Passa ai contenuti principali

Recensione 'L'annusatrice di libri' di Desy Icardi - Fazi


Titolo: L'annusatrice di libri || Autore: Desy Icardi || Editore: Fazi
Data di pubblicazione: 28 febbraio 2019 || Pagine: 405

Torino, 1957. Adelina ha quattordici anni e vive con la zia Amalia, una ricca vedova, parsimoniosa fino all'eccesso, che le dedica distratte attenzioni. Tra i banchi di scuola, la ragazza viene trattata come lo zimbello della classe: alla sua età, infatti, non è in grado di ricordare le lezioni e ha difficoltà a leggere. Il reverendo Kelley, suo severo professore, decide allora di affiancarle nello studio la brillante compagna Luisella. Se Adelina comincerà ad andare meglio a scuola, però, non sarà merito dell'aiuto dell'amica ma di un dono straordinario di cui sembra essere dotata: la capacità di leggere con l'olfatto. Questo talento, che la ragazza sperimenta tra le pagine di polverosi volumi di biblioteca, rappresenta tuttavia anche una minaccia: il padre di Luisella, un affascinante notaio implicato in traffici non sempre chiari, tenterà di servirsi di lei per decifrare il celebre manoscritto Voynich, "il codice più misterioso al mondo", scritto in una lingua incomprensibile e mai decifrato. Se l'avidità del notaio rischierà di mettere a repentaglio la vita di Adelina, l'esperienza vissuta le lascerà il piacere insaziabile per i libri e la lettura.




Sono Laura, ho 42 anni e sono una lettrice onnivora. Credo di aver ormai abbondantemente superato quota 2000 libri letti nella mia vita.
Sono Laura, ho 42 anni, sono una lettrice onnivora e NON HO MAI ANNUSATO UN LIBRO.
E qui mi viene in aiuto anche Alice Basso, che nella prima pagina del suo primo romanzo, L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome, ci ricorda che
L'odore della carta, in realtà, è odore di morte (...) I libri vecchi (...) odorano di cellulosa in decadimento. In pratica, di marcio. Quindi c'è gente che va matta per un puzza di marcio e morte e nemmeno lo sa.
Probabilmente, quindi, il motivo per cui tra me e Adelina non è scoccata la scintilla, è proprio questo!
Adelina, infatti, i libri li legge col naso: le basta tuffarlo tra le pagine di un qualunque romanzo perché le parole fluiscano lievi o irruente nella sua mente.

Siamo nel 1957, a Torino, dove Adelina è ospite della zia Amalia.
La ragazza viene presa in giro dalle compagne di classe per i suoi scarsi risultati nello studio: Adelina, infatti, non riesce a leggere e, quindi, a memorizzare le lezioni.
Se questa cosa accadesse oggi, le verrebbe diagnosticata una bella dislessia e tanti saluti; ma siamo alla fine degli anni Cinquanta e la ragazza viene presa per somara!
Sarà per caso che Adelina scoprirà la magica dote che le consente di leggere con l'olfatto.

A fare da sponda alle vicende della ragazzina, troviamo la zia Amalia, ex soubrette del varietà, vedova ricca quanto spilorcia, che accetta di ospitare la nipote in cambio di un contributo economico per il suo mantenimento.

Buona parte di questo romanzo può essere suddivisa in due storie nettamente distinte: quella di Adelina e della sua capacità olfattiva e quella relativa, invece, alla giovinezza di zia Amalia.

Non vi nascondo che ho letteralmente divorato tutti i capitoli riguardanti zia Amalia, mentre ho faticato non poco con quelli che vedevano protagonista Adelina, tanto che spesso ho avuto la tentazione di saltarli a pie' pari (NON SI FA!).

Il problema maggiore di questo libro sta nel finale, che appare affrettato se non addirittura raffazzonato. Il modo in cui l'autrice cerca di trasformare la trama in uno pseudo-giallo e questa corsa verso la conclusione della storia, incidono negativamente su quello che è comunque un romanzo ben scritto e con una trama tutto sommato originale.

Rimane la sensazione che la Icardi si sia improvvisamente resa conto di essersi dilungata troppo e abbia deciso di dare uno stop improvviso alla storia.

Commenti

  1. Non capisco come possa aiutare una persona dislessica l'odore dei libri o l'olfatto in generale. Mica si legge con il naso. Boh?! Se sì ignoro questa tecnica

    RispondiElimina
  2. Non ho letto il libro, ma tra le ultime uscite questo è un titolo che mi aveva intrigato molto e credo che lo recupererò magari in ebook e confesso... io ogni tanto i libri li annuso!

    RispondiElimina
  3. Ed ecco un altro motivo per cuivado d'accordo con la Libridinosa. Io l'estasi con l'odore dei libri non l'ho mai raggiunta. E quando mi dicono: "Ma leggi ebook? Eh, ma l'odore della carta..." mi sale il nervoso. Ecco, l'ho detto.

