Passa ai contenuti principali

...di tragedie, di panico e di amici speciali!

Saaaalve, sono La Libridinosa!
E lo dico con orgoglio, perché oggi ho rischiato di non essere più tra voi.
No, niente morti tragiche, investimenti con auto o chissà cosa di strano. Semplicemente, ieri, mentre trotterellavo tutta tronfia e fiera della mia nuova grafica, del mio angolino che sembrava quasi uno di quei siti professionali, blogger (sto stronzo...si può dire stronzo? Vabbè, Baba ha detto cacca in radio!) ha deciso che no, quella veste non gli piaceva e... puff...tutto saltato, tutto sparito.

Immaginate la mia faccia. Panico, ansia, paura, lacrime. Credo di aver provato mille stati d'animo in minuto.
Ma io sono ligia e faccio sempre il backup, quindi carico tutto e... niente. Continua ad apparire tutta una roba strana. 
Entra in scena Laura, che di html e robe simili ci capisce più di me. Cominciamo a smanettare sui pc, con centinaia di chilometri che ci dividono, ma l'ansia che ci unisce. Ancora nulla.

Comincio a pensare che ok, è finita, devo farmene una ragione. La Libridinosa non c'è più.
Quindi, razionalizziamo e cerchiamo una soluzione? Naaaaa!!! Beh dai, non fate quelle facce. Voi riuscireste ad essere razionali davanti ad una situazione del genere? Ecco!

Ma io ho gente speciale che mi circonda! E questa gente speciale, guarda un po', ha anche fidanzati che di informatica ci capiscono e pure tanto.
E quindi cosa succede? Succede che, mentre in quel della provincia di Cremona io mi ritrovo a lume di candela (oddio, adesso che state pensando? Macché cenette romantiche, ma vi sembro il tipo io? No, è solo che la simpatica Enel ha deciso che era il caso di far andare e venire la corrente a suo piacimento.), nel resto d'Italia le amiche blogger si mobilitano. 

Scena: Libridinosa collegata con iPhone con 3G e, dall'altra parte, Baba, Laura, Lea e Stefania e Noemi munita di fidanzato informatico. Si inizia a smanettare che sono quasi le 22 e parte la veglia.
Nel frattempo, Baba si premura di informare il mondo che La Libridinosa ha il moccio al naso, sta male, chissà se tornerà. 
E parte la gara di solidarietà! Anche da gente che non hai mai sentito, da persone che non ti aspetti.

La faccio breve e vi dico che San Fidanzato Informatico ha risolto tutto. O meglio, blogger rimane uno stronzo e ha deciso che, se proprio voglio indossare quel vestito lì, devo rinunciare ai Lettori Fissi. Insomma, prendere voi 486 simpatici tipetti e buttarvi a mare. E, ovviamente, non dare la possibilità a chi vorrà farlo di diventare un seguace del blog.
Domanda: voglio farlo? No. E non perché io sia una ossessionata dal vedere crescere quel numeretto (con questo non dico che mi faccia schifo, eh!), ma perché non voglio che sia Blogger a decidere per me.
Alternative proposte dal Santo: chiudere La Libridinosa e ripartire da zero, aprire un sito internet, cambiare abito.
Come potete vedere, ho deciso di cambiare abito (ancora!). 

