[Questa volta leggo...]Recensione 'Meet me alla boa' di Paolo Stella

Eccoci ad un nuovo appuntamento con Questa volta leggo, rubrica nata da un'idea de La lettrice sulle nuvole, Le mie ossessioni librose e mia.
L'argomento scelto per il mese di ottobre è...

un libro dalla copertina blu

Ne avevo molti tra cui scegliere, ma ho dovuto ripiegare, causa poco tempo a disposizione, su qualcosa di corto. Purtroppo, la mia non è stata una scelta azzeccata!


Titolo: Meet me alla boa || Autore: Paolo Stella || Editore: Einaudi
Data di pubblicazione: 10 luglio 2018 || Pagine: 206

«Sono l'ufficiale di polizia Betancourt, del distretto di Paris.» «Scusi, ha detto polizia?» «Sì. Lei è da solo in casa? Può sedersi per favore?» «Sono in piedi e sono solo.» «Si sieda, per favore.» «Sono seduto.» «Bene. La chiamo perché abbiamo trovato questo numero sul cellulare di una ragazza qui a Paris; ha subito un incidente. La situazione è molto delicata. Abbiamo chiamato "casa". Quindi supponiamo lei sia della famiglia.» «Sono il suo ragazzo.» «Stiamo cercando di contattare anche i genitori, perché riteniamo opportuno che veniate il più presto possibile a Paris. Non troviamo il loro numero. Lei me lo potrebbe fornire?» «Non li conosco personalmente, mi dia un attimo.» «Bene, la ringrazio. Pensa di venire?» «Certo. Prendo un volo e arrivo.» «Bene, le lascio il numero del...» «È morta, vero?» Troppo silenzio. Lo senti subito quel troppo, è lucido come una lama. «La situazione è critica.» «È morta.» «Mi dispiace molto. La aspettiamo qui, quando potrà.» Clic. Con il cuore in apnea, Franci si imbarca sul primo aereo disponibile e arriva puntuale all'obitorio. Soltanto trenta passi lo dividono dalla cella refrigerata dove giace quel corpo da riconoscere. Varcato il portone, il tempo rallenta e a ogni passo rivede il film clamoroso e coinvolgente della sua meravigliosa storia d'amore. Lui e Marti. Vita, viaggi, discussioni, amore e bellezza, sorprese e giuramenti. Una storia fra due persone che si sono amate, donandosi il bene prezioso della libertà reciproca, qualcosa capace di superare anche la morte.



Prendete un pizzico di Federico Moccia, aggiungete un quarto di Fabio Volo, concludete con una scopiazzata tragica di Tommaso Fusari. 
Mescolate con cura e gettate via tutto, a meno che voi non abbiate 16 anni!
Io di anni, per fortuna, ne ho 42 e la fase in cui mi sdilinquivo su amori struggenti e cuori spezzati (ma ho mai attraversato una fase così?!), è passata da un pezzo.

Per carità, ben vengano le storie d'amore, purché siano ben scritte, purché la storia abbia una struttura valida e non si tratti solamente di una serie di scenette confezionate ad arte. Di quelle, appunto, che a sedici anni, forse, mi avrebbero portata a sottolineare praticamente tutto il libro e a singhiozzare disperata davanti alle ingiustizie della vita (no... a rifletterci bene, io così scema non sono mai stata!).

Franci (Francesco) e Marti (che no, non è diminutivo di Martina, ma è Marti è basta... e già la scelta dei nomi avrebbe dovuto illuminarmi!) si conoscono, si piacciono, si amano, vivono assieme. Marti muore e Franci dovrà correre a Parigi.
Paolo Stella divide il romanzo in 30 passi, quelli che Franci dovrà compiere per raggiungere il suo amore, ormai privo di vita.

Ogni passo ci verrà raccontato attraverso gli occhi e i ricordi dei due protagonisti, dandoci così modo di scoprire l'evoluzione della loro storia.

Il romanzo di Stella sarebbe bello se...
  • ... se non sapesse di già visto e già letto e già sentito
  • ... se non sfociasse nella banalità almeno tre volte a pagina
  • ... se non puzzasse di storia confezionata ad arte per far struggere i cuori teneri
  • ... se i personaggi avessero un pizzico di credibilità in più
  • ... se il dolore apparisse più reale, più vissuto e meno costruito
  • ... se Stella si fosse inventato qualcosa di nuovo
È un romanzo che potrebbero amare, sicuramente, dei lettori meno scafati, più ingenui; quelli che leggono lasciando il neurone sul comodino.
Io da un libro pretendo molto di più: voglio personaggi reali, in cui potermi immedesimare e con cui poter empatizzare; voglio emozioni vere e poca artificiosità.

