Passa ai contenuti principali

I blogger al Premio Bancarella

Per antonomasia il lunedì è una di quelle giornate odiate dai più per diversi motivi: ha inizio una nuova settimana, si torna a scuola/lavoro, bisogna mettere mano al proprio planning, organizzare gli impegni, incastrare gli appuntamenti. Insomma ogni lunedì inizia, per ognuno di noi, una vera e propria battaglia.
Non tutti i lunedì però sono circondati da quest'aura di negatività. Alcuni si accompagnano a belle notizie. Prendiamo oggi, ad esempio, è lunedì e sono qui per parlarvi di una importante iniziativa che coinvolge me e altri colleghi book blogger. Ed era anche un lunedì quando ne abbiamo ricevuto notizia e abbiamo dovuto mantenere la cosa segretissima perché, diciamocelo, quando accadono determinati avvenimenti, belli sia chiaro, abbiamo sempre il timore che ogni cosa possa sfumare da un momento all'altro, che così come è venuta a cercarci quella stessa possa girarci le spalle e andare via.
Ma ora è giunto il momento, possiamo urlarlo ai quattro venti, con quella punta di emozione che non guasta mai. 
Ebbene, come avrete forse intuito dal titolo, insieme ad altri colleghi book blogger abbiamo avuto il piacere e l'onore, soprattutto, di essere invitati a prendere parte alla 65^ Edizione del Premio Bancarella 2017!
Ora, è possibile che non tutti abbiano idea di che tipo di premio si tratti e di quella che è la sua reale importanza ed è proprio qui che entriamo in gioco noi. Nel corso di questi mesi, infatti, ripercorreremo insieme le varie tappe che ci condurranno alla premiazione del 16 Luglio a Pontremoli. Vi racconteremo com'è nato il Premio, in cosa consiste, della scelte della Sestina Finalista, che sarà comunicata a Novara il 10 di Marzo, del Metodo di Voto, dei Librai che prendono parte alla bellissima iniziativa, recensiremo i sei romanzi scelti stilando anche una nostra personalissima classifica di gradimento. Insomma daremo voce a tutto quello che si muove dietro una grande macchina quale è il Premio Bancarella perché raccontare ci aiuta a conoscere.

Come anticipato non sono da sola in questa avventura infatti, a farmi compagnia, ci sono dei veri e propri amici, alcuni conosciuti meglio di altri ma pur sempre amici e colleghi. Insieme abbiamo accolto la proposta e abbiamo deciso di preparare il nostro bagaglio e partire per un vero e proprio viaggio, fatto di tappe, fermate, stazioni, che ci permetteranno di avvicinarci sempre più al capolinea. Tutto ciò potrete farlo anche voi insieme a:


A questo punto è doveroso ringraziare, nuovamente, gli organizzatori che hanno pensato di coinvolgerci in questa esperienza emozionante. Noi, dal canto nostro, non vediamo l'ora di iniziare. Manca pochissimo!


*piccolo siparietto*
Abbiamo pensato di mantenere il tono di questo post su un livello abbastanza serioso ma, alcuni di noi, seriosi non lo sono affatto. Per questo motivo abbiamo deciso di concludere in bellezza raccontandovi in poche righe quale sia stata la nostra effettiva reazione una volta appresa la notizia...

Eccomi qui! Io sono stata la prima ad apprendere questa notizia e colei a cui è stato affidato il compito di radunare una squadra di fidati colleghi da coinvolgere!
La domanda improvvisa, arrivata tramite un messaggio di Amanda Colombo, è stata: "Ma voi blogger siete in contatto tra voi?". Oh Amanda cara, tu non lo immagini neanche: il nostro è un mondo fatto di rapporti che nascono, crescono, si cementificano e, appena c'è un'occasione propizia, cerchiamo di incontrarci!
Ma torniamo al punto: Amanda cercava una squadra di blogger da coinvolgere nella promozione del Premio Bancarella. E, insomma, toccava a me mettere insieme questa squadra. E cosa c'è di più facile per me che una Squadra (Sommo Marone docet!) di colleghe e amiche la ho davvero?
Carta e penna e, in 10 minuti, ecco pronta la lista!
Da quel momento è stato tutto un giro di messaggi, chat, telefonate, mail e... orpo, ho dimenticato di dirlo a Consorte!

