Passa ai contenuti principali

Diario di bordo #12


Ed è di nuovo sabato! E io aspetto la testa dei meteorologi. La voglio su un piatto d'argento, sappiatelo! Perché io aspetto ancora i temporali che mi sono stati promessi.

Sabato 9... Lo so che eravate tutti lì, sghignazzanti, ad immaginare la povera Libridinosa circondata da folli mamme alla festa di chiusura del Grest. E invece no, belli miei! Mio figlio (MIO MIO MIO!!!) mi ha guardata e... "No, mamma, io devo scrivere, non vado!" Capite? Mio figlio, orgoglio di mammà! Quindi niente: casa, divano e libro! Io con la mia amata Flagg e lui con libro, penna e taccuino!

Domenica 10 ho proseguito imperterrita nella lettura di "Torta al caramello in Paradiso", mettendo giù il libro solo quando è iniziata la finale degli Europei (e sto ancora piangendo per la Francia).

E poi arriva lunedì 11. Il lunedì che aspettavo da settimane! Il lunedì dei nuovi tatuaggi!


Belli, vero? Io li adoro! Ok, adoro i tatuaggi in generale, ma questi sono proprio stati scelti e studiati per lungo tempo! Reazioni? Le LGS, che hanno attivamente (ed economicamente!) contribuito a questo regalo, si sono suddivise le lettere. Credo che il giorno in cui verrò a mancare, staccheranno brandelli della mia pelle!
E poi, ovviamente, c'è Lorenzo, che di quella frase è il legittimo proprietario e che, amorevole come sempre, mi ha dato della folle!
Sempre lunedì, mentre mi impiastricciavo di crema che manco il culetto di un bambino, ecco ricomparire il postino (sì, sempre lui, quello che ogni tanto muore e poi risorge!) con il mio ordine Amazon! Ben tre libri che mi sono costati l'estinguimento dei buoni ricevuti per il compleanno, ma che soddisfazione!!

Martedì 12 sono stata svegliata dal rombo di un tuono (me felice!). Finalmente le temperature si sono un po' abbassate e io ho cominciato a sembrare un po' meno ameba e un po' più essere umano! E poi è stato anche il giorno in cui ha preso il via una nuovo iniziativa del blog: Lettura a quattrocchi, un modo divertente in cui io e Laura 2.0 vi parleremo dello stesso libro; insomma, un po' una recensione a quattro mani! Per questa prima puntata abbiamo scelto (ahinoi!) "Vita dopo vita" di Kate Atkinson, familiarmente detto "la noia"!!!
Sempre martedì, nel pomeriggio, sono stata intervistata *sorrido felice io*. Conoscete Radio Libri? Come dice il nome è una web radio che si occupa di libri, lettura, lettori... insomma, di tutto ciò che ruota attorno a questo meraviglioso mondo! Qui a destra c'è il loro logo: potete scaricare la app o ascoltarli on-line.
Per quanto riguarda la mia intervista sarà in onda da lunedì 18 alle 6.15 e verrà replicata ogni tre ore! Io mi sono divertita tantissimo a rispondere alle loro domande, adesso ditemi voi se ho detto qualche cretinata (che sia mai che io mi esima dal farlo!).

Mercoledì 13 giornata di minchionerie! Va in onda la Chiacchiera mensile e, nonostante tutto, io e Laura 2.0 siamo ancora qui a raccontarvelo, il che vuol dire che nessun blogger ci ha ucciso (o almeno, non ancora!).
Nel pomeriggio, sento Baba al telefono e le faccio virtualmente compagnia mentre va a fare la spesa. Partiamo da un punto fondamentale: Baba odia cucinare, quindi fare la spesa non è esattamente il suo forte!
La signora in questione ha fatto avanti e indietro per tutto il reparto ortofrutta perché le servivano gli ingredienti per fare il gazpacho (perché poi una che vive in Piemonte faccia il gazpacho, ce lo faremo spiegare direttamente da lei!). Preso tutto ciò che le serviva (inclusi degli avocado non maturi!), si resa conto che aveva la bilancia dietro le spalle!
Dopo un'insana ricerca del sesamo, si presenta in cassa e paga... con ancora il guanto di plastica del reparto ortofrutta indosso!
Infine, esce dal supermercato con una busta di roba che pesa tre volte  lei e si lamenta perché non riesce a sollevarla. Mi chiede aiuto (vi ricordo che io sono a 250 km di distanza) e io le rispondo: "Mettila giù e prendila a calci". E lei urla. Vabbè!
Dopo questa bella scena, ho ripreso in mano "Strane creature" di Tracy Chevalier e... niente, scusate, io non ce la faccio. Lo so che tutti continuate a dirmi che è bello, che lo avete amato, che vi è piaciuto tanto, ma io queste zitellacce noiose che non fanno altro che scavare, non le sopporto proprio. Scavano scavano scavano... quasi quasi le sotterro io! Niente, mollo il libro e passo oltre!

