Passa ai contenuti principali

Lettura a quattrocchi Speciale Natale 'Fuga dal Natale' di John Grisham - Mondadori

Solo l'anno prima la famiglia Krank aveva speso 6100 dollari per preparare il Natale. Quest'anno papà e mamma Krank si trovano all'aeroporto per salutare, pochi giorni prima di Natale, la figlia Blair in partenza per una missione umanitaria in Perú. Un pensiero un po' folle si insinua in loro: che senso ha trascorrere il Natale senza Blair?! E se lo saltassero? E se utilizzassero quei 6100 dollari per la crociera ai Caraibi che da anni si sono sempre negati? Basta non andare dal rosticciere (che sollievo evitare la ressa), non invitare nessuno al party (troveranno certo dove andare quegli scrocconi), non montare nessun Frosty sul tetto (operazione, per altro, pericolosa per un uomo di cinquantaquattro anni). Il grande piano è deciso e messo in atto, prima in modo titubante, poi spavaldo. Ma il Natale, con la sua straordinaria potenza consumistica, con la sua ingombrante presenza moralistica, sta per prendersi la più esilarante e sferzante rivincita sui poveri Krank.
Una favola classica dei tempi moderni, un'ironica provocazione che regala momenti di puro divertimento e che ci fa scoprire John Grisham geniale scrittore della commedia umoristica e disincantato osservatore di una tradizione di cui ormai non possiamo fare a meno.

Titolo: Fuga dal Natale
Autore: John Grisham
Titolo originale: Skipping Christmas
Traduzione a cura di: Tullio Dobner
Editore: Mondadori
Data di pubblicazione: 29 novembre 2002
Pagine: 153


*in verde i commenti di Laura*

Questo romanzo io lo lessi anni e anni fa (e anni, e anni, e anni... parliamo del Giurassico?), prima ancora che venisse trasformato in un film. Quando io e Laura abbiamo deciso di cercare qualcosa di natalizio per la Lettura a quattrocchi, questo libro ci è sembrato l'ideale!

Come detto di questo libro esiste anche la versione cinematografica e, se non vi è mai capitato di vedere il film, dovete assolutamente recuperare, perché è divertentissimo! (visto!!!)
E altrettanto divertente è il romanzo che, cosa rarissima, non è stato per nulla stravolto nella sua trasposizione! è identico... parola per parola, punti e virgole comprese

La storia è quella di una classica famiglia americana che, dopo anni di festeggiamenti, regali, pranzi e cene, addobbi e luci, decide, per la prima volta, di saltare il Natale. Orrore!!
In realtà, l'idea è di Luther, il capofamiglia che, fiscalista di professione, carte alla mano, si rende conto dell'esorbitante cifra che ogni anno lui e sua moglie sperperano durante le feste natalizie.
Complice la partenza di Blair, la loro unica figlia, per il Perù, Luther decide di saltare il Natale e spendere i soldi per regalarsi una crociera nei mari caraibici! Mica in un bel posto, no, in crociera!!! Triplo orrore!!

Ma quanto può essere difficile abolire il Natale? Insomma, tutti diciamo di non amare particolarmente questo periodo (tutti chi???), lo stress che ne consegue, il dover sorridere a persone che durante il resto dell'anno evitiamo accuratamente (no, no, eliminate dalla vita, così pure il Natale è più lieto!), passare ore ed ore ai fornelli (gaaaaaaaaa), comprare regali per gente che non sopportiamo (no, non compro a quelli) e scartare regali che odiamo sin dal primo istante (odiare... parola grossa).
Natale è diventato più la sagra dell'ipocrisia che non quel tempo di calore familiare e tempo da trascorrere assieme con piacere. 

Io sono la prima che quest'anno, salvo piccole eccezioni, sta cercando di fare a meno di tutto l'armamentario natalizio (il prossimo anno se non fai l'albero vengo lì e ti addobbo il cane!!). E leggere questo libro adesso mi ha fatto pensare a quanto sia difficile mettere in pratica il piano di Luther: siamo circondati da gente che quasi ci impone i festeggiamenti, gli addobbi, i pranzi e i regali! (stai parlando di meeeeeeeee????? Vedrai che comunque un albero lo avrai, anzi due...)

Il libro in sé è uno di quelli che tutti dovrebbero leggere! Perché è divertente, ironico al punto giusto e con tanti spunti più profondi che fanno riflettere!
E poi, a questo punto non siete curiosi di scoprire se Luther riuscirà o meno a saltare il suo Natale?

E adesso non vi resta che scoprire se Laura è pro o contro Natale!



Commenti

  1. Molto carino! Rivedo spesso anche il film. :)

    RispondiElimina
  2. Io sogno da una vita una crociera sui fiordi norvegesi...ma con il budget che io spendo per Natale non arrivo manco al porto!
    Buon Natale!

    RispondiElimina
  3. Credo di aver visto il film, per il libro ci posso pensare. Può anche essere un'idea regalo.
    Lea
    P.S. Laura che ti addobba il cane...ecco parliamone!

    RispondiElimina
  4. ihihih voglio leggere il libro e guardare il film!

