mercoledì 11 settembre 2019

Recensione 'Quel giorno' di Valentina Farinaccio - UTET Libri


Titolo: Quel giorno || Autore: Valentina Farinaccio || Editore: Utet Libri
Data di pubblicazione: 10 settembre 2019 || Pagine: 148

Una sera di marzo a Princeton, un fotografo insistente, un ultimo scatto prima di andare – e la foto di Albert Einstein che fa la linguaccia diventa un’icona del Novecento, a ricordare a tutti che si può essere geni senza perdere l’impertinenza. Un freddo giorno islandese, una stretta di mano tra due uomini in paltò davanti al mondo intero – Ronald Reagan e Michail Gorbačëv avevano messo la parola fine alla Guerra fredda. Una festa parrocchiale, una chitarra da quindici sterline e quel momento di coraggio che permette a John di presentarsi a Paul – se non ci fosse stato quell’attimo, yesterday sarebbe rimasto un giorno come un altro. La storia di tutti, e anche la Storia con la S maiuscola, spesso gira intorno a un istante, un incontro, un giorno preciso. Due persone si imbattono l’una nell’altra, una telefonata accende la notte, certi sentieri si incrociano in nodi invisibili e improvvisamente c’è un prima e un dopo. Così nascono le leggende, così iniziano i movimenti che cambiano il mondo, così si ridisegnano i contorni di un’esistenza, o di molte più di una. Come sfogliando un album di Polaroid, Valentina Farinaccio ci racconta le storie di quei giorni speciali: da Marilyn Monroe a Greta Thunberg, da Battisti e Mogol a Steve Jobs, da Raymond Carver a Massimo Troisi, ritroviamo in ogni racconto la magia e l’emozione di quando tutto è cambiato e nessuno lo sapeva ancora, di quegli attimi straordinari che appartenevano a un giorno qualunque. Quel giorno.




Valentina Farinaccio è una di quelle (poche) autrici in grado di prendere per mano il lettore e accompagnarlo all'interno delle storie.
Che si tratti di un romanzo completo o, come in questo caso, di tanti brevi racconti, potete star certi che Valentina sarà in grado di emozionarvi, farvi battere il cuore e, perché no, versare più di una lacrima.

Per la prima volta, io che tanto poco amo i racconti, mi sono trovata a fare a pugni con una serie di emozioni che, pagina dopo pagina, hanno preso il sopravvento.

Ognuno dei 17 racconti scritti da Valentina ci racconta un momento che ha cambiato non solo la vita dei suoi protagonisti, ma anche un pezzetto del nostro mondo.
Provate a immaginare cosa sarebbe stata la musica senza i Beatles e Lucio Battisti o il cinema se Woody Allen non avesse mai incontrato Diane Keaton; e cosa sarebbe stato questo mondo senza la genialità di Steve Jobs?

La sensazione che ho avuto leggendo questo libro, è stata che Valentina abbia voluto creare una sorta di gioco con noi lettori. Ogni racconto, infatti, inizia senza darci alcun indizio su chi sia il personaggio (o i personaggi) di cui l'autrice sta per raccontarci.
Ogni racconto ci porta a sbirciare su quello che è stato un momento fondamentale nella vita di quel personaggio e, al tempo stesso, un attimo che ha cambiato per sempre le nostre vite
E la vita è fatta tutta di quegli incontri che non cambiano il mondo, ma che il mondo lo migliorano un poco.
E, come in un gioco tra me e lei, mi sono ritrovata ad iniziare ogni racconto quasi fosse una sorta di enigma da risolvere! Di chi mi stai parlando, Vale? Chi sta percorrendo quella strada, chi sta aprendo quella porta, chi sta pronunciando quella frase che cambierà per sempre il corso della sua esistenza?

Diciassette racconti, tanti personaggi, tanti aneddoti, tanti attimi. E in ognuno di essi un pezzetto di noi, un attimo che riporta alla mente l'abbraccio di un padre, lo sguardo di un amico, il sorriso di quell'amore perduto e mai dimenticato
Smettiamo di amare, quando cominciamo a chiederci se ancora lo amiamo, se ancora la amiamo.
Valentina è stata in grado di farmi amare racconti come mai era accaduto prima!
Valentina è diventata un punto fermo della mia vita da lettrice: una scrittrice che mi aveva conquistata col suo primo romanzo e che, col secondo, non ha fatto altro che confermare il suo talento.

Questi racconti sono piccole perle di vita che ognuno di noi dovrebbe conoscere.
Questi racconti sono la nostra vita nascosta, i nostri dubbi, i sorrisi, le lacrime, le emozioni, grandi e piccole, che costellano le nostre giornate!

Io non posso far altro che consigliarvi di appoggiare questo libro sul comodino e fargli spazio nel vostro cuore!

Nessun commento:

Posta un commento

INFO PRIVACY

AVVISO: TUTTI I COMMENTI SPAM VERRANNO CANCELLATI

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^