Questa è stata la parte seria, quella che è stata mostrata ad Amanda. Poi c'è il retroscena...
Prendo iPhone, apro il registro chiamate (che, per dire, se dovesse succedermi qualcosa e dovessero basarsi su quello, la prima persona che verrebbe avvisata sarebbe una Ciambella che vive a un paio di centinai di chilometri di distanza!) e...
DRIIIIIIINNNNN...
Laura: "Perché chiami adesso? Che hai combinato questa volta? Quale autore vuole den..."
Io: "Zitta! NOIBLOGGERPREMIOBANCARELLAOPOPMUOVITI"

E da quel momento è stato tutto un creare gruppo in chat, stilare liste, saltellare per casa e chiederci cosa abbia spinto quella santa di Amanda a buttarsi in quest'avventura!
No, scherziamo Amanda, sembriamo minchione, ma siamo blogger seri e professionali!


Commenti

  1. ne abbiamo già parlato ed io sono tanto ma tanto felice per voi!!!!! So che farete un ottimo lavoro in tutti i sensi. io sarò sempre qui a seguire passo passo tutto ciò che riguarda il premio e i vostri articoli.
    un bacio ed in bocca al lupo

    RispondiElimina
  2. Povera Amanda, non sa in che guaio si è cacciata! Scherzo ovviamente, siamo veramente professionali noi. Grazie ancora per avermi coinvolta, sto saltellando dalla felicità

    RispondiElimina
  3. Non la smetto di saltellare come un'ossessa! Ed ora sto saltellando con la gatta in braccio... non sembra apprezzare molto, a dire il vero!

    RispondiElimina
  4. Io ancora non ci credo, ogni tanto le gioie arrivano!

    RispondiElimina
  5. Io continuo a saltare, non riesco a fermarmi... Lauraaaaaaa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poi ci lamentiamo dei terremoti in Italia! Maestà, contegno!

      Elimina
  6. Meraviglioso! Devo assolutamente seguirvi!!!!!

    RispondiElimina
  7. E' l'OPOPMUOVITI che apre il cuore. Ma oggi facciamo che BOING BOING... saltelliamo dalla gioia ciambè!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non ti rispondo neanche al "facciamo BOING BOING" perché poi dici che sono zozzona!

      Elimina
  8. Brave brave e ancora brave! Sono sicura che farete un ottimo lavoro!!!

    RispondiElimina
  9. Grande soddisfazione! Buon lavoro. Vi seguiremo!

    RispondiElimina
  10. Ciao, questa è una bellissima notizia che dà tante speranze a noi blogger. Quello che, però, mi ha colpita di più di tutto questo è il fatto che tu sia stata così gentile da coinvolgere tutte le tue amiche blogger. In questo mondo l'amicizia esiste ed è bello scoprirlo! In bocca al lupo a tutte voi per questa meravigliosa esperienza :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Annamaria! Sì, l'amicizia in questo mondo esiste ed è bellissima, perché parte proprio da una passione comune! Esistono, purtroppo, anche le invidie e le ripicche, ma io sono fortunata e sono circondata da persone bellissime!

      Elimina
  11. Complimenti davvero! Vi seguirò sicuramente :) Buona fortuna per questa bellissima esperienza!!

    RispondiElimina

Posta un commento

INFO PRIVACY

AVVISO: TUTTI I COMMENTI ANONIMI VERRANNO CANCELLATI. Se volete contestare o insultare, abbiate il coraggio di firmarvi!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^

Post popolari in questo blog

Recensione 'Le madri non dormono mai' di Lorenzo Marone - Einaudi

  LE MADRI NON DORMONO MAI   || Lorenzo Marone || Einaudi || 10 maggio 2022 || 352 pagine Acquista qui Un bambino, sua madre. Due vite fragili tra altre vite fragili: donne e uomini che passano sulla terra troppo leggeri per lasciare traccia. Intorno, a contenerle, un luogo che non dovrebbe esistere, eppure per qualcuno è perfino meglio di casa. Lorenzo Marone scrive uno struggente romanzo corale, un cantico degli ultimi che si interroga, e ci interroga, su cosa significhi davvero essere liberi o prigionieri. Diego ha nove anni ed è un animale senza artigli, troppo buono per il quartiere di Napoli in cui è cresciuto. I suoi coetanei lo hanno sempre preso in giro perché ha i piedi piatti, gli occhiali, la pancia. Ma adesso la cosa non ha più importanza. Sua madre, Miriam, è stata arrestata e mandata assieme a lui in un Icam, un istituto a custodia attenuata per detenute madri. Lì, in modo imprevedibile, il ragazzino acquista sicurezza in sé stesso. Si fa degli amici; trova una sorella n