In tutto ciò, ovviamente, mi preme ringraziare delle persone.
Prima di tutto San Fidanzato che avrà dormito forse 4 ore e che ancora stamane, mentre andava al lavoro, continuava a smanettare sul blog. Adesso dimmi dove vuoi che io ti faccia costruire la statua!
Poi, ovviamente, tutte le dolci donnine che hanno fatto la veglia con me: Baba, che, come al solito, si è beccata una sfilza di insulti (è tutto ammmmore ammamma, lo sai!); Laura, che presa dal sonno ha cominciato a degenerare coi doppi sensi (e non vi dico altro!) e che, questa mattina, si è immediatamente prodigata a creare l'header nuovo nuovo che vedete quassù; Lea&Stefania, che mi hanno sorretta, un lato per una, facendomi ridere e spronandomi a non mollare; quella gran gnocca di Noemi, che ha rinunciato al fidanzato per tutta la sera, che gli ha tirato un'occhiataccia quando ha osato colorare di rosa il blog, che anche se è entrata nella mia vita da poco, mi sembra che stia qui da sempre! Ecco, io non so dirvi altro che GRAZIE, ma in questo grazie c'è tutto il bene che vi voglio (ed è tanto. Giuda, non faccia quella faccia!!).

E poi ci siete voi Lettori. Sì, con la L maiuscola. Perché mi avete inondata di messaggi e mi avete fatto sentire amata. Il mio grazie va a tutti voi! Siete meravigliosi!!
Grazie ad Anna Rita che mi ha tempestata di messaggi e che oggi che è il suo compleanno era qui a preoccuparsi per me; grazie a Giusi che è stata lì a controllare continuamente come si evolveva la situazione; grazie a Fabio che mi ha quasi urlato che NON SI MOLLA; grazie a tutti quelli che oggi, appena svegli, mi hanno scritto per sapere se ero tornata! Grazie, grazie a tutti.

E infine (vi sento, state ghignando, cretine!), grazie a Lorenzo. Perché sapere che eri lì, a preoccuparti per me, mi ha fatta sentire davvero importante. Perché se da alcune persone il sostegno te lo aspetti, quando arriva da altre ti lascia sempre un po' di stupore. Grazie, perché è bello sapere che nella vita ho un amico come te!

E adesso posso dirlo: LA LIBRIDINOSA C'È!!



Commenti

  1. Il piano malefico messo in atto per cancellarti è stato sventato!!!! Muauauauaaaaaaa!!!!
    Comunque è giusto che i lettori sappiano, la chat coi doppi sensi di ieri sera è stata memorabile!!!! #lalibridinosaètornata #libridinosolartabello

    RispondiElimina
  2. Ok, ammettilo: padre giocava con tablet e mi ha fatto saltare il blog! Ci ho preso? Chat irripetibile muuuaaaahhhh
    #lalibridinosapersempre #libridinosolaparenamalattia

    RispondiElimina
  3. Povero padre! Invece... Non è che hai fatto arrabbiare Poldo???

    RispondiElimina
  4. eh vabbè, adesso mi commuovo!!!! <3 <3 <3
    Tu qui devi stare, con noi babbioncelle e non sarà certo Blogger a decidere al posto tuo :D grazie di esserci, anche quando la situazione è critica. (Grazie anche a Lorenzo, perchè sappiamo bene che medicina può essere per te e Laura 2.0 che ci ha dato uno spunto per il tuo regalo di compleanno ahahahahahahahah)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco, come giocarsi gli amici in un colpo solo!

      Elimina
    2. ahahahahahahahahahahahahahah suvvia, lo sai che lo facciamo per te!

      Elimina
    3. Meno male cara Laura! E' stata veramente una notte da brivido e dal basso della mia asinaggine informatica rendermi conto che un sito amato, curato, implementato, coltivato per anni possa sparire da un momento all'altro...è stato veramente uno shock! Tanto che dovevo scrivere un post, ma mi pareva inutile e mi ero proprio abbattuta.
      Per fortuna sei ancora qui, più pimpante e arzilla che mai.
      un abbraccio da lea
      P.S. Mi hai fatta commuovere
      P.S. 2: Viva San Fidanzato

      Elimina
    4. Leuccia mia! Che brutto essere stata il tramite per farti scoprire quanto possa essere brutto questo mondo. Tanto bene a te <3

      Elimina
  5. Blogger è di una perfidia unica! >.<

    RispondiElimina
  6. Tra l'altro c'è da dire che quando ti ho detto che no non ci sarebbero state grosse sorprese nel giorno del mio compleanno tu mi hai detto "magari ti annuncio che chiudo tutto!". In quel preciso istante panico totale! Non mi fare scherzi!! Hai scelto il giorno giusto per risorgere dalle ceneri come la fenice. Ora ti ricorderai anche del 23 oltre che del 29, data effettiva della nascita del blog!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh, è vero! Maestà lei è sempre un passo avanti!

