Passa ai contenuti principali

Recensione 'La paura' di Francesca Bertuzzi


SINOSSI
Una serata di bevute in un bar di Torino: solo questo sembrano avere in comune Giud e la ragazza che le sta accanto, agonizzate. Sono legate auna sedia, una di fronte all'altra. Qualcuno le ha stordite, rapite e rinchiuse da qualche parte. Chi lo ha fatto? E perché? Nessuna delle due ha idea di chi si a stato, ma entrambe sanno bene di non avere alcuna speranza di uscire vive da lì. Eppure Giud viene risparmiata e riesce a trovare il modo di scappare. Con un cadavere alle spalle e una promessa da mantenere: recarsi in via Exilles e trovare Emma. Questo l'ha supplicata di fare l'altra ragazza, in punto di morte. Sconvolta, ancora sotto shock e senza nessuno a cui chiedere aiuto, Giud si butta con tutte le energie rimaste in quella disperata ricerca, fino a scoprire ciò che non poteva sospettare: Emma è una bambina di appena cinque anni. Cosa dovrà fare adesso di lei? E soprattutto, chi sta dando la caccia a entrambe, inseguendole come si fa con una preda?
TITOLO: La paura
AUTORE: Francesca Bertuzzi
EDITORE: Newton Compton
DATA DI PUBBLICAZIONE: 6 giugno 2012
PAGINE: 346
CODICE ISBN: 9788854137653
PREZZO: 9.90 €
E-BOOK: 4.99 €
TRAMA 5
STILE 5
PERSONAGGI 5
INCIPIT 5
FINALE 4
COPERTINA 5
VALUTAZIONE COMPLESSIVA
2 stelle


Prendete un terzo di C.S.I. (potete tranquillamente scegliere una delle tre serie, quella che preferite!); aggiungete un pizzico di sentimentalismo alla Grey's Anatomy, due gocce di Karate Kid (togli la cera- metti la cera!) e, infine, uno qualunque dei tanti remake di "Non aprite quella porta". Agitate tutto per bene, versate in un bicchiere e mandate giù. Ecco, a questo punto sarà come aver letto questo libro!
È il primo romanzo che leggo di quest'autrice, quindi confido nel fatto che, col tempo, abbia migliorato il suo stile narrativo, altrimenti sono dolori!
La storia inizia con il rapimento di due ragazze che si sono incontrate in un bar di Torino e hanno bevuto assieme. Uscite dal bar, la prima, Giud (che poi sarebbe Giuditta, ma l'autrice, evidentemente, deve avere una preferenza per i nomi stranieri!) vuole gettarsi nel Po, mentre la seconda si ritrova ad essere inseguita da un maniaco che, tanto per non correre rischi, le cattura entrambe.
Delle due ragazze, la prima viene risparmiata, mentre la seconda viene uccisa. Poco prima di morire, però, dà a Giud un indirizzo.
Giud riesce a fuggire e viene trovata e salvata da Giovanni, detto Giò (ancora?). I due corrono all'indirizzo che la ragazza morta aveva dato a Giud e trovano una bimbetta di 5 anni. E qui...fine del thriller e via ai sentimentalismi: Giud è cresciuta in un orfanotrofio e non vuole che alla bambina succeda la stessa cosa, così lei e Giò (che nervoso!) decidono di indagare per capire chi abbia ucciso la madre, chi siano i nonni, chi sia il padre e, ovviamente, si prendono cura della bambina. I nonni non la vogliono e quando Giud riuscirà a rintracciare il padre, salterà fuori una storia che definire assurda è poco!
Arrivata a pagina 80 avevo già capito chi era l'assassino. Il che, ovviamente, ha reso poco piacevole la lettura. Alla fine di quasi tutti i capitoli, l'autrice, forse per fuorviare il lettore (non ci riesce, ve lo assicuro!) tiene a ribadire il concetto che Giud ed Emma, questo il nome della bambina, non sono salve, anzi...
Cosa fa Giò nella vita? L'insegnante di arti marziali. E ovviamente, si premura di mettere a parte della sua arte Giud!
Il finale è degno, come detto, di un film horror: Giud viene nuovamente rapita, torturata, Giò corre in suo soccorso, Giud riesce a scappare, il rapitore muore e tutti vissero felici e contenti!
Dire che questo libro è la banalità fatta parola mi sembra riduttivo.
2289
 TEMPO DI LETTURA: 2 giorni

Commenti

Post popolari in questo blog

Recensione 'Le madri non dormono mai' di Lorenzo Marone - Einaudi

  LE MADRI NON DORMONO MAI   || Lorenzo Marone || Einaudi || 10 maggio 2022 || 352 pagine Acquista qui Un bambino, sua madre. Due vite fragili tra altre vite fragili: donne e uomini che passano sulla terra troppo leggeri per lasciare traccia. Intorno, a contenerle, un luogo che non dovrebbe esistere, eppure per qualcuno è perfino meglio di casa. Lorenzo Marone scrive uno struggente romanzo corale, un cantico degli ultimi che si interroga, e ci interroga, su cosa significhi davvero essere liberi o prigionieri. Diego ha nove anni ed è un animale senza artigli, troppo buono per il quartiere di Napoli in cui è cresciuto. I suoi coetanei lo hanno sempre preso in giro perché ha i piedi piatti, gli occhiali, la pancia. Ma adesso la cosa non ha più importanza. Sua madre, Miriam, è stata arrestata e mandata assieme a lui in un Icam, un istituto a custodia attenuata per detenute madri. Lì, in modo imprevedibile, il ragazzino acquista sicurezza in sé stesso. Si fa degli amici; trova una sorella n

