Diario di Bordo - Marzo


Bentornati al ritrovato appuntamento con il recap del mese appena trascorso.
Posso dire che marzo è stato un mese sfiancante? Sono state più le giornate che avrei voluto trascorrere vegetando di quelle davvero produttive. Sarà la primavera? Non lo so, ma io salterei volentieri a ottobre e tanti saluti a tutti!



Il blog Tre sole recensioni nel mese in cui il blog festeggia il compleanno. E quest'anno abbiamo toccato un traguardo importante: ben 10 anni di vita per La Libridinosa (intesa come blog, non come me, che di anni ne ho parecchi di più!). Ma va bene così: i mesi di fiacca capitano, quelli in cui le letture vanno a rilento anche... tanto noi siamo sempre qui!

Le letture

Marzo è stato a tutti gli effetti il mese di "Blackwater": ho letto cinque dei sei volumi che compongono la saga e, finalmente, sono riuscita a parlarvene (spero in maniera esaustiva!).
Per quanto riguarda il resto delle letture, sono incappata in due delusioni ("Vicolo Sant'Andrea 9" e "Brava gente"), in una bella scoperta, ma anche in un abbandono: ho lasciato dopo 200 pagine "Nord e sud" di Elizabeth Gaskell, un classico che mi incuriosiva moltissimo, ma che, dopo i primi quattro capitoli, che facevano ben sperare, ha intrapreso la strada consueta dei romanzi classici: una storia piatta che sembrava sempre non portare da nessuna parte.


Cosa leggerò ad aprile?
Per aprile, orfana di Blackwater, ho scelto di puntare su un paio di mattoncini: un libro che mi incuriosisce da tanto e uno storico pubblicato ormai qualche anno fa, ma che ho scoperto da poco grazie a Lallina:

  • "Dio di illusioni" di Donna Tartt per la rubrica #sullostessodivano (e speriamo che vada meglio che con "Nord e sud"!)
  • "La guerra delle rose. Stormbird" di Conn Iggulden (primo romanzo di una tetralogia)
  • "La pioggia prima che cada" di Jonathan Coe (continua il mio recupero dei romanzi di Coe)
  • "Sono contenta che mia mamma è morta" di Jenette McCurdy, meglio conosciuto come "il libro col congiuntivo morto in copertina"

E il resto del mio mondo?

A parte il decimo compleanno del blog, che è stato la scusa perfetta per fare una torta, marzo è stato anche il mese di un esperimento culinario... fallito. Ho provato infatti a fare la pinsa, ma niente da fare: più che una pinsa, sembrava un'asse da stiro floscia. Mi arrendo? Assolutamente no!
E poi c'è stata la festa del papà, che per me è la scusa perfetta (come se avessi bisogno di scuse!) per friggere le zeppole di San Giuseppe. FRITTE, capito? RIGOROSAMENTE FRITTE, perché qua bestie di Satana non ne vogliamo!

Ah sì, a marzo mi sono anche dedicata alla realizzazione di un planner digitale. Per San Valentino, infatti,
Consorte mi ha regalato l'ultimo iPad (che io e Lallina abbiamo ribattezzato "Padda" perché è rosa, quindi femmina!) e la Apple Pencil. Ho quindi deciso di 
provare a "digitalizzare" la mia agenda e, dopo qualche esperimento, un po' di studio e scovata l'app adatta, sono finalmente riuscita a ottenere il risultato desiderato!

Ebbene, lettori e lettrici, anche per questo mese è tutto. Diario di bordo tornerà, come di consueto, a inizio maggio (MAGGIO? IN CHE SENSO MAGGIO?).



La Libridinosa

Cosa fai nella vita? Leggo!

Nessun commento:

Posta un commento

INFO PRIVACY

AVVISO: TUTTI I COMMENTI ANONIMI VERRANNO CANCELLATI. Se volete contestare o insultare, abbiate il coraggio di firmarvi!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^