Recensione IN ANTEPRIMA 'Trust' di Hernan Diaz - Feltrinelli

  TRUST || Hernan Diaz || Feltrinelli || 14 giugno 2022 || 384 pagine  https://amzn.to/3zvjBk7 New York, anni cinquanta. Dopo la pubblicazione di un romanzo mendace e offensivo sulla sua vita, il ricchissimo finanziere Andrew Bevel, diventato milionario dopo alcune speculazioni seguite al crollo in Borsa del ’29, assume la giovane Ida Partenza, figlia di un anarchico italiano, perché lo aiuti a scrivere un’autobiografia in grado di raccontare finalmente la verità sui suoi successi e sulla sua defunta moglie, Mildred. Ida intuisce presto che nemmeno dalla sua penna, strettamente controllata dal committente, uscirà il ritratto fedele di una donna complessa la cui reale personalità continua a sfuggirle, e la morte improvvisa di Bevel la costringe infine a lasciare incompleto il lavoro. Soltanto trent’anni dopo ha la possibilità di accedere agli archivi della Fondazione Bevel, dove trova finalmente il diario di Mildred, prezioso tassello mancante all’enigma che ha lasciato nella sua vita u

Recensione IN ANTEPRIMA 'Tutto il blu del cielo' di Mélissa Da Costa - Rizzoli

TUTTO IL BLU DEL CIELO || Mélissa Da Costa || Rizzoli || 29 marzo 2022 || 624 pagine Acquista qui Cercasi compagno/a di viaggio per un’ultima avventura: sono le prime parole dell’annuncio che Émile pubblica online un giorno di fine giugno. Ha deciso di fare ciò che ancora non ha mai fatto, che ha sempre rimandato, perché nella vita va così. Partire per un viaggio on the road, setacciare paesaggi vicini eppure mai esplorati, affondare occhi e naso là dove non c’è altro che natura e silenzio, senza data di ritorno. Ha solo ventisei anni e una forma di Alzheimer precoce e inesorabile, per questo vuole vivere in completa libertà, lontano da chiunque lo conosca, fintanto che il suo corpo glielo concederà. Non si aspetta che qualcuno davvero risponda al suo appello, ma sbaglia. Qualche giorno dopo in una stazione di servizio, pronta a partire, protetta da un informe abito nero, con un cappello a tesa larga, sandali dorati ai piedi e zaino rosso in spalla, c’è Joanne. E così, su un piccolo ca

Recensione 'La cameriera' di Nita Prose - La nave di Teseo

  LA CAMERIERA   || Nita Prose || La nave di Teseo || 7 aprile 2022 || 448 pagine Acquista qui Molly Gray non è come tutti gli altri. Fatica a intrattenere rapporti sociali e interpreta a modo suo le intenzioni di chi le è vicino. La nonna, che l’aveva cresciuta, rielaborava il mondo per lei, codificandolo in semplici regole secondo le quali Molly poteva vivere, ma da quando la nonna è morta, la venticinquenne Molly ha dovuto affrontare da sola le complessità della vita. Lanciandosi con ancor più passione nel suo lavoro di cameriera d’albergo. Il carattere riservato, il suo amore ossessivo per la pulizia e l’ordine, la rendono una cameriera eccezionale. Si diverte a indossare la sua uniforme impeccabile ogni mattina, a rifornire il suo carrello di saponi e bottiglie in miniatura e a riportare le camere degli ospiti del lussuoso Regency Grand Hotel a uno stato di perfezione. Ma la vita ordinata di Molly viene sconvolta quando entrando nella suite del milionario Charles Black lo trova mo

Recensione 'I giudizi sospesi' di Silvia Dai Pra' - Mondadori

  I GIUDIZI SOSPESI || Silvia Dai Pra' || Mondadori || 5 aprile 2022 || 492 pagine Acquista qui I Giovannetti sono una famiglia felice. O forse lo sembrano soltanto? Si sa, a volte l'apparente felicità è direttamente proporzionale alla quantità di polvere accumulata sotto il tappeto. Il padre Mauro insegna storia e filosofia: brillante e bello come un attore, è la leggenda del liceo locale. La madre Angela è professoressa di arte alle medie, ama il suo lavoro, ma ancora di più i figli e il marito. Perla è una fuoriclasse, bravissima a scuola, responsabile: matura, da sempre; Felix è il fratello minore, affettuoso e intelligente, un po' imbranato, da sempre offuscato dalla luce accecante della sorella. Tutti si aspettano grandi cose da Perla. Ma da quando si è fidanzata con un certo James, un ragazzo più grande su cui circolano brutte voci – un violento, un bugiardo – è cambiata: insofferente, sarcastica, nulla le interessa più. Potrebbe essere una semplice crisi adolescenzi