    RispondiElimina

Posta un commento

INFO PRIVACY

AVVISO: TUTTI I COMMENTI ANONIMI VERRANNO CANCELLATI. Se volete contestare o insultare, abbiate il coraggio di firmarvi!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^

Post popolari in questo blog

Recensione 'Le madri non dormono mai' di Lorenzo Marone - Einaudi

  LE MADRI NON DORMONO MAI   || Lorenzo Marone || Einaudi || 10 maggio 2022 || 352 pagine Acquista qui Un bambino, sua madre. Due vite fragili tra altre vite fragili: donne e uomini che passano sulla terra troppo leggeri per lasciare traccia. Intorno, a contenerle, un luogo che non dovrebbe esistere, eppure per qualcuno è perfino meglio di casa. Lorenzo Marone scrive uno struggente romanzo corale, un cantico degli ultimi che si interroga, e ci interroga, su cosa significhi davvero essere liberi o prigionieri. Diego ha nove anni ed è un animale senza artigli, troppo buono per il quartiere di Napoli in cui è cresciuto. I suoi coetanei lo hanno sempre preso in giro perché ha i piedi piatti, gli occhiali, la pancia. Ma adesso la cosa non ha più importanza. Sua madre, Miriam, è stata arrestata e mandata assieme a lui in un Icam, un istituto a custodia attenuata per detenute madri. Lì, in modo imprevedibile, il ragazzino acquista sicurezza in sé stesso. Si fa degli amici; trova una sorella n

Recensione IN ANTEPRIMA 'Trust' di Hernan Diaz - Feltrinelli

  TRUST || Hernan Diaz || Feltrinelli || 14 giugno 2022 || 384 pagine  https://amzn.to/3zvjBk7 New York, anni cinquanta. Dopo la pubblicazione di un romanzo mendace e offensivo sulla sua vita, il ricchissimo finanziere Andrew Bevel, diventato milionario dopo alcune speculazioni seguite al crollo in Borsa del ’29, assume la giovane Ida Partenza, figlia di un anarchico italiano, perché lo aiuti a scrivere un’autobiografia in grado di raccontare finalmente la verità sui suoi successi e sulla sua defunta moglie, Mildred. Ida intuisce presto che nemmeno dalla sua penna, strettamente controllata dal committente, uscirà il ritratto fedele di una donna complessa la cui reale personalità continua a sfuggirle, e la morte improvvisa di Bevel la costringe infine a lasciare incompleto il lavoro. Soltanto trent’anni dopo ha la possibilità di accedere agli archivi della Fondazione Bevel, dove trova finalmente il diario di Mildred, prezioso tassello mancante all’enigma che ha lasciato nella sua vita u

Recensione IN ANTEPRIMA 'Tutto il blu del cielo' di Mélissa Da Costa - Rizzoli

TUTTO IL BLU DEL CIELO || Mélissa Da Costa || Rizzoli || 29 marzo 2022 || 624 pagine Acquista qui Cercasi compagno/a di viaggio per un’ultima avventura: sono le prime parole dell’annuncio che Émile pubblica online un giorno di fine giugno. Ha deciso di fare ciò che ancora non ha mai fatto, che ha sempre rimandato, perché nella vita va così. Partire per un viaggio on the road, setacciare paesaggi vicini eppure mai esplorati, affondare occhi e naso là dove non c’è altro che natura e silenzio, senza data di ritorno. Ha solo ventisei anni e una forma di Alzheimer precoce e inesorabile, per questo vuole vivere in completa libertà, lontano da chiunque lo conosca, fintanto che il suo corpo glielo concederà. Non si aspetta che qualcuno davvero risponda al suo appello, ma sbaglia. Qualche giorno dopo in una stazione di servizio, pronta a partire, protetta da un informe abito nero, con un cappello a tesa larga, sandali dorati ai piedi e zaino rosso in spalla, c’è Joanne. E così, su un piccolo ca

Recensione 'La cameriera' di Nita Prose - La nave di Teseo

  LA CAMERIERA   || Nita Prose || La nave di Teseo || 7 aprile 2022 || 448 pagine Acquista qui Molly Gray non è come tutti gli altri. Fatica a intrattenere rapporti sociali e interpreta a modo suo le intenzioni di chi le è vicino. La nonna, che l’aveva cresciuta, rielaborava il mondo per lei, codificandolo in semplici regole secondo le quali Molly poteva vivere, ma da quando la nonna è morta, la venticinquenne Molly ha dovuto affrontare da sola le complessità della vita. Lanciandosi con ancor più passione nel suo lavoro di cameriera d’albergo. Il carattere riservato, il suo amore ossessivo per la pulizia e l’ordine, la rendono una cameriera eccezionale. Si diverte a indossare la sua uniforme impeccabile ogni mattina, a rifornire il suo carrello di saponi e bottiglie in miniatura e a riportare le camere degli ospiti del lussuoso Regency Grand Hotel a uno stato di perfezione. Ma la vita ordinata di Molly viene sconvolta quando entrando nella suite del milionario Charles Black lo trova mo

Recensione 'I giudizi sospesi' di Silvia Dai Pra' - Mondadori

  I GIUDIZI SOSPESI || Silvia Dai Pra' || Mondadori || 5 aprile 2022 || 492 pagine Acquista qui I Giovannetti sono una famiglia felice. O forse lo sembrano soltanto? Si sa, a volte l'apparente felicità è direttamente proporzionale alla quantità di polvere accumulata sotto il tappeto. Il padre Mauro insegna storia e filosofia: brillante e bello come un attore, è la leggenda del liceo locale. La madre Angela è professoressa di arte alle medie, ama il suo lavoro, ma ancora di più i figli e il marito. Perla è una fuoriclasse, bravissima a scuola, responsabile: matura, da sempre; Felix è il fratello minore, affettuoso e intelligente, un po' imbranato, da sempre offuscato dalla luce accecante della sorella. Tutti si aspettano grandi cose da Perla. Ma da quando si è fidanzata con un certo James, un ragazzo più grande su cui circolano brutte voci – un violento, un bugiardo – è cambiata: insofferente, sarcastica, nulla le interessa più. Potrebbe essere una semplice crisi adolescenzi