      Elimina
  7. Giuda ha fatto lacrimuccia...ma non preoccuparti, non mi sono rammollita, la commozione è già passata.
    E' stata una di quelle serate/quasi nottate che ricorderemo e racconteremo ai nostri nipoti: "La notte in cui la Libridinosa ha rischiato l'estinzione" e sono felice di averla trascorsa con questo gruppo di adorabili pazze (sì, anche san fidanzato Informatico è, di diritto, UNA di noi pazze).
    Ah, quasi dimenticavo, messaggio per Baba e Laura 2.0: io sto spulciando siti vari per trovare regalo di compleanno degno delle nostre fantasie, ce la faremo!
    E per te Laura: non azzardarti mai più a dire che vuoi mollare perchè metto tuta rossa, suono campanello al grido "Corrieeeereee" e poi ti meno!
    Bentornata, Bacci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh, già ci immagino: nipoti seduti in cerchio e noi a raccontare la notte in Giuda spulciava regali osceni =D

      Elimina
    2. Ho come l'impressione che i racconti non coincideranno molto...

      Elimina
  8. O mi signur ... Alla fine gli insulti sono sempre per me. Eh vabbe avrò dormito 5 ore ma almeno non ti ho lasciata sala, anzi non ti abbiamo. Ognuno ha fatto quel che ha potuto. Hoana significa famiglia ( e qui solo Eliza forse può capirmi)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh? Non capisco! Vabbè, comunque ti voglio tanto bene. Che il mondo lo sappia!

      Elimina
    2. Ohana significa famiglia, e famiglia significa che nessuno viene abbandonato o dimenticato... <3 tanto amore per "Lui"

      Elimina
    3. Io lo vedo già scappare a gambe levate!

      Elimina
  9. Felice di ritrovarti sana e salva con una bellissima grafica nuova di zecca, mi piace molto e l'header è carinissimo 😍 Sei tra i blog che ho iniziato a seguire da quando mi sono imbarcata in questa magica esperienza e mi sarebbe sembrato strano continuare senza ;) Tutto è bene quel che finisce bene :)

    RispondiElimina
  10. Meno male che non ti abbiamo perso! Non sapevo nulla ma sono davvero contenta che si sia risolto tutto per il meglio! E adesso avanti, più Libridinosa che mai!

    RispondiElimina
  11. Secondo la saggezza napoletana, "a 'dda passà 'a nuttata": mai espressione fu tanto calzante come in questo caso, a quanto leggo.
    Buon Dio, la blogosfera senza la Libridinosa? E che gusto ci sarebbe più? Brrrrrr! Rabbrividisco al solo pensiero.
    Per fortuna le LGS hanno unito le loro forze per andare alla riscossa del perfido Blogger.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è chi rabbrividisce al pensiero della Blogosfera con me che ci vago beata e felice dentro!!! Ma tu sei davvero tanto carina e grazie per la chicca napoletana!
      Un bacio

      Elimina
  12. Ossignore, che momenti di panico!! NOn oso immagianre! Comunque sia questa veste grafica nuova, per scelta o per dovere, mi piace molto...è essenziale e pulita, come piacciono a me :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Paola! Non auguro a nessuno di ritrovarsi a pensare di aver perso tre anni di vita e lavoro. Ma ce l'abbiamo fatta, grazie soprattutto a San Fidanzato! Grazie per i complimenti. La precedente grafica era ancora più minimal, ma facciamoci piacere anche questa!

