, Camilla, Giacomo... Si è entrati nella loro vita, inizialmente in punta di piedi, poi quasi con irruenza, perché si aveva bisogno di stare lì, con loro.
Si ascoltano le loro parole, si spiano i loro sogni; ad un certo punto ci si sente talmente parte di questa storia da temere di non riuscire ad emergerne più.

Il romanzo di Susanna Casciani ruota attorno a Livia 
Assomigliava a un prato in fiore anche se doveva vedersela ogni giorno con il deserto, con l'odore di terra bruciata e con il silenzio che si portava dentro
Livia che conosceremo bambina e lasceremo adulta, Livia che vedremo ballare e ridere a perdifiato e poi piangere e chiedere perdono.
E attorno a Livia un piccolo mondo fatto di amori, di mani che si afferrando, di sguardi che si perdono, di abbracci che si ritrovano.

In queste 163 pagine troverete un mondo piccolo piccolo che vi farà capire quanto contino le emozioni e le persone che scegliamo di avere accanto
Io avrei voluto dirle che averla accanto mi faceva dimenticare di poter sparire da un momento all'altro, ma poi desistevo: come si spiega l'amore a chi non l'ha mai provato?
 Ma cio che più stupisce di questo libro è il modo in cui una ragazza di poco più di 30 anni sia riuscita a raccontarci una storia intensa e a tratti dolorosa e lo abbia fatto non solo in poche pagine, ma con sensibilità, delicatezza e la giusta dose di leggerezza.

Sempre d'amore si tratta non sfocia mai nel pietismo, piuttosto muove corde del cuore che spesso nascondiamo anche a noi stessi.
E quando una scrittrice riesce a condensare così tante emozioni in una storia senza mai dilungarsi, quando riesce a dare il giusto spazio ad ogni personaggio, quando ti fa arrivare all'ultima pagina del suo romanzo con la voglia di saltare tra le pagine del libro per diventare parte della storia, per rimanere accanto a Livia e alla sua famiglia, allora questa persona ha fatto centro!

E quindi che altro dire se non che Susanna Casciani è una Scrittrice con la S maiuscola?

Commenti

  1. Bella recensione...ma la foto è addirittura spettacolare

    RispondiElimina
  2. oh che recensione intensa. però adesso basta io non posso più comprare libri questo mese è una tragedia. ti prego recensisci solo schifezze così almeno non sarò tentata di mettere mano al portafogli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sto per iniziare il nuovo di de Giovanni, devo dirti altro?

      Elimina
    2. vabbè dai almeno quello lo avevo già comprato anche io :D

      Elimina
  3. Ciao! La tua recensione è molto bella...ma io non sono per niente una fan di Susanna Casciani. C'è qualcosa nello stile, nel modo in cui racconta le cose...non so, per me è stato deludente. Magari cambierò idea, ma al momento non sono molto allettata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiace per te perché ti perdi davvero un bellissimo libro

      Elimina
  4. Comprato! Contenta? Se muoio per mancanza di sonno sarà solo colpa tua
    Bacci

    RispondiElimina
  5. Meravigliosa recensione. Semplice. Diretta e che punge dentro il cuore. Grazie!!!

    RispondiElimina

Posta un commento

INFO PRIVACY

AVVISO: TUTTI I COMMENTI ANONIMI VERRANNO CANCELLATI. Se volete contestare o insultare, abbiate il coraggio di firmarvi!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^

Post popolari in questo blog

Recensione 'Le madri non dormono mai' di Lorenzo Marone - Einaudi

  LE MADRI NON DORMONO MAI   || Lorenzo Marone || Einaudi || 10 maggio 2022 || 352 pagine Acquista qui Un bambino, sua madre. Due vite fragili tra altre vite fragili: donne e uomini che passano sulla terra troppo leggeri per lasciare traccia. Intorno, a contenerle, un luogo che non dovrebbe esistere, eppure per qualcuno è perfino meglio di casa. Lorenzo Marone scrive uno struggente romanzo corale, un cantico degli ultimi che si interroga, e ci interroga, su cosa significhi davvero essere liberi o prigionieri. Diego ha nove anni ed è un animale senza artigli, troppo buono per il quartiere di Napoli in cui è cresciuto. I suoi coetanei lo hanno sempre preso in giro perché ha i piedi piatti, gli occhiali, la pancia. Ma adesso la cosa non ha più importanza. Sua madre, Miriam, è stata arrestata e mandata assieme a lui in un Icam, un istituto a custodia attenuata per detenute madri. Lì, in modo imprevedibile, il ragazzino acquista sicurezza in sé stesso. Si fa degli amici; trova una sorella n