Se cercate un romanzo che parli d'amore e che vi laceri davvero il cuore, uno di quelli che, tra qualche anno, guarderete ancora con dolore, che vi faccia venire voglia di andare a cercare il suo autore e dirgli: "Questa me la pagherai!" (eh eh, Tommà, mica m'è passata!), allora correte a comprare Tempi duri per i romantici.
Poi tornate qui, possibilmente dopo esservi lavati la faccia, e ditemi come state!

Questo il calendario di ottobre





Commenti

  1. Tommaso... mi viene da piangere solo al pensiero!!!! #EsciUnAltroLibroTommà

    RispondiElimina
  2. L'ho saltato senza neanche soffermarmi sulla trama, perché quel titolo lì mi sapeva tremendamente da romanzo post social. Ho fatto bene, ché anch'io sento di non avere più l'età ultimamente. :)

    RispondiElimina
  3. Effettivamente puzza di già sentito da lontano!

    RispondiElimina
  4. io leggo i romance lo sai, ma questo anche no

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che non è manco un romance... è solo una gran palla!

      Elimina
  5. avevo visto questo romanzo in libreria ma sapevo non avrei letto perché la storia strappalacrime non faceva per me. non perché non le apprezzi anzi ogni tanto ne leggo anche io, ma questo fin da subito non mi ha convinta. buono a sapersi che la mia idea iniziale fosse corretta

    RispondiElimina
  6. Lo sai, ormai è di dominio pubblico: io non mi commuovo. Anzi rettifico: non mi commuovo quasi mai. La rettifica è dovuta proprio a quei pochi libri che mi hanno scombussolata, uno tra questi Tempi duri per i romantici.
    Questo per dirti che non leggerò Meet me alla boa, perché l'idea dei capitoli e dei 30 passi è molto carina, ma da quel che ho capito forse di carino c'è solo quello, quindi passo!

    RispondiElimina
  7. Meet me alla piadineria, che è mejo!
    Bacci

    RispondiElimina
  8. Io l'ho letto ma mi ha lasciata con una strana sensazione, forse quello, come dici tu, del già visto e già sentito. Non sono riuscita ad emozionarmi. Concordo in toto su Tommaso e aspetto con ansia il prossimo suo libro ma, se è un'altra botta emotiva... avvertitemi prima eh!

    RispondiElimina
  9. Non conoscevo questo romanzo ma dal titolo non m'ispira per nulla. Mi piacciono le storie romantiche e strappalacrime ma devono comunque essere storie ben costruite e questo non mi pare il genere

    RispondiElimina
  10. AAAAAAHHHHHHHH hai detto il nome con la M !!!!!!!!!!! AAAAAAAAAHHHHHH
    E come corpo morto caddi...

    RispondiElimina
  11. Che bella questa recensione. Avrai anche bocciato il libro, ma è bellissimo come lo hai fatto. Io però ora ho voglia di leggerlo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io devo capire se sei strana tu o se io non so stroncare un libro!

      Elimina
  12. E pensare che in giro vedo un sacco di recensioni positive... non mi attirava prima e, dopo il tuo parere, lo boccio assolutamente! Voglio iniziare a fare letture più 'adulte' e tu sei una delle poche fonti affidabili che ho per farlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh quindi svuoti la libreria e butti tutto?!

      Elimina
    2. No, quelli restano a testimonianza del mio futuro cambiamento! 😂

      Elimina
  13. Evviva oggi non si aggiunge nulla alla TBR. Coso ringrazia sentitamente :P

    RispondiElimina
  14. Assolutamente nooooooooo!
    Il mio neurone mi è caro ❤️ Fusari quante vittime hai fatto?

    RispondiElimina
  15. I miei neuroni stanno già male per conto loro senza ammorbarli con una lettura del genere. passo.

    RispondiElimina
  16. No no no no no.

    Io preparo i fazzolettini per il nuovo di Tommaso. Faccio scorta immensa.

    RispondiElimina
  17. Direi che decisamente non fa per me! Come hai sottolineato tu, sa molto di visto e rivisto... e insomma, poi con queste premesse, anche no.

    RispondiElimina
  18. Già il titolo non mi ispirava, un po' inglese e un po' italiano, quei titoli che vanno molto di moda ma che evito. Ora, dopo la tua recensione, direi che lascio stare!

    RispondiElimina

Posta un commento

INFO PRIVACY

AVVISO: TUTTI I COMMENTI SPAM VERRANNO CANCELLATI

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^