      Elimina
  13. Menomale che tutto si è risolto per il meglio!

    RispondiElimina
  14. Bentornata, sono molto felice, ma non riesco ad iscrivermi come lettrice fissa. Mi esce uno strano messaggio. Mi ero già iscritta , ma mentre per i blog delle altre lgs risulto, nel tuo no. E non mi accetta😭😭😭😭😭😭.

    RispondiElimina
  15. Evvivaaa sei tornataaa!!! 😁😊❤️

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccomi qua! Mica pensavi di liberarti di me, vero?!

      Elimina
    2. No ti sarei venuta a cercare, tranquilla... nemmeno tu puoi liberarti di me!!!
      Però se capitavo sul blog nella sua momentanea veste rosa scappavo!!!!!!

      Elimina
    3. Sono scappata anche io, tranquilla! Ho chiuso e ho chiesto a San Fidanzato di avvisarmi quando il tutto tornava ad un colore tollerabile.

      Elimina
  16. Bentornata! ora non sei più bianca, nè a pois color ramarro, ma ti dirò..questa versione mi piace un sacco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mentre scrivevo questo post, pensavo a te e alla faccia che facevi ogni volta che passavi e trovavi una grafica diversa! Spero che, quando il blog si è trasformato in un covo di fiocchi rosa, tu non fossi qui!

      Elimina
  17. Ciao
    meno male che si è risolto tutto. Un salutone.

    RispondiElimina
  18. Carina la nuova grafica, molto "professionale"!

    RispondiElimina
  19. Bentornata e meno male. Bella la nuova grafica

    RispondiElimina

Posta un commento

INFO PRIVACY

AVVISO: TUTTI I COMMENTI ANONIMI VERRANNO CANCELLATI. Se volete contestare o insultare, abbiate il coraggio di firmarvi!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^

Post popolari in questo blog

Recensione 'Le madri non dormono mai' di Lorenzo Marone - Einaudi

  LE MADRI NON DORMONO MAI   || Lorenzo Marone || Einaudi || 10 maggio 2022 || 352 pagine Acquista qui Un bambino, sua madre. Due vite fragili tra altre vite fragili: donne e uomini che passano sulla terra troppo leggeri per lasciare traccia. Intorno, a contenerle, un luogo che non dovrebbe esistere, eppure per qualcuno è perfino meglio di casa. Lorenzo Marone scrive uno struggente romanzo corale, un cantico degli ultimi che si interroga, e ci interroga, su cosa significhi davvero essere liberi o prigionieri. Diego ha nove anni ed è un animale senza artigli, troppo buono per il quartiere di Napoli in cui è cresciuto. I suoi coetanei lo hanno sempre preso in giro perché ha i piedi piatti, gli occhiali, la pancia. Ma adesso la cosa non ha più importanza. Sua madre, Miriam, è stata arrestata e mandata assieme a lui in un Icam, un istituto a custodia attenuata per detenute madri. Lì, in modo imprevedibile, il ragazzino acquista sicurezza in sé stesso. Si fa degli amici; trova una sorella n

Recensione IN ANTEPRIMA 'Trust' di Hernan Diaz - Feltrinelli

  TRUST || Hernan Diaz || Feltrinelli || 14 giugno 2022 || 384 pagine  https://amzn.to/3zvjBk7 New York, anni cinquanta. Dopo la pubblicazione di un romanzo mendace e offensivo sulla sua vita, il ricchissimo finanziere Andrew Bevel, diventato milionario dopo alcune speculazioni seguite al crollo in Borsa del ’29, assume la giovane Ida Partenza, figlia di un anarchico italiano, perché lo aiuti a scrivere un’autobiografia in grado di raccontare finalmente la verità sui suoi successi e sulla sua defunta moglie, Mildred. Ida intuisce presto che nemmeno dalla sua penna, strettamente controllata dal committente, uscirà il ritratto fedele di una donna complessa la cui reale personalità continua a sfuggirle, e la morte improvvisa di Bevel la costringe infine a lasciare incompleto il lavoro. Soltanto trent’anni dopo ha la possibilità di accedere agli archivi della Fondazione Bevel, dove trova finalmente il diario di Mildred, prezioso tassello mancante all’enigma che ha lasciato nella sua vita u