Ed ecco gli appuntamenti per la prossima settimana:

Lorenzo Marone

lunedì 18 - Lecce
ore 20 - Libreria Ubik - Corte dei Cicala, 1

martedì 19 - Specchia (LE)
ore 21 - Piazza del Popolo

mercoledì 20 - Locorotondo
ore 20 - Piazza Rodio

giovedì 21 - Taranto
ore 19 - Libreria Ubik - via Di Palma, 69


Alice Basso

giovedì 21 - Grugliasco (TO)
Rassegna "Cassetta Book Festival" - Parco Le Serre - Via Tiziano Lonza, 31


Commenti

  1. Lunedí saró sintonizzata!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava, così avrai un motivo in più per prendermi in giro!!

      Elimina
  2. Lunedì giornata strepitosa! Tra Laura in radio e Lorenzo in libreria è un concentrato di felicità!! (Trascuriamo completamente il fatto che invece io dovrei essere in clausura a finire il mio progetto di ricerca -_-)

    RispondiElimina
  3. Oh per una volta non ho combinato niente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, ora vedi di recuperare altrimenti paghi pegno!

      Elimina
  4. Ma le disavventure di Baba al supermercato sembrano uscite direttamente da un romanzo di Sophie Kinsella! Muahahahaaa!
    Ah! Poi vedo che Tracy Chevalier continua a far danni. Vai a finirlo! Voglio, pretendo, ESIGO una delle tue spettacolari recensioni negative.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, mi spiace. L'ho mollato a metà, non ce la facevo proprio, non era buono neanche per una delle mie solite recensioni negative -.-'

      Elimina
  5. Noo! Povere zitellacce, a me erano piaciute tanto! Comunque il tatuaggio mi ha tolto le parole di bocca.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a Lorenzo ha tolto le parole di bocca... anzi, no... una gli è uscita: FOLLE!

      Elimina
  6. Baba al supermercato mi mancava...potrebbero farne una sit-com :)

    RispondiElimina
  7. bellissimi i tatuaggi e molto pertinenti. Io però sto ancora ridendo per Baba al telefono con voi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tu ormai vivi ridendo! Guarda che ti vengono le rughe...

      Elimina
  8. Stupendi i tatuaggi.. Io sono entrata a far parte di questo mondo da poco, mentre facevo il primo pensavo già a quali sarebbero stati i successivi ;) Complimenti anche per l'intervista.. devo cercare di recuperarla perchè ieri non l'ho ascoltata ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedrai che è una via senza uscite quella dei tatuaggi! Appena inizi non riesci più a smettere!!!
      L'intervista va in replica per tutta la settimana, quindi hai tempo per recuperarla ;)

      Elimina

Posta un commento

INFO PRIVACY

AVVISO: TUTTI I COMMENTI ANONIMI VERRANNO CANCELLATI. Se volete contestare o insultare, abbiate il coraggio di firmarvi!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^

Post popolari in questo blog

Recensione 'Le madri non dormono mai' di Lorenzo Marone - Einaudi

  LE MADRI NON DORMONO MAI   || Lorenzo Marone || Einaudi || 10 maggio 2022 || 352 pagine Acquista qui Un bambino, sua madre. Due vite fragili tra altre vite fragili: donne e uomini che passano sulla terra troppo leggeri per lasciare traccia. Intorno, a contenerle, un luogo che non dovrebbe esistere, eppure per qualcuno è perfino meglio di casa. Lorenzo Marone scrive uno struggente romanzo corale, un cantico degli ultimi che si interroga, e ci interroga, su cosa significhi davvero essere liberi o prigionieri. Diego ha nove anni ed è un animale senza artigli, troppo buono per il quartiere di Napoli in cui è cresciuto. I suoi coetanei lo hanno sempre preso in giro perché ha i piedi piatti, gli occhiali, la pancia. Ma adesso la cosa non ha più importanza. Sua madre, Miriam, è stata arrestata e mandata assieme a lui in un Icam, un istituto a custodia attenuata per detenute madri. Lì, in modo imprevedibile, il ragazzino acquista sicurezza in sé stesso. Si fa degli amici; trova una sorella n

Recensione IN ANTEPRIMA 'Le mogli hanno sempre ragione' di Luca Bianchini - Mondadori