Recensione IN ANTEPRIMA 'Trust' di Hernan Diaz - Feltrinelli

  TRUST || Hernan Diaz || Feltrinelli || 14 giugno 2022 || 384 pagine  https://amzn.to/3zvjBk7 New York, anni cinquanta. Dopo la pubblicazione di un romanzo mendace e offensivo sulla sua vita, il ricchissimo finanziere Andrew Bevel, diventato milionario dopo alcune speculazioni seguite al crollo in Borsa del ’29, assume la giovane Ida Partenza, figlia di un anarchico italiano, perché lo aiuti a scrivere un’autobiografia in grado di raccontare finalmente la verità sui suoi successi e sulla sua defunta moglie, Mildred. Ida intuisce presto che nemmeno dalla sua penna, strettamente controllata dal committente, uscirà il ritratto fedele di una donna complessa la cui reale personalità continua a sfuggirle, e la morte improvvisa di Bevel la costringe infine a lasciare incompleto il lavoro. Soltanto trent’anni dopo ha la possibilità di accedere agli archivi della Fondazione Bevel, dove trova finalmente il diario di Mildred, prezioso tassello mancante all’enigma che ha lasciato nella sua vita u

Recensione IN ANTEPRIMA 'Tutto il blu del cielo' di Mélissa Da Costa - Rizzoli

TUTTO IL BLU DEL CIELO || Mélissa Da Costa || Rizzoli || 29 marzo 2022 || 624 pagine Acquista qui Cercasi compagno/a di viaggio per un’ultima avventura: sono le prime parole dell’annuncio che Émile pubblica online un giorno di fine giugno. Ha deciso di fare ciò che ancora non ha mai fatto, che ha sempre rimandato, perché nella vita va così. Partire per un viaggio on the road, setacciare paesaggi vicini eppure mai esplorati, affondare occhi e naso là dove non c’è altro che natura e silenzio, senza data di ritorno. Ha solo ventisei anni e una forma di Alzheimer precoce e inesorabile, per questo vuole vivere in completa libertà, lontano da chiunque lo conosca, fintanto che il suo corpo glielo concederà. Non si aspetta che qualcuno davvero risponda al suo appello, ma sbaglia. Qualche giorno dopo in una stazione di servizio, pronta a partire, protetta da un informe abito nero, con un cappello a tesa larga, sandali dorati ai piedi e zaino rosso in spalla, c’è Joanne. E così, su un piccolo ca

Recensione 'La cameriera' di Nita Prose - La nave di Teseo

  LA CAMERIERA   || Nita Prose || La nave di Teseo || 7 aprile 2022 || 448 pagine Acquista qui Molly Gray non è come tutti gli altri. Fatica a intrattenere rapporti sociali e interpreta a modo suo le intenzioni di chi le è vicino. La nonna, che l’aveva cresciuta, rielaborava il mondo per lei, codificandolo in semplici regole secondo le quali Molly poteva vivere, ma da quando la nonna è morta, la venticinquenne Molly ha dovuto affrontare da sola le complessità della vita. Lanciandosi con ancor più passione nel suo lavoro di cameriera d’albergo. Il carattere riservato, il suo amore ossessivo per la pulizia e l’ordine, la rendono una cameriera eccezionale. Si diverte a indossare la sua uniforme impeccabile ogni mattina, a rifornire il suo carrello di saponi e bottiglie in miniatura e a riportare le camere degli ospiti del lussuoso Regency Grand Hotel a uno stato di perfezione. Ma la vita ordinata di Molly viene sconvolta quando entrando nella suite del milionario Charles Black lo trova mo

Recensione 'I giudizi sospesi' di Silvia Dai Pra' - Mondadori

  I GIUDIZI SOSPESI || Silvia Dai Pra' || Mondadori || 5 aprile 2022 || 492 pagine Acquista qui I Giovannetti sono una famiglia felice. O forse lo sembrano soltanto? Si sa, a volte l'apparente felicità è direttamente proporzionale alla quantità di polvere accumulata sotto il tappeto. Il padre Mauro insegna storia e filosofia: brillante e bello come un attore, è la leggenda del liceo locale. La madre Angela è professoressa di arte alle medie, ama il suo lavoro, ma ancora di più i figli e il marito. Perla è una fuoriclasse, bravissima a scuola, responsabile: matura, da sempre; Felix è il fratello minore, affettuoso e intelligente, un po' imbranato, da sempre offuscato dalla luce accecante della sorella. Tutti si aspettano grandi cose da Perla. Ma da quando si è fidanzata con un certo James, un ragazzo più grande su cui circolano brutte voci – un violento, un bugiardo – è cambiata: insofferente, sarcastica, nulla le interessa più. Potrebbe essere una semplice crisi adolescenzi