Recensione IN ANTEPRIMA 'Tutto il blu del cielo' di Mélissa Da Costa - Rizzoli

TUTTO IL BLU DEL CIELO || Mélissa Da Costa || Rizzoli || 29 marzo 2022 || 624 pagine Acquista qui Cercasi compagno/a di viaggio per un’ultima avventura: sono le prime parole dell’annuncio che Émile pubblica online un giorno di fine giugno. Ha deciso di fare ciò che ancora non ha mai fatto, che ha sempre rimandato, perché nella vita va così. Partire per un viaggio on the road, setacciare paesaggi vicini eppure mai esplorati, affondare occhi e naso là dove non c’è altro che natura e silenzio, senza data di ritorno. Ha solo ventisei anni e una forma di Alzheimer precoce e inesorabile, per questo vuole vivere in completa libertà, lontano da chiunque lo conosca, fintanto che il suo corpo glielo concederà. Non si aspetta che qualcuno davvero risponda al suo appello, ma sbaglia. Qualche giorno dopo in una stazione di servizio, pronta a partire, protetta da un informe abito nero, con un cappello a tesa larga, sandali dorati ai piedi e zaino rosso in spalla, c’è Joanne. E così, su un piccolo ca

Recensione 'La cameriera' di Nita Prose - La nave di Teseo

  LA CAMERIERA   || Nita Prose || La nave di Teseo || 7 aprile 2022 || 448 pagine Acquista qui Molly Gray non è come tutti gli altri. Fatica a intrattenere rapporti sociali e interpreta a modo suo le intenzioni di chi le è vicino. La nonna, che l’aveva cresciuta, rielaborava il mondo per lei, codificandolo in semplici regole secondo le quali Molly poteva vivere, ma da quando la nonna è morta, la venticinquenne Molly ha dovuto affrontare da sola le complessità della vita. Lanciandosi con ancor più passione nel suo lavoro di cameriera d’albergo. Il carattere riservato, il suo amore ossessivo per la pulizia e l’ordine, la rendono una cameriera eccezionale. Si diverte a indossare la sua uniforme impeccabile ogni mattina, a rifornire il suo carrello di saponi e bottiglie in miniatura e a riportare le camere degli ospiti del lussuoso Regency Grand Hotel a uno stato di perfezione. Ma la vita ordinata di Molly viene sconvolta quando entrando nella suite del milionario Charles Black lo trova mo

Recensione 'I giudizi sospesi' di Silvia Dai Pra' - Mondadori

  I GIUDIZI SOSPESI || Silvia Dai Pra' || Mondadori || 5 aprile 2022 || 492 pagine Acquista qui I Giovannetti sono una famiglia felice. O forse lo sembrano soltanto? Si sa, a volte l'apparente felicità è direttamente proporzionale alla quantità di polvere accumulata sotto il tappeto. Il padre Mauro insegna storia e filosofia: brillante e bello come un attore, è la leggenda del liceo locale. La madre Angela è professoressa di arte alle medie, ama il suo lavoro, ma ancora di più i figli e il marito. Perla è una fuoriclasse, bravissima a scuola, responsabile: matura, da sempre; Felix è il fratello minore, affettuoso e intelligente, un po' imbranato, da sempre offuscato dalla luce accecante della sorella. Tutti si aspettano grandi cose da Perla. Ma da quando si è fidanzata con un certo James, un ragazzo più grande su cui circolano brutte voci – un violento, un bugiardo – è cambiata: insofferente, sarcastica, nulla le interessa più. Potrebbe essere una semplice crisi adolescenzi