  LE MOGLI HANNO SEMPRE RAGIONE || Luca Bianchini || Mondadori || 8 marzo 2022 || 240 pagine Acquista qui Il maresciallo Gino Clemente ama la canottiera bianca, il karaoke, il suo labrador e soprattutto la moglie Felicetta, e coltiva un unico desiderio: andare presto in pensione. Dopo anni passati lontano da casa, viene finalmente trasferito nel suo paese d'origine, Polignano a Mare, a ridosso della festa patronale di San Vito che dà inizio all'estate. Per l'occasione, la famiglia allargata degli Scagliusi decide di celebrare il compleanno della piccola Gaia con una "festa nella festa", durante la quale Matilde può inaugurare e soprattutto mostrare la sua nuova masseria a parenti e pochi amici. Non mancano i manicaretti peruviani preparati dalla fedele Adoración, la tata tuttofare della famiglia. Oltre a Ninella, don Mimì e a tutti i protagonisti di "Io che amo solo te" è stato invitato anche il maresciallo Clemente che però declina, ma sarà chiamato con

Recensione IN ANTEPRIMA 'Tutto il blu del cielo' di Mélissa Da Costa - Rizzoli

TUTTO IL BLU DEL CIELO || Mélissa Da Costa || Rizzoli || 29 marzo 2022 || 624 pagine Acquista qui Cercasi compagno/a di viaggio per un’ultima avventura: sono le prime parole dell’annuncio che Émile pubblica online un giorno di fine giugno. Ha deciso di fare ciò che ancora non ha mai fatto, che ha sempre rimandato, perché nella vita va così. Partire per un viaggio on the road, setacciare paesaggi vicini eppure mai esplorati, affondare occhi e naso là dove non c’è altro che natura e silenzio, senza data di ritorno. Ha solo ventisei anni e una forma di Alzheimer precoce e inesorabile, per questo vuole vivere in completa libertà, lontano da chiunque lo conosca, fintanto che il suo corpo glielo concederà. Non si aspetta che qualcuno davvero risponda al suo appello, ma sbaglia. Qualche giorno dopo in una stazione di servizio, pronta a partire, protetta da un informe abito nero, con un cappello a tesa larga, sandali dorati ai piedi e zaino rosso in spalla, c’è Joanne. E così, su un piccolo ca

Recensione IN ANTEPRIMA 'La salita dei giganti'
La saga dei Menabrea
di Francesco Casolo - Feltrinelli

LA SALITA DEI GIGANTI - La saga dei Menabrea   || Francesco Casolo || Feltrinelli || 3 marzo 2022 || 416 pagine Acquista qui La Belle Époque è alle porte e il cinema sta per essere inventato quando, il 29 agosto 1882, Carlo Menabrea organizza un sontuoso ricevimento per festeggiare l’acquisto di un castello poco lontano da Biella. Nessuno in città ha intenzione di perdersi l’evento, ma pochi sanno che l’origine di tanta fortuna risiede in una scommessa fatta trent’anni prima: il padre di Carlo, Giuseppe, walser di Gressoney, che come i suoi antenati valicava a piedi i ghiacciai per commerciare lana e prodotti di artigianato in Svizzera, ha deciso di puntare tutto su una bevanda, la birra. Quando nel cielo sopra il castello esplodono i fuochi d’artificio che illuminano il cortile a giorno e si riflettono sul volto di Carlo, anche la sua secondogenita Eugenia, che tutti chiamano Genia, avrebbe qualcosa da domandargli: perché, qualche settimana prima, ha insistito perché fosse lei, e non

Recensione 'La lezione' di Marco Franzoso - Mondadori

  LA LEZIONE || Marco Franzoso || Mondadori || 12 aprile 2022 || 396 pagine Acquista qui Quanti compromessi si accettano per non deludere le aspettative degli altri, per essere una bambina diligente, poi un'adolescente responsabile, infine una donna dolce e gentile. Senza che ce lo confessiamo, il costo delle piccole e continue sopraffazioni subite giorno dopo giorno è spesso una rabbia nascosta dietro l'apparenza di una vita normale, azioni ordinarie, un lavoro e una vita di coppia come tante. Elisabetta è avvocato in un piccolo studio associato e galleggia tra cause di separazioni, spaccio, affitti non pagati. Lavora dieci ore al giorno, ma stenta a decollare. Anche la sua vita privata non è esaltante: il rapporto con il fidanzato Daniele arranca tra alti e bassi, le amicizie si sono allentate, il padre, vedovo, è anziano e fragile. Come se non bastasse, da qualche giorno un uomo la segue. Angelo Walder, un suo vecchio assistito, condannato per violenza e abuso. Ha scontato i