    RispondiElimina
  5. anche io ho letto questo libro nel giurassico... ma il film lo rivedo ogni santissimo anno: è tra i miei preferiti dei film natalizi :)

    RispondiElimina

Posta un commento

INFO PRIVACY

AVVISO: TUTTI I COMMENTI ANONIMI VERRANNO CANCELLATI. Se volete contestare o insultare, abbiate il coraggio di firmarvi!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^

Post popolari in questo blog

Recensione 'Le madri non dormono mai' di Lorenzo Marone - Einaudi

  LE MADRI NON DORMONO MAI   || Lorenzo Marone || Einaudi || 10 maggio 2022 || 352 pagine Acquista qui Un bambino, sua madre. Due vite fragili tra altre vite fragili: donne e uomini che passano sulla terra troppo leggeri per lasciare traccia. Intorno, a contenerle, un luogo che non dovrebbe esistere, eppure per qualcuno è perfino meglio di casa. Lorenzo Marone scrive uno struggente romanzo corale, un cantico degli ultimi che si interroga, e ci interroga, su cosa significhi davvero essere liberi o prigionieri. Diego ha nove anni ed è un animale senza artigli, troppo buono per il quartiere di Napoli in cui è cresciuto. I suoi coetanei lo hanno sempre preso in giro perché ha i piedi piatti, gli occhiali, la pancia. Ma adesso la cosa non ha più importanza. Sua madre, Miriam, è stata arrestata e mandata assieme a lui in un Icam, un istituto a custodia attenuata per detenute madri. Lì, in modo imprevedibile, il ragazzino acquista sicurezza in sé stesso. Si fa degli amici; trova una sorella n

Recensione IN ANTEPRIMA 'Trust' di Hernan Diaz - Feltrinelli

  TRUST || Hernan Diaz || Feltrinelli || 14 giugno 2022 || 384 pagine  https://amzn.to/3zvjBk7 New York, anni cinquanta. Dopo la pubblicazione di un romanzo mendace e offensivo sulla sua vita, il ricchissimo finanziere Andrew Bevel, diventato milionario dopo alcune speculazioni seguite al crollo in Borsa del ’29, assume la giovane Ida Partenza, figlia di un anarchico italiano, perché lo aiuti a scrivere un’autobiografia in grado di raccontare finalmente la verità sui suoi successi e sulla sua defunta moglie, Mildred. Ida intuisce presto che nemmeno dalla sua penna, strettamente controllata dal committente, uscirà il ritratto fedele di una donna complessa la cui reale personalità continua a sfuggirle, e la morte improvvisa di Bevel la costringe infine a lasciare incompleto il lavoro. Soltanto trent’anni dopo ha la possibilità di accedere agli archivi della Fondazione Bevel, dove trova finalmente il diario di Mildred, prezioso tassello mancante all’enigma che ha lasciato nella sua vita u

Recensione IN ANTEPRIMA 'Tutto il blu del cielo' di Mélissa Da Costa - Rizzoli

TUTTO IL BLU DEL CIELO || Mélissa Da Costa || Rizzoli || 29 marzo 2022 || 624 pagine Acquista qui Cercasi compagno/a di viaggio per un’ultima avventura: sono le prime parole dell’annuncio che Émile pubblica online un giorno di fine giugno. Ha deciso di fare ciò che ancora non ha mai fatto, che ha sempre rimandato, perché nella vita va così. Partire per un viaggio on the road, setacciare paesaggi vicini eppure mai esplorati, affondare occhi e naso là dove non c’è altro che natura e silenzio, senza data di ritorno. Ha solo ventisei anni e una forma di Alzheimer precoce e inesorabile, per questo vuole vivere in completa libertà, lontano da chiunque lo conosca, fintanto che il suo corpo glielo concederà. Non si aspetta che qualcuno davvero risponda al suo appello, ma sbaglia. Qualche giorno dopo in una stazione di servizio, pronta a partire, protetta da un informe abito nero, con un cappello a tesa larga, sandali dorati ai piedi e zaino rosso in spalla, c’è Joanne. E così, su un piccolo ca

Recensione 'Il vento dell'Etna' di Anna Chisari - Garzanti

IL VENTO DELL'ETNA   || Anna Chisari || Garzanti || 28 giugno 2022 || 250 pagine https://amzn.to/3nylrcG   1838. L'Etna nella sua immensità protegge e spaventa, come una madre magnifica ed esigente che forgia vite e destini. Lo sa bene chi vive a Belpasso, il piccolo paese alle sue pendici. È lì che il giovane Puddu apre la sua bottega di calzolaio. La sua firma sulle scarpe è una farfalla, perché con le sue creazioni ai piedi più che camminare si vola. Per questo Puddu non riesce a capire come mai gli affari vadano così male. Tutto cambia quando le sue calzature finiscono tra le mani della Baronessa di Bridport in visita alle sue terre a Bronte. La nobildonna non ha mai calzato nulla di tanto soffice ed elegante, perciò decide di fare un regalo a Puddu: lo nomina Baronetto. Nasce così la dinastia dei Baruneddu, come si faranno chiamare. Il negozio con gli anni diventa un grande calzaturificio che esporta in tutta Europa. Ma se i soldi non sono più un problema, il cuore cominci

Recensione 'Lezioni di chimica' di Bonnie Garmus - Rizzoli

LEZIONI DI CHIMICA || Bonnie Garmus || Rizzoli || 3 maggio 2022 || 390 pagine Acquista qui