Recensione IN ANTEPRIMA 'Trust' di Hernan Diaz - Feltrinelli

  TRUST || Hernan Diaz || Feltrinelli || 14 giugno 2022 || 384 pagine  https://amzn.to/3zvjBk7 New York, anni cinquanta. Dopo la pubblicazione di un romanzo mendace e offensivo sulla sua vita, il ricchissimo finanziere Andrew Bevel, diventato milionario dopo alcune speculazioni seguite al crollo in Borsa del ’29, assume la giovane Ida Partenza, figlia di un anarchico italiano, perché lo aiuti a scrivere un’autobiografia in grado di raccontare finalmente la verità sui suoi successi e sulla sua defunta moglie, Mildred. Ida intuisce presto che nemmeno dalla sua penna, strettamente controllata dal committente, uscirà il ritratto fedele di una donna complessa la cui reale personalità continua a sfuggirle, e la morte improvvisa di Bevel la costringe infine a lasciare incompleto il lavoro. Soltanto trent’anni dopo ha la possibilità di accedere agli archivi della Fondazione Bevel, dove trova finalmente il diario di Mildred, prezioso tassello mancante all’enigma che ha lasciato nella sua vita u

Recensione IN ANTEPRIMA 'Tutto il blu del cielo' di Mélissa Da Costa - Rizzoli

TUTTO IL BLU DEL CIELO || Mélissa Da Costa || Rizzoli || 29 marzo 2022 || 624 pagine Acquista qui Cercasi compagno/a di viaggio per un’ultima avventura: sono le prime parole dell’annuncio che Émile pubblica online un giorno di fine giugno. Ha deciso di fare ciò che ancora non ha mai fatto, che ha sempre rimandato, perché nella vita va così. Partire per un viaggio on the road, setacciare paesaggi vicini eppure mai esplorati, affondare occhi e naso là dove non c’è altro che natura e silenzio, senza data di ritorno. Ha solo ventisei anni e una forma di Alzheimer precoce e inesorabile, per questo vuole vivere in completa libertà, lontano da chiunque lo conosca, fintanto che il suo corpo glielo concederà. Non si aspetta che qualcuno davvero risponda al suo appello, ma sbaglia. Qualche giorno dopo in una stazione di servizio, pronta a partire, protetta da un informe abito nero, con un cappello a tesa larga, sandali dorati ai piedi e zaino rosso in spalla, c’è Joanne. E così, su un piccolo ca

Recensione 'La cameriera' di Nita Prose - La nave di Teseo

  LA CAMERIERA   || Nita Prose || La nave di Teseo || 7 aprile 2022 || 448 pagine Acquista qui Molly Gray non è come tutti gli altri. Fatica a intrattenere rapporti sociali e interpreta a modo suo le intenzioni di chi le è vicino. La nonna, che l’aveva cresciuta, rielaborava il mondo per lei, codificandolo in semplici regole secondo le quali Molly poteva vivere, ma da quando la nonna è morta, la venticinquenne Molly ha dovuto affrontare da sola le complessità della vita. Lanciandosi con ancor più passione nel suo lavoro di cameriera d’albergo. Il carattere riservato, il suo amore ossessivo per la pulizia e l’ordine, la rendono una cameriera eccezionale. Si diverte a indossare la sua uniforme impeccabile ogni mattina, a rifornire il suo carrello di saponi e bottiglie in miniatura e a riportare le camere degli ospiti del lussuoso Regency Grand Hotel a uno stato di perfezione. Ma la vita ordinata di Molly viene sconvolta quando entrando nella suite del milionario Charles Black lo trova mo

Recensione 'I giudizi sospesi' di Silvia Dai Pra' - Mondadori

  I GIUDIZI SOSPESI || Silvia Dai Pra' || Mondadori || 5 aprile 2022 || 492 pagine Acquista qui I Giovannetti sono una famiglia felice. O forse lo sembrano soltanto? Si sa, a volte l'apparente felicità è direttamente proporzionale alla quantità di polvere accumulata sotto il tappeto. Il padre Mauro insegna storia e filosofia: brillante e bello come un attore, è la leggenda del liceo locale. La madre Angela è professoressa di arte alle medie, ama il suo lavoro, ma ancora di più i figli e il marito. Perla è una fuoriclasse, bravissima a scuola, responsabile: matura, da sempre; Felix è il fratello minore, affettuoso e intelligente, un po' imbranato, da sempre offuscato dalla luce accecante della sorella. Tutti si aspettano grandi cose da Perla. Ma da quando si è fidanzata con un certo James, un ragazzo più grande su cui circolano brutte voci – un violento, un bugiardo – è cambiata: insofferente, sarcastica, nulla le interessa più. Potrebbe essere una semplice